venerdì 18 marzo 2011

BIGNE’ DI SAN GIUSEPPE



Domani è il 19 marzo: festa del papà nel giorno di San Giuseppe; quindi tantissimi auguri a tutti i babbi del mondo e ad uno in particolare: al mio papone Mario! E poi non dimentichiamoci di festeggiare tutti i Giuseppe e le Giuseppine! ;-D
Per questa occasione speciale, una ricettina altrettanto speciale scovata su un ricettario datato di Giannina: “I Jolly della buona cucina” – Torte e pasticcini - di Armanda Capeder…. Pensate, un manuale del 1976! Io non ero nemmeno nata!
Riporto la frase di Frate Indovino che apre la sessione dei biscotti e pasticcini: “L’anima del goloso impenitente non può arrivare in ciel comodamente”, accompagnata da una simpatica vignetta raffigurante un simpatico angioletto ciccio che si fa strada per arrivare in paradiso!
Ingredienti per 6 persone (riporto la ricetta così com’è scritta):
un etto e ottanta grammi di farina
quattro uova intere e due tuorli
mezz’etto di burro
una cucchiaiata di zucchero (io ho usato lo zucchero grezzo di canna "Grand Cru Bio Brasil" - Waves Sugar)
un limone
una bustina di zucchero a velo vanigliato
abbondante olio per friggere
sale
Portare all’ebollizione, in una casseruola, un quarto circa di acqua a cui si sarà aggiunto il burro e un pizzico di sale. Appena l’ebollizione si accenna, scostare il recipiente dal fuoco e unire in un sol colpo la farina, mescolando energicamente con un cucchiaio di legno. Rimettere al fuoco e continuare a mescolare energicamente sbattendo con forza il composto contro le pareti del recipiente. Quando la pasta si staccherà dalle pareti sfrigolando, togliere dal fuoco, lasciar intiepidire, quindi incorporare, uno alla volta, le uova intere e i tuorli. Completare con lo zucchero e con la scorza grattugiata del limone e continuare a lavorare l’impasto, per qualche minuto, con un cucchiaio di legno. Coprire il recipiente e lasciare un poco riposare la pasta. Scaldare l’olio e friggervi la pasta a piccoli pezzi, a calore moderato, in modo che si gonfino e si dorino uniformemente; sgocciolare i bignè su una carta assorbente e proseguire l’operazione fino ad aver esaurito la pasta. Disporli su un piatto da portata e spolverizzarli con lo zucchero a velo vanigliato.
 

29 commenti:

  1. che belli complimenti ...
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  2. Grazie Viaggiatori! Un bacio e buon week!

    RispondiElimina
  3. che bontà e che belle foto

    RispondiElimina
  4. Oh porca puppazzola...mi hai appena ricordato che domani é la festa del papà e io non ho comprato neanche un pensierino. Uffa! pero' se magari faccio questi bigné golosi sono sicura che gradirà. Buon week-end cara! :)

    RispondiElimina
  5. Quanto sono buoni!!!!! io mi rifiuto di farli.. eheheh quindi mi frego i tuoi!!!!un bacio e buon w.e. .-)

    RispondiElimina
  6. Ciao ragazze belle! Grazie! Io li ho fatti ma, fortunatamente non mi piacciono! Non mangio nulla tra zeppole, chiacchiere, castagnole... le faccio per la gioia dei parenti! Ahahaha

    RispondiElimina
  7. Un modo dolcissimo per festeggiare i papà!

    RispondiElimina
  8. che meravigliaaaaaaaaa!! golosissime...complimenti...

    RispondiElimina
  9. Quanto ti sono venute bene!! Bravissima, hanno un aspetto moooltooo invitante!! Bravissima cara!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  10. Che acquolina!!!oggi le faccio...devo...assolutamente...eh siiiiii!!!!!!
    Ciao cara!!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao! Che bel blog... gustoso! Grazie per essere diventata una mia follower...ricambio con vero piacere! A presto!

    RispondiElimina
  12. che buonissimi dolcetti :)
    me li segno! grazie della ricetta!

    RispondiElimina
  13. sono bellissimi !!! ho paura che se li faccio me li mangio...
    buon we.

    RispondiElimina
  14. sono davvero bellissimi, io purtroppo non ho mai coraggio quando si tratta di friggere, non so perché.. ma mi perdo sempre il meglio!

    RispondiElimina
  15. bellissimi..qui da noi si fanno le sfince di san giuseppe farcite con la ricotta..adesso che mi ci fai pensare magari domani le faccio l'unica cosa è che noi le sfince le friggiamo nello strutto...giusto x mantenerci leggeri, quindi me ne dovreii fare comprare qlk kilo...bacini

    RispondiElimina
  16. ...e poi non dimentichiamoci di festeggiare anche Vanessa!!!! ^_- domani è il mio compleanno...compio 20 anni!!!! ^_^

    Deliziosi questi bignè!!!!...bravissima tesoro!!!!

    RispondiElimina
  17. Grazie a tutte!!!! ;-D
    Auguri per domani Vanessa!!!!! tanti tanti tanti!!!!

    RispondiElimina
  18. Anche io ho lo stesso libro e con quello ho cominciato a giocare con i dolci, giusto 35 anni fa....
    Questi bignè però non li ho mai fatti !!!
    brava!!!

    RispondiElimina
  19. Io per san giuseppe faccio le frittelline della nonna...differiscono dai tuoi bignè perchè hanno il riso e l'uvetta, ma esteticamente sono identiche! Chissà che buone devono essere...già mi immagino il sapore!

    RispondiElimina
  20. che meraviglia!! chissà che buoneeeee!!ciao!

    RispondiElimina
  21. che bella festa del papà con tutti questi golosi bignè!
    buon we

    RispondiElimina
  22. Ciiao!Ti ho dato un premio, passa nel mio blog per vedere di che si tratta! ;)
    http://pastaepasticcino.blogspot.com/2011/03/un-premio-per-me.html#comments

    RispondiElimina
  23. Vedo tanti di quei bignè... credo si essere l'unica a non averli mai cucinati! bravissima! sembrano davvero ottimi.

    RispondiElimina
  24. ma che carucci *.*. Li voglioooooooooooooo

    RispondiElimina
  25. Veramente bellissimi e buonissimi!!! Ti sono venuti proprio bene...un bacio!

    RispondiElimina
  26. bellissimo blog!!:)da non mollare assolutamente!!:)e che questi bignè sonop a dir poco spettacolari!!:)complimenti!

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...