venerdì 1 luglio 2011

PASTA CON LE SARDE (quella di Alessandro Borghese)

Per la presentazione ho usato il set Neopalm CHS Online Shop

Come scritto in un post passato, Real Time è uno dei miei canali preferiti quando capita che mi spalmo sul divano per guardare la tv (e non capita spesso, credetemi); ultimamente poi, la mia trasmissione preferita in assoluto, è diventata quella di Alessandro Borghese. Non perché sia una sua fan, intendiamoci; io rimango letteralmente incollata allo schermo davanti a qualsiasi trasmissione che parli di cucina, qualsiasi, sia che ai fornelli ci sia, chessò, Bud Spencer, sia che ci sia Raul Bova (beh, forse in questo caso ci rimarrei un po’ più incollata del solito…). Comunque torniamo a noi. L’ho visto preparare questa pasta e il gusto che poteva avere mi ha stregata. Detto fatto… era strepitosa! Una pasta con le sarde fuori dai canoni, un po’ particolare come piace a me! Provatela! Io vi riporto la ricetta di Borghese mettendo tra parentesi le mie modifiche:

Ingredienti per 4 persone:
360 gr di spaghetti (per me e il mio di Ale, amanti della pasta corta, ho scelto i mezzi paccheri rigati di Pasta Gragnano)
300 gr di filetti di sarde (le mie sarde erano di più, quasi mezzo chilo, e lo ho usate tutte)
150 gr di finocchietto selvatico (io ne avevo circa 100 gr)
4 fette di pane casereccio raffermo
2 cucchiai di uvetta rinvenuta in acqua
2 cucchiai di pinoli (io non li avevo, non li ho messi)
1 cucchiaio di capperi dissalati
50 gr di pecorino grattugiato (io parmigiano)
50 gr di parmigiano stagionato grattugiato
aglio
peperoncino (io in polvere)
olio extra vergine di oliva
sale



Mettete a bollire l’acqua con il sale e del finocchietto fresco per aromatizzare. Raggiunto il bollore, togliete il finocchietto e mettete a cuocere la pasta.
Tagliate a dadini il pane raffermo e mettetelo nel mixer con i capperi dissalati, l’olio, l’uvetta, il pecorino, il parmigiano e il finocchietto fresco, avendo cura di lasciarne un po’ da parte. Nel frattempo, fate rosolare in una padella l’aglio, l’olio e il peperoncino. Appena l’aglio è imbiondito, toglietelo e mettete nella padella i filetti di sarde. Lasciate cuocere pochi minuti, poi aggiungete il pane profumato, amalgamando bene i due composti; spengnete il fuoco.
In un padellino, tostate i pinoli fino a imbrunirli.
A questo punto, scolate la pasta e versatela nella padella con il condimento e mantecatela con un po’ di acqua di cottura.
Impiattate aggiungendo un pizzico di pane profumato, i pinoli tostati, il finocchietto e una spolverata di pecorino.
* monouso, formato da prodotti 100% biodegradabili e compostabili. I piatti Neoplam sono prodotti nella regione indiana del Kerala, utilizzando una tecnica centenaria: le foglie delle palme d'Arcea vengono pressate ad alta temperatura per ottenere la forma desiderata, nessun albero viene tagliato nè vengono utilizzati prodotti chimici. Questi piatti sono anche adatti al microonde. Le posate sono in legno che è resistente all'acqua, al grasso ed è adatto anch'esso al forno a microonde.

39 commenti:

  1. che bella ricetta e che bella presentazione..

    RispondiElimina
  2. buongiorno,anch'io guardo real time e in genere le trasmissioni di cucina...questo formato di pasta piace tanto anche a me...brava e buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. una pasta squisita dalla presentazione è bellissima!baci!

    RispondiElimina
  4. si presenta benissimo, deve essere squisita!! Dessi

    RispondiElimina
  5. Bellissima!!! Si presenta divinamente ed è sicuramente strabuonissima!! Un bacione e buon fine settimana!!

    RispondiElimina
  6. Ammazza che facciamo sti piatti da levarsi tanto di cappelo!!!!!!!! ottima con le sarde.. io l'ho mangiata una volta cucinata da una siciliana doc!!! smack .-D buon w.e.

    RispondiElimina
  7. tesoro caro, una presentazione meravigliosa, il profumo si sente da qui... complimenti!

    RispondiElimina
  8. la pasta con le sarde è sempre buona e questa presentazione è strepitosa..cavoli come mi piacerebbe essere brava come voi in questa materia!

    RispondiElimina
  9. Mi è capitato di vederlo una sera a quel programma su canale 5 ma non mi è piaciuto tanto il suo comportamento... nonostante questo non dubito affatto che questo piatto sia da leccarsi i baffi!

    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  10. non vedo realtime, am le trasmissioni di cuina mi piacciono molto, preferibilmente se non sono troppo chiassose perchè quando sono stanca esuccede il 99% dlle volte, preferisco rilasarmi e non essere sommersa da schiamazzi della tv. La versione di Borghese mi piace molto, la tua ripsetto all'originale dovrebbe essere più delicata visto l'omissione del pecorino ma altrettanto valida. Le proverò entrambe. Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Ciao Kiara!
    Complimenti per la presentazione originale di un classico della nostra cucina!
    ciao e buon week end!

    RispondiElimina
  12. Devono essere ottimi questi mezi paccheri, anc'io voto per la pasta corta, mi sembra più adatta araccogliere tutti i sapori di questa ricetta, con buona pace del mitico borghese!Bacione!

    RispondiElimina
  13. Che bella presentazione Kiara!! non ho mai fatto questo piatto e vorrei provare..mio marito apprezzerebbe ; )

    RispondiElimina
  14. non ho mai mangiato la pasta con le sarde, questo piatto mi fa venir voglia di replicare subito questa ricetta! un bacione.

    RispondiElimina
  15. ...adoro la pasta con le sarde... provero' la tua ricetta!!!

    RispondiElimina
  16. Beh io non adoro le sarde,ma questo piatto lo divorerei...ha un aspetto bellissimo ed una composizione elegantissima e raffinatissima :-9 complimenti Kiara

    RispondiElimina
  17. che buona la pasta con le sarde! :P

    RispondiElimina
  18. anche io adoro i programmi di cucina, mi pare che ultimamente ce ne siano una infinità di tutti i tipi e per tutti i gusti! la tua pasta è super!

    RispondiElimina
  19. Alssandro Borghese non mi è particolarmente simpatico, ha l'aria di tirarsela un po'! Ma al di là della persona questo piatto l'adoro con quel gusto legermente agrodolce. E mi piace un sacco la presentazione. Un bacione, buon we

    RispondiElimina
  20. Una receta maravillosa, me encantó. Tener un buen fin de semana. Besos, Marta

    RispondiElimina
  21. Bella e buona!Mi piace la tua presnetazione!

    RispondiElimina
  22. Ué! Ma lo sai che sei proprio brava?! questo è un piatto bello ma non proprio ovvio e scontato da fare, mica per nulla, "Borghese non è paglia" come si dice da noi
    MI prendo un paccherino ;))
    molto belli i complementi in legno

    RispondiElimina
  23. Ciao Kiara, sappiamo che non vuoi ricevere premi ma il tuo blog è troppo bello per non ricevere un nostro riconoscimento (non importa che tu contraccambi!!). E poi sei stata così carina con noi all'inizio della nostra avventura che ci è venuto spontaneo farti comunque questa sorpresa...
    Buon weekend.

    RispondiElimina
  24. Io adoro Alessandro *_____* xD
    complimenti Chiara :)

    RispondiElimina
  25. Complimenti sia per la ricetta che per la bella presentazione!

    RispondiElimina
  26. Complimenti è bella la presentazione e ottima la ricetta!!! un abbraccio :)

    RispondiElimina
  27. BUONISSIMA RICETTA DELLA TRADIZIONE SICILIANA, CON UNA BELLISSIMA E DIVERSA PRESENTAZIONE1

    RispondiElimina
  28. Kiara questa mi conquista! Le sarde mi piacciono molto cosi' come questa ricetta di ispirazione sicula come le mie origini :)

    RispondiElimina
  29. Bellissima presentazione - un piatto sicuramente molto saporito.

    RispondiElimina
  30. Veramente gustosa questa pasta, e che presentazione! CIAO SILVIA

    RispondiElimina
  31. Kiara anche io guardo spesso la trasmissione e ho visto questa ricetta. :-)

    Ora che la garantisci tu la proverò di sicuro, peraltro ti è venuta benissimo!

    :-)

    RispondiElimina
  32. Grazie Kiara :-) ...anche io in questo periodo vedo tutto ciò che riguarda la "cucina", questa pasta mi sembra molto appetitosa e presentata benissimo, bella anche la foto.
    un saluto
    ale

    RispondiElimina
  33. Sono appena tornata dal regno della pasta con le sarde, la splendida Sicilia! Ho mangiato una versione "tinta" con un velo di pomodoro, molto delicata. Ora aspetto che mi arrivi il mega pacco spedito con quella vera vera, sicuramente più saporita. Un saluto!

    RispondiElimina
  34. Carissima Chiara!!
    Mamma mia che presentazione, mette davvero fame!
    E poi volevo darti un grande bacio con abbraccio per il grande lavoro che stai facendo! Sei davvero preziosa !

    Grazie di cuore
    Barbara

    RispondiElimina
  35. Conosco questa trasmissione Kiara piace tanto anche a me dopo poi c'è Gordon quindi un motivo in piu per seguirla:D!!!ottima ricetta e bellissima presentazione Kiara sembra quasi di sentirne il profumo!!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  36. Questa pasta starebbe bene nel mio contest per la versione new age :-)
    Vorresti partecipare?? Basterà ripubblicare la ricetta ;-)
    http://leleccorniedidanita.blogspot.it/2012/05/geografia-in-tavola-ricette-ditalia-il.html

    Ti aspetto!!! :-)

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...