giovedì 18 giugno 2015

Brisée alla curcuma con salmone e asparagi selvatici


E tante grazie al mio papà ultraottantenne!
Gli ho letteralmente tritato le scatole con la raccolta degli asparagi selvatici. In età più idonea, tutti i mesi di maggio, andava per campi alla ricerca del preziosissimo ortaggio selvatico. Ultimamente aveva perso l'abitudine. Ma quest'anno l'ho martellatato dall'inverno scorso, dicendogli che una bella passeggiata al giorno non poteva di certo fargli male e intanto che c'era mi raccoglieva ciò che mi serviva per la mia ricetta. Detto fatto. Ne ha trovati pochi, una manciata, ma sufficienti alla realizzazione di questa torta salata buonissimissima! Quindi grazie ancora paparino, ti voglio un mondo di bene, anche se brontoli sempre! :-)


Per la brisée alla curcuma:
220 g farina
1 cucchiaio di curcuma
150 g burro
1 uovo
1 cucchiaio di latte freddo
1 cucchiaino di sale
1 pizzico di zucchero

Mettere a fontana la farina con la curcuma  su un tavolo da lavoro. Aggiungere il burro freddo a tocchetti, l'uovo, il sale e lo zucchero. Una volta che la pasta inizia a rapprendersi, aggiungere il latte e lavorare l'impasto finche' diventa liscio e omogeneo. Riporre in frigo fino al suo utilizzo (io l'ho preparat la sera prima, ma basta un'ora o mezz'ora in freezer).

Per il ripieno:
un mazzetto di asparagi selvatici lavati e puliti
200 g di salmone affumicato a fettine sottili
1 uovo intero
300 g di ricotta vaccina
1 cucchiaio di Grana Padano grattugiato
sale e pepe qb.

In una terrina lavorare la ricotta con l'uovo, aggiungere il Grana Padano grattugiato, un pizzico di sale e pepe e amalgamare. Stendere la pasta brisée a circa 3/4 mm di spessore e rivestire una teglia precedentemente imburrata e infarinata (per me teglia per crostate Guardini diam. 26 cm). Togliere la parte in eccesso (la userete poi per decorare la vostra torta) e bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta. Stendere uno strato di crema alla ricotta, appoggiare sopra le fette di salmone, ricoprire con la restante ricotta e gli asparagi selvatici. Preparare delle strisce con la pasta avanzata e disporle sopra la torta come più vi piace. Infornate a 200°C per circa 30'. Servire tiepida o fredda.

11 commenti:

  1. No ma che cosa carina... ♥
    Che collaborazione!
    Grande tuo papi!
    La torta è molto carina senz'altro sarà buona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, più che una collaborazione è stata una costrizione da parte mia nei suoi confronti...lui è un brontolone ma quando l'ha assaggiata si vedeva che era contento! :-) Grazie cara!

      Elimina
  2. Eccomi qui ....bellissima ricetta e troppo carino il tuo papa' ....grazie per il link non manchero'

    RispondiElimina
  3. Il tuo papino ti vuole proprio bene :-) ma almeno gliela hai fatta assaggiare vero?

    RispondiElimina
  4. Buonissima e troppo sfiziosa questa torta salata:)) e complimenti al tuo papà per la preziosa collaborazione:)) purtroppo è da un po' che non trovo gli asparagi selvatici altrimenti l'avrei provata di sicuro,rimando al prossimo anno:)).
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  5. Che buona, con il salmone li da un buon gusto !

    RispondiElimina
  6. Che buona ! Un accostamento di profumi sapori colori ...una meraviglia bravo anche il tuo papà che nelle sue passeggiate ha raccolto gli asparagi

    RispondiElimina
  7. Sfiziosissima questa torta salata, adoro gli asparagi! bellissime anche le foto e complimenti al tuo papà! un bacione!

    RispondiElimina
  8. deliziosa e molto sofisticata...praticamente da figurone ;)
    Buona domenica

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...