venerdì 30 marzo 2012

PISSALADIERE

Teglia rotonda Keramia Guardini

La pissaladiere è una pizza rustica a base di cipolle, olive nere e acciughe. È di origine francese, in particolare provenzale, della Costa Azzurra. La versione poi esportata in Italia, in Liguria (in particolare nella zona di Imperia), ha preso il nome di pizzalandrea e ha visto aggiungere in pomodori alla ricetta e eliminare gli aromi di timo e alloro. Pare che Garibaldi, nato a Nizza, gradisse avere spesso a tavola questa particolare focaccia dal sapore rustico.

Ecco la ricetta, trovata sul numero di marzo 2011 de La Cucina Italiana:

300 gr di farina (per me farina 00 per Pizza Molino Rosignoli)
250 gr di cipolla
150 gr di pelati Mutti
6 gr di lievito di birra
olive nere
olio extra vergine di oliva
sale

Mescolate la farina con il lievito sbriciolato poi impastatela con 180 gr di acqua, un cucchiaio di olio e sale. Raccogliete la pasta a palla, copritela con un telo umido e lasciatela lievitare finchè non sarà raddoppiata di volume. Nel frattempo affettate la cipolla, cuocetela in padella con un velo d'olio e un goccio d'acqua per circa 10', poi allargatela su un vassoio per farla raffreddare. Quando la pasta è lievitata stendetela in una teglia unta d'olio. Sminuzzate i pelati, distribuiteli sulla pasta e conditeli con un filo d'olio e sale. Stendete sopra le cipolle, le acciughe, le olive e infornate a 230°C per circa 18-20' (regolatevi con il vostro forno).

Teglia rotonda Keramia Guardini

28 commenti:

  1. ti è venuta fuori benissimo,complimenti cara e buon we

    RispondiElimina
  2. super pizzaaaaaaaaa!!! che buona, che delizioso condimento!!!

    RispondiElimina
  3. Amazza che buonaaaaaaaa baci e buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  4. Ogni tanto la faccio anche io..è buonissima..la tua versione è diversa dalla mia ma mi paice..io non metto la passata..

    RispondiElimina
  5. Chiara è meravigliosa, complimenti!
    Sai che non ho mai provato a farla? Mi appunto la tua ricetta e spero di farla al più presto!
    Un bacione

    RispondiElimina
  6. Mai assaggiata e solo a vederla sono certa che è una vera squisitezza!! Da provare...Un bacio a te e alla piccolina!!

    RispondiElimina
  7. caspita, a quest'ora poi!!! ti dispiace se ne prendo un trancio? tanto per non sembrare maleducata. Baci

    RispondiElimina
  8. non sapevo avesse questo nome! mi gusta un sacco...amo le pizze saporite! (poi l'alito xò ihihih)

    RispondiElimina
  9. Che buona kiaretta....te la posso copiare???
    un bacione!

    RispondiElimina
  10. Chiamala come vuoi ma la pizza è sempre la pizza, questa poi ha un aspetto moooolto invitante, sarà perchè adoro le acciughe! Bravissima :-)

    RispondiElimina
  11. un bacio ad iris e un complimento alla mamma per questa squisitezza!

    RispondiElimina
  12. Conoscevo solo il nome di questa torta salata, ma non la ricetta...mi piace moltissimo! Baci

    RispondiElimina
  13. non si puo' rinunciare ad una porzione

    RispondiElimina
  14. ottima!
    mangiata nell'ultima incursione a paris! :)

    RispondiElimina
  15. Oddio che spettacolo questa specie di pizza. Poi con cipolle, acciughe e olive deve essere favolosa

    RispondiElimina
  16. Ciao Kiara!! Buona questa pizza "pissaladiere" non sapevo si chiamasse così e nemmeno che provenisse dalla Francia!
    A presto e un bacione alla tua piccola!!!
    Tania

    RispondiElimina
  17. che piazza super buona e che condimento da leccarsi i baffi!!!buona doemnica :)

    RispondiElimina
  18. E' uno spettacolo questa pizza ed io quando la preparo a casa la cipolla non mi deve mancare mai...la mia preferita è appunto tonno e cipolla detta anche :" baciami dopo"!!!

    P.S. potresti partecipare al mio contest con questa ricetta...se ti va, è proprio azzeccatissima!!!!
    http://capricciosaepasticcionaincucina.blogspot.it/2012/03/e-tu-di-che-colore-sei-1-contest.html

    RispondiElimina
  19. amoruccia Pina mia!! questa è la pizza che facevi quando ci siamo sentite per tel mi sa eh! ehhehe te l'avevo detto che la conoscevo ma ignoravo il nome e soprattutto la storia!! brava! nonostante l'impegno che comporta una bimba cosi piccola sei sempre all'opera <3 <3

    RispondiElimina
  20. Ciao Kiara, complimenti per il tuo blog da oggi ti verrò a trovare più spesso :-D un abbraccio! Ps è rimasta una fetta di questa bella pizza? C'ha una faccia!!!! E te lo dico io che sono napoletano :-D ciao!!!!

    RispondiElimina
  21. che fame!!! buonissima...complimenti anche a te per il meraviglioso blog!

    RispondiElimina
  22. Mi piace questa pizza che mangiavo in Provenza, ora che ho la ricetta me la preparo!!!
    Grazie, saluti e un baciotto alla piccolina

    RispondiElimina
  23. Mamma mia che bella!!! Troppo golosa!

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...