venerdì 4 luglio 2014

Crostata con robiola e amaretti


Quando vidi la foto e la ricetta di questa torta, sullo splendido blog di Lilli, fu amore a prima vista. Mi succede spesso d'innamorarmi, soprattutto con i dolci. E questa crostata, credetemi, merita tutto l'amore del mondo perchè è un qualcosa di indescrivibile! Buonissima e da sapore particolare conferito dalla robiola in contrasto con l'amarognolo del biscotto. Dovete assolutissimamente provarla! Grazie Lilli per avermela fatta conoscere! Per la ricetta originale vi rimando al Suo blog! Io comunque ve la riporto qui di seguito, pari pari, con le mie modifiche tra parentesi.
Detto questo, non mi resta che augurarvi un meraviglioso week end!
Per me sarà splendido...torna la mia principessa!

INGREDIENTI:

per la frolla: 
400 gr di farina (per me farina 00 per Dolci e Sfoglie Molini Rosignoli)
250 gr di burro
200 gr di zucchero (per me Zefiro Eridania)
2 uova
sale fino

per il ripieno:

400 gr di robiola
120 gr di zucchero (per me Zefiro Eridania)
2 uova
150 gr di amaretti

lamelle di mandorle (io non le avevo, ho ricoperto la crostata con una decorazione di zucchero a velo)

1 Preparate la frolla impastando rapidamente tutti gli ingredienti, formate una palla, copritela con della pellicola e lasciatela riposare almeno mezz'ora in frigorifero.
2 In una ciotola lavorate la robiola con lo zucchero, incorporate i tuorli continuando a montare con una frusta, amalgamate gli albumi montati a neve ben ferma.
3 Tritate gli amaretti e aggiungeteli al composto, amalgamate.
4 Accendete il forno a 180°C, riprendete la pasta, dividetela in due parti, stendete con un mattarello due dischi, imburrate uno stampo o ricoprite di carta forno, adagiatevi il primo disco di pasta frolla, versatevi il composto di amaretti e formaggio, coprite con il secondo disco, chiudete bene i bordi.
5 Cuocete la torta per 30 minuti, la frolla deve essere dorata, se necessario cuocete altri 10 minuti, lasciate raffreddare prima di sformare su un piatto da portata, mettete in frigorifero per far rassodare il formaggio, cospargete con lamelle di mandorle (quest'ultimo passaggio, come anticipato, io l'ho omesso; ho sostituito le lamelle di mandorle con dello zucchero a velo).
Coltello taglia e servitorta Store Montemaggi

8 commenti:

  1. Certo che è particolarissima!!! Eli (Lilli) è una grande e tu non sei da meno. Questa crostata è incantevole solo a guardarla..... non posso immaginare cosa sia all'assaggio ^_^
    Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica!!! Non è solo incantevole, credimi, è buonissimissima!!! E te lo dice una che non ama particolarmente gli amaretti....

      Elimina
    2. ragazze ma grazie mi imbarazzo, siete troppo carine! mi fa tanto piacere che vi piaccia (Kiara la tua è molto più bella!), quando l'ho assaggiata l'ho trovata irresistibile e subito ho voluto riproporla! un bacio grande a entrambe!

      Elimina
  2. Guarda che bel dolcigno che ha sfornato la mia Chiaretta! Io invece, vorrei che qualche nonno si portasse via Duccio, anche solo per una notte! Bacioneeeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah! Resisti!!! Ti capisco tesoro! Anche Iris soffriva d'insonnia...ed io uno zombie...ma è una fase...un po' lunghina, ma passerà!!!!! Ti abbraccio!

      Elimina
  3. Bella e originale questa crostata!!!!

    RispondiElimina
  4. beh hai fatto bene, quelle decorazioni sono carinissime! e la torta sono certa sia molto, molto buona, da provare!

    RispondiElimina
  5. Wow! sembra qualcosa di delizioso davvero... riuscirò a resistere dall'andare a prendere gli ingredienti non appena si sveglia il mio compagno??? :)

    http://langolodellacasalinga.blogspot.it/

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...