mercoledì 30 ottobre 2013

BARM BRACK CAKE, la tradizionale merenda di Halloween…

-->

…uno dei simboli della gastronomia irlandese, tanto che ne parla persino James Joyce in Gente di Dublino. Si prepara in occasione della festa di Halloween e si serve con burro o marmellata, insieme al tè del pomeriggio: al suo interno nasconde un anellino, augurio di felicità e matrimonio imminente per il fortunato che lo trova.

Ho letto su una rivista che un tempo, il lievito utilizzato per questo tipo di preparazione, fosse ottenuto “scremando” la birra in fermentazione. Un “trucco” ancora oggi utilizzato per preparare barm brack ancora più deliziosi è quello di mettere in ammollo le uvette in tè freddo molto forte, per tutta la notte: se lo farete anche voi, dovrete impastare il pane con ancora più delicatezza per evitare che la frutta, così ammorbidita, di rompa.

Oltre che con il tè del pomeriggio, questo dolce è ottimo a colazione, tagliato a fette e leggermente tostato.

Vi riporto di seguito la ricetta tradizionale. Io l’ho modificata a mio piacimento, dal momento che a casa mia, il solo nominare la frutta candita fa accapponar la pelle…a me non dispiace affatto ma i gusti son gusti…


500 g di farina (per me farina 00 Dolci e Sfoglie MoliniRosignoli)

200 g di latte

120 g di uvetta zibibbo

100 g di uvetta sultanina

120 g di zucchero (per me Zefiro Eridania)

80 g di burro

60 g di scorza d’arancia candita

30 g  di cedro candito

io ho sostituito la frutta candita con 100 g di mandorle tritate grossolanamente

12 g di lievito di birra

5 g di sale

1 uovo

cannella in polvere (per me Ariosto)

noce moscata (per me Ariosto)

Raccogliete in una ciotola la farina, un cucchiaino di cannella, una grattata di noce moscata, 60 g di burro morbido e il sale. Lavorate con le punta delle dita per intridere di burro la farina, poi unite 80 g di zucchero e trasferite tutto nella ciotola dell’impastatrice. Ammollate in acqua l’uvetta. Sciogliete il lievito di birra in due cucchiai di latte tiepido. Avviate l’impastatrice con la frusta a gancio e unite poi, nell’ordine: il latte tiepido, quello con il lievito sciolto, l’uovo sbattuto. Amalgamate bene, quindi spegnete l’impastatrice, aggiungete l’uvetta scolata e strizzata e le mandorle. Proseguite impastando delicatamente a mano. Lasciate lievitare l’impasto ottenuto per circa 2 ore, coperto con un telo umido: deve raddoppiare di volume. Lavorate di nuovo l’impasto, fatene un panetto e nascondete al centro l’anellino. Trasferite l’impasto in una teglia con stampo a cerniera (per me Guardini) precedentemente imburrato. Copritelo con un telo umido e fatelo lievitare ancora per altri 40’. Infornate a 180°C per 50’. Preparate uno sciroppo sciogliendo lo zucchero rimasto in 3-4 cucchiai d’acqua. Trascorsi i 50’ sfornate la torta, spennellatela subito con lo sciroppo su tutta la superficie, versatevi sopra lo sciroppo rimasto, aspettate qualche secondo perche se ne imbeva, poi infornate nuovamente completando la cottura in altri 10’.

Con questa ricetta partecipo al contest di Blueberry Muffin Bakery:

14 commenti:

  1. una ricetta davvero originale, non la conoscevo ma mi sembra veramente buona!! tra l'altro ho visto che tra gli ingredienti c'è la cannella e se ti va potresti partecipare al mio contest!

    RispondiElimina
  2. deve essere davvero buonissimo, è bello scoprire tradizioni che non si conoscevano!
    un abbraccio Linda

    RispondiElimina
  3. lo conoscono in pochi! l'ho postato qualche giorno fa, proporzioni un pochino diverse e ho usato il thè nero che dà un profumo spettacolare e anch'io stesso contest :-) ci leggiamo nel pensiero?

    RispondiElimina
  4. non lo sapevo e sembra buonissimo!!!

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia Chiara!! Un dolce da togliere il fiato ^_^ Bravissima!! E approvo in pieno la sostituzione dei canditi con le mandorle.

    RispondiElimina
  6. Non conosco la ricetta ma è molto invitante tutto da provare !!!!!
    Un abbraccio ;-)))

    RispondiElimina
  7. Anch'io avrei sostituito i canditi con le mandorle...ottimo dolce che non conoscevo!!! Me lo segno! :)))
    Buona serata!

    RispondiElimina
  8. Non conoscevo questa ricetta e la trovo molto gustosa (e nutriente :-D).
    Bravissima!
    la zia Consu

    RispondiElimina
  9. Non conoscevo questo pane tipico per halloween. Mi piace molto il fatto che ci sia la frutta secca all'interno. Me lo segno e lo preparo :) e provo a convertirlo col lievito madre :)

    RispondiElimina
  10. non lo conoscevo ma deve essere superlativo! Quanto lo vorrei assaggiare.... Buona serata!!

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...