mercoledì 22 agosto 2012

QUICHE di FORMAGGIO con FINOCCHI

Pirofila a pois Green Gate

Il post di oggi lo voglio dedicare a una persona che non c'è più, che si è spenta lunedì dopo anni di battaglie. Una donna forte e risoluta, la madre del mio migliore amico, Marco, che ho conosciuto la sera del mio 18° compleanno, ben 16 anni fa... Una donna che ha sfidato il nemico, tenedogli testa fino alla fine...purtroppo però, il nemico in questione, ha giocato sporco fin dall'inizio. Come nelle peggiori partite truccate, si sapeva che alla fine avrebbe comunque vinto lui, ma Lei lo ha combattuto a testa alta fino alla fine, per anni ed anni. L'unica cosa che non riesco a spiegarmi è perchè, se un Dio esiste (e sono certa sia così) debba accanirsi e far sì che succedano certe cose a persone che non lo meritano; con tutta la gente cattiva che c'è a questo mondo, non può far venire certi mali a loro?

Ingredienti:
100 gr di robiola
250 gr di ricotta
200 gr di pasta sfoglia
50 gr di latte
2 albumi
1 finocchio
olio extra vergine di oliva
10 gr di burro di cacao da cucina Venchi*
sale
pepe


Per prima cosa mondate i finocchi e tagliateli a fettine. In una padella antiaderente (per me Illa Cook&Love) fate rosolare il burro di cacao e aggiungete i finocchi, facendoli cuocere a fuoco dolce fino a che non risultaranno teneri. Lavorate la robiola con la ricotta, gli albumi e il latte. Mescolate aggiustando di sale e pepe. Stendete la pasta sfoglia e con essa foderate una pirofila o una tortiera, poi bucherellate la pasta con i rebbi di una forchetta. Riempite con il ripieno e infornate a 180°C per circa 35-40’. Sfornate la quiche e lasciate intiepidire. 

*Il burro di cacao è il grasso naturale contenuto nelle cabosse di cacao, naturale al 100% e ricco di acidi grassi.  Ideale per una cucina salutare, ha un alto punto di fumo (temperatura a cui un grasso alimentare riscaldato comincia ad alterarsi diventando dannoso per la salute), non contiene colesterolo né grassi idrogenati.

Pirofila a pois Green Gate

22 commenti:

  1. perchè le cose peggiori capitino spesso a chi meno se lo merita me lo chiedo sempre anch'io, ce lo chiediamo tutti penso... :(
    ricetta gustosa e interessante come sempre! ciao!

    RispondiElimina
  2. Purtroppo queste domande prima poi tutti ce le poniamo..e no non si trova mai una risposta...purtroppo.
    La tua torta rustica è molto bella!
    Buona serata :-)!
    Elisa

    RispondiElimina
  3. mi spiace moltissimo! queste donne sono donne da prendere ad esempio per tenacia e forza e sono sicura che ha dato forza anche alla sua famiglia. un abbraccio a voi 3 ed a Marco, baci, Barbara

    RispondiElimina
  4. kiara, spesso me la faccio anche io questa domanda e sono arrivata a darmi anche una risposta. Dio chiama in paradiso proprio queste belle persone perchè di quelle cattive non sa cosa farsene. un bacio kiara

    RispondiElimina
  5. Purtroppo Chiara ci sono domande per le quali non troveremo mai le risposte, proprio come quella che ti sei posta tu. Chi sa magari in un'altra dimensione troveremo tutti il senso delle cose, io lo spero. Ma oltre a queste considerazioni voglio anche ringraziarti per la visita al mio blog, sei stata molto gentile :) e poi ho trovato questa torta salata super! Io le adoro tutte le quiche. Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Ciao mi dispiace per questa perdita. Credo che per quanto possiamo porci delle domande le risposte dipendano solo da ciò in cui noi crediamo. Io penso che il Signore dia a chi ha la forza di sopportare.
    Bella tua quiche! Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Ciao Chiara, mi dispiace tantissimo. Purtroppo non ci sono risposte a queste domande, o meglio, ognuno da la risposta che più sente vicina al proprio modo di credere e pensare... Questa quiche è meravigliosa, ti abbraccio forte forte.

    RispondiElimina
  8. Un pensiero va per prima cosa a quell'angelo che ha saputo combattere fino all'ultimo, a testa alta e con coraggio. Credo anche io che alcune cose non possono purtroppo essere spiegate, fino a che non saremo padroni di una conoscenza più alta e completa.. a noi, ora, resta solo l'amarezza di vedere persone buone soffrire, andarsene, lasciando un vuoto incolmabile. Un abbraccio forte al tuo amico e a te, Kiara. La tua quiche è stupenda e il suo sapore deve essere delicatissimo. Complimenti cara, di cuore. Un bacione

    RispondiElimina
  9. purtroppo è così le persone migliori se ne vanno sempre presto, mi dispiace tantissimo....mi piace questa versione di quiche..baci.

    RispondiElimina
  10. E' davvero così, troppo spesso capita di apprezzare fino in fondo, fino all'ultima battaglia, il valore di certe persone...
    quasi come se "gli altri", quelli che se lo meriterebbero, non fossero all'altezza di una prova tanto grande. Un abbraccio ed un pensiero luminoso anche per il tuo caro amico (e un grazie per l'idea della tua quiche)
    a presto!

    RispondiElimina
  11. wow! fantastica! mia mamma fa i finocchi in forno con la besciamella, ma questa tua quiche li supera di sicuro (non glielo dire!). Troppo golosa, amo questo tipo di piatti!

    RispondiElimina
  12. PS non trovo il bottone Mi Piace sulla tua pagina di facebook... so' cecata o proprio non c'e'?

    RispondiElimina
  13. come ti sono vicina e capisco il tuo dolore e rabbia

    RispondiElimina
  14. Purtroppo la vita è così, spesso ingiusta... Mi dispiace per la mamma del tuo amico :-(

    RispondiElimina
  15. Proprio grazie a queste persone forti, che combattono tutti i giorni, così attaccate alla vita, capisco che la vita, pur piena di sofferenze è meravigliosa e vale la pena di essere vissuta. Perchè succedono queste cose alle persone buone? Forse proprio per aiutare quelle più deboli a combattere...

    RispondiElimina
  16. Non riusciremo mai a dare delle risposte a delle cose del genere ... il nostro compito è solo quello di accettare ma non è assolutamente facile (o possibile).
    Ho perso un cugino poco più di un mese fa ed ovviamente non me ne capacito ... era una persona favolosa e sempre disponibile per tutti, giovane se vogliamo poco più che cinquantenne e che ha dovuto lottare per ben cinque anni ... come si fa a vivere sapendo di non riuscire a farcela?? Eppure cercano di combattere e di essere forti soprattutto davanti agli altri ... ed è una cosa semplicemente da ammirare!!! :-((((
    Un abbraccio forte ed uno ancora più grande al tuo amico

    RispondiElimina
  17. la tua è una delle annose domande che ci poniamo tutti da sempre. Anche io me lo sono chiesta più volte nella mia vita...
    La ricetta è favolosa, complimenti!!!

    RispondiElimina
  18. Wow, sembra davvero buono! Complimenti, hai acquistato una nuova follower! Passa da me se ti va. Un abbraccio, Ladyfairy

    www.ladyfairy-scloset.blogspot.com

    RispondiElimina
  19. Eccomi tra i tuoi fan!Coplimenti hai davvero un blog bellissimo!!Se ti v passa a trovarmi nella mia cucina,mi farebbe molto piacere!!

    RispondiElimina
  20. questa quiche è davvero fantastica! leggera, con poco colesterolo ma soprattutto moooolto appetitosa! mi segno subito la ricetta!

    complimenti per il blog, l'ho scoperto da poco per caso ma ho già sbirciato altre tue ricette, tutte bellissime! brava! mi sono anche aggiunta ai lettori fissi :)
    da pochissimo ne ho uno anch'io, passa a visitarlo se ti va!
    a presto,
    Michela

    RispondiElimina
  21. I do agree with all of the ideas you have offered to your post.
    They are very convincing and can definitely work. Nonetheless, the posts are very quick for beginners.
    May you please extend them a bit from subsequent time?
    Thank you for the post.

    My webpage ... payday loans no credit check

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...