venerdì 22 giugno 2012

TRECCIA di PANE all’OLIO


Ragazze il conto alla rovescia è iniziato: ancora pochi giorni e si rientra al lavoro! Chissà quanti cambiamenti mi aspettano…nella speranza siano tutti positivi! Incrociamo le dita…nel frattempo la mia piccola ha iniziato la fase dello svezzamento. Da lunedì una pappa al giorno! Pare le piacciano ed io non posso che esserne contenta! Sembra gradirne il sapore…mangia come un maialino e dopo il pasto crolla in un sonno profondo! Nelle due/tre ore che fa di pisolino dopo il pranzetto, posso dedicarmi alla mia passione preferita: la cucina ed in particolare i lievitati, come questo pane che vi propongo oggi. La ricetta l’ho trovata sul blog di Paoletta, alias Anice e Cannella.


Vi riporto qui di seguito la sua ricetta con le mie modifiche tra parentesi:
Ingredienti:
600 gr farina 0 (io 500 gr di farina 0 e 100 gr di germe di frumento tenero Molini Rosignoli)
315 gr acqua
35 gr olio evo
7 gr sale
12 gr di lievito di birra fresco
5 gr strutto (io l’ho sostituito con altrettanto burro)
1 tuorlo piccolo (o metà di 1 grande)
Procedimento:
Far sciogliere il lievito nell'acqua, nel frattempo mettere la farina in una ciotola capace, poi versarvi piano piano l'acqua con il lievito (in questo modo si assorbe meglio) e iniziare ad impastare o a mano o nell'impastatrice. Aggiungere il sale e, dopo che l'impasto inizia ad incordare, il tuorlo, poi l'olio e lo strutto. Impastare bene per circa 20 minuti e far lievitare ben coperto per circa 1 ora e 1/2.
Riprendere ora l'impasto, sgonfiarlo sulla spianatoia e spezzare in pezzi da 90/100 gr circa. Proseguire lavorando il pane con le forme che ci suggerisce la fantasia.
Mettere il pane formato sulle teglie coperte da carta forno e coprire con un panno umido, vaporizzando ogni tanto. Far lievitare 1 ora, pennellare di olio evo e infornare a 220° con un pentolino di acqua messo in forno appena acceso.
Dopo 10/15 minuti, togliere l'acqua e proseguire la cottura a 190° fino a doratura.

La treccia l'ho spolverizzata con dei semi di sesamo Melandri Gaudenzio.

22 commenti:

  1. mi stai tentando ad accendere il forno....

    RispondiElimina
  2. cosa dire... non ho parole se non BRAVISSIMA. ciao kiara

    RispondiElimina
  3. il problema del pane fatto in casa è che nn smetteresti mai di mangiarlo!! vero??
    baci

    RispondiElimina
  4. Il tuo pane è così perfetto che sembra comprato!
    Complimenti anche per il blog, mi sono iscritta tra i lettori! Baci

    RispondiElimina
  5. ti è venuta benissimo tesorooooooo!! complimenti davvero...

    RispondiElimina
  6. Dai Chiara ti farà bene tornare con i grandi! la tua picola Iris te la godrai ancora di più!bellissima ricetta!! bravissima!! buon week end

    RispondiElimina
  7. Ma ti è venuto troppo bene! Bravissima!!!!

    RispondiElimina
  8. ciao Kiara, che bel pane hai sfornato!! ancora Iris non può apprezzare le bontà che le cucina la sua mamma!! ancora qualche mese e poi...gnam gnam
    un abbraccio
    anna

    http://profumidipasticci.blogspot.it

    RispondiElimina
  9. Kiara questo pane è splendido! complimenti davvero :)

    RispondiElimina
  10. E' Perfetto questo pane Kiara.
    ciao
    Antonella cioccomela.blogspot.it

    RispondiElimina
  11. Ciao Kiara! bellissima questa treccia di pane all'olio..direi che con Paoletta non si sbaglia ma tu sei stata bravissima a reinterpretarla! in bocca al lupo per il rientro al lavoro, per me è stato un momento particolare, sia col primo che col secondo bimbo, ma poi a tutto ci si abitua e si inizia una nuova quotidianità, che non necessariamente è peggio della precedente!! un bacione, Francy

    RispondiElimina
  12. bellissima treccia, ha una lievitazione ottima!!!

    RispondiElimina
  13. ...che meraviglia di pane............
    Il rientro è sempre traumatico, ma affrontalo serenamente...vedrai che andrà tutto bene!

    RispondiElimina
  14. Ma sei diventata una panificatrice professionista!??!??! :) grazie tesoro bello!
    baciiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  15. bello....veramente concordo con Barbara..baci.

    RispondiElimina
  16. Ma non valeeeeeeeeeeeeeee cosi con questa ricetta metti in discussione la mia vincita al contest di Barbara!!!! E' meravigliosooooo!!!!!!! brava tesoro!!! un abbraccio a te e tua bimbetta!!!

    RispondiElimina
  17. uff mannaggia al fuso orario...volevo dire metti in discussione la possibilita' di vincere....

    RispondiElimina
  18. che meraviglia! Pappa e sonno, la immagino con le gotine rosee mentre dorme serena nel suo lettino :)
    Buon rientro al lavoro Kiaretta!
    Curiosa l'aggiunta del tuorlo nel pane
    baci

    RispondiElimina
  19. ciao kiaretta, come va la bimba con sti caldi? Poverini così piccoli a morire di afa...

    Se ce la fai col tempo ti andrebbe di partecipare al mio contest?

    http://www.labarchettadicartadizucchero.com/2012/06/io-amo-i-lamponi-il-contest.html

    RispondiElimina
  20. Bellissima questa treccia, sembra morbidissima!!! Complimenti!

    RispondiElimina
  21. Bravissima...ok,perdo le speranze di vincita..

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...