mercoledì 13 maggio 2015

TORTA di CIOCCOLATO

Giornate frenetiche. Tutte. Quelle passate e quelle che verranno. Almeno fino alla fine del mese sono messa male. Solo al pensiero mi viene voglia di seppellirmi. La casa cammina da sola. Appena ho un minuto spolvero, pulisco, lavo, stiro ma non mi sembra mai abbastanza. E poi lavoro, lavoro, lavoro e lavoro. Apro il frigo e mi fa l'eco. Nella mia testa la lista della spesa mi assale come un mantra. Ok esco a comprare qualcosa. Non riesco a organizzarmi in niente. Adesso esco, prendo la macchina e vado. Arrivata. Scendo, anzi no la sposto sull'altro lato perchè qui è in sosta vietata (ci manca solo la multa e poi chi lo sente mio marito). Laggiù c'è un buco e con una dozzina di manovre dovrei riuscire a infilarmici, poi...spesa arrivo. E dopo, programmare qualche post per il mio amatissimo blog. Coraggio, c'è chi ha affrontato sicuramente imprese più ardue. Eisenhower nello sbarco in Normandia, per esempio (l'ho imparato di nuovo ieri sera questo perchè la mia mente l'aveva cancellato). Lui però una torta così non se la poteva immaginare. Io si. Tiè. Eisenhower-Kiara 1-1. Palla al centro.
Ingredienti per 8 persone:
200 g di cioccolato fondente
una manciata di praline alla nocciola
100 g di nocciole sgusciate e sbucciate
180 g di zucchero di canna
3 uova intere
150 g di burro
Sciogliere il cioccolato a bagnomaria, poi togliere il recipiente dall’acqua e incorporare il burro a tocchetti. Lasciare intiepidire prima di aggiungere le uova, uno alla volta. Nel frattempo, accendere il forno a 170°C. tritare grossolanamente metà delle nocciole con due cucchiai di zucchero (io ho usato il praticissimo mixer Russel Hobbs) e aggiungerle al composto. Tritare finemente le nocciole rimaste con tre cucchiai di zucchero e incorporarle al composto di cioccolato, insieme allo zucchero rimasto. Versare in una teglia dal diamentro di 22 cm, foderata di carta da forno, e cuocere per 35’ circa. Rimane croccante fuori e morbida dentro. Volendo, potete omettere le praline e sostituire le nocciole alle mandorle. Io ho provato entrambe le versioni…semplicemente divine!

6 commenti:

  1. Eisenhower non l'avra mangiata, ma neanche io una fetta please :)
    Buona serata

    RispondiElimina
  2. davvero simpatica, ah ah!!!!Chissa' se te n'e' avanzata una fetta per le amiche foodblogger???tieni duro, anche per me e' un periodo difficile!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  3. eh si ti capisco, mille cose da fare e tempo zero per farle tutte, ma direi che con questa torta hai vinto tu sicuramente!

    RispondiElimina
  4. Golosità assoluta, tutta da assaporare !

    RispondiElimina
  5. :D sei un mito!!! dolcissimi e bellissimo mito! <3

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...