lunedì 23 marzo 2015

Tonno panato con pesto cetarese




Oggi vi propongo un'autentica delizia, ma prima di passare alla ricetta, voglio ringraziare il negozio online di ricambi auto. Qui potete trovare pezzi di ricambio di alta qualità a prezzi davvero convenienti!
E ora torniamo a noi e al nostro piatto. Questa volta ho voluto stupire mio marito con un piatto particolare, almeno nella presentazione, poichè l'esecuzione è a dir poco elementare. Se vi dico dove ho trovato la ricetta vi mettereste subito a ridere, quindi perchè no? Non so se capita anche a voi. Ditemi di si, vi prego, perchè in caso contrario vorrebbe dire che ho seri problemi mentali. Vado in biblioteca e puntualmente devo portare a casa qualche libro di cucina. Su Amazon ordino quasi solo ed esclusivamente libri di cucina (o accessori particolari che mi servono per cucinare). Se mi fermo in edicola, è solo per acquistare riviste di cucina. Se non dormo la notte, penso a che piatti particolari preparare nel week-end. Nella sala attesa del dentista, se, sfogliando una rivista, mi capita tra le grinfie una ricetta come questa, mi guardo a destra e a sinistra e zac...strappo la pagina che, repentinamente, scivola nella mia borsa...ecco, l'ho confessato. Succede anche a voi? Fate outing insieme a me, suvvia...
Ingredienti per 4 persone:
700 g di tonno fresco
3 uova
200 g di pane grattugiato
200 g di farina
olio per friggere

Per il pesto cetarese:
100 g di prezzemolo (solo le foglie)
40 g di pomodori secchi
5 filetti di acciuga sott’olio
1 cucchiaio di colatura d’alici (lo si trova tranquillamente in pescheria)
100 g di olio extra vergine di oliva

Preparate prima di tutto il pesto cetarese: frullate insieme tutti gli ingredienti, quindi coprite il pesto con una pellicola e mettetelo in frigorifero per mezz’ora.
Tagliate il tonno in 4 tranci a forma di parallelepipedo. Passate ogni pezzo prima nella farina, quindi nelle uova sbattute e infine nel pangrattato, girandoli da tutte le parti e premendo bene con il palmo delle mani.
Scaldate abbondante olio in una padella dai bordi alti e friggete un pezzo di pesce per volta, per circa 3 minuti, tenedolo completamente immerso nell’olio. Tagliate ogni pezzo in fettine, servite con un cucchiaio di pesto.










15 commenti:

  1. Adoro il tonno e la tua preparazione e anche bella da vedere..
    Lia

    RispondiElimina
  2. Un magnifico secondo piatto, complimenti!

    RispondiElimina
  3. Un piatto a dir poco delizioso! Non conoscevo questo pesto ed ora sono curiosissima di provarlo.
    Buona settimana e un abbraccio

    RispondiElimina
  4. una vera delizia, grazie di averla condivisa!
    buona settimana
    Alice

    RispondiElimina
  5. ahahah...anche io sono come te!!! se non dormo penso a quali piatti cucinare...MERAVIGLIOSO!!!
    A questo tonno cotto così non c'avevo mai pensato.
    Molto sfizioso anche per i bimbi.
    Un saluto

    RispondiElimina
  6. meravigliosa ricetta! Il tonno ha un aspetto davvero superbo!

    RispondiElimina
  7. Con questo pesto deve essere una vera golosità ! Complimenti per la presentazione e buona giornata !

    RispondiElimina
  8. Non so dirti cosa non farei per assaporare questa delizia. Il tonno, appena cotto in superficie e rosso all'interno, la panatura sfiziosissima, il pesto fresco e sferzante..... è un piatto meraviglioso!! Bravissima.

    RispondiElimina
  9. Vai tranquilla, io faccio lo stesso. Però invece di strappare le pagine delle riviste le fotografo con il cell :-)
    Questo tonno deve essere delizioso, mi piace quando il tonno rimane rosato dentro e la panatura deve dare un tocco speciale

    RispondiElimina
  10. Raffinatissima questa tua ricetta Kiara, una delizia per il palato, bravissima!!!

    RispondiElimina
  11. Semplice? Ci proverò!
    La tua presentazione è molto raffinata....gravissima
    buona giornata

    RispondiElimina
  12. Mi sa che anche tu sei stata colpita da quella "malattia" comune a tanti/e blogger :-D Niente di grave comunque :-D
    Meritava lo strappo della pagina questa bellissima ricetta.

    Fabio

    RispondiElimina
  13. Mia cara, ma perché macchiarti di quest'onta? Io faccio la foto alla pagina, tieh!!!! Proprio spudorata!!! E cmq di fronte a questa delizia, hai fatto bene ad imboscarti il foglio!

    RispondiElimina
  14. come ti capisco, una ricetta così merita anche di essere rubata. Troppo forte, la tentazione è grande e grazie per averla condivisa. Buonissima e ben presentata!!!

    RispondiElimina
  15. il mio outing si chiama "parrucchiere" ;).
    Bella ricetta... gustosissima! Viva i dentisti...

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...