venerdì 7 ottobre 2016

Pane Polka


Il pane Polka è un pane tipico francese, soprattutto della valle della Loira e a colpo d'occhio assomiglia molto al nostro pane tartaruga per i tagli incrociati presenti sulla crosta.
L'esecuzione non è di certo delle più facili, poichè prevede ben tre tempi di lievitazione, ma il risultato vi appagherà.
Ho trovato la ricetta sull'ormai collaudato libro "Il pane fatto in casa".
Per la biga
115 g di farina (io ho usato una farina di forza, per lunghe lievitazioni)
120 ml di acqua
7 g di lievito di birra fresco
sale
Per l’impasto
450 g di farina 0
7 g di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di sale
280 ml di acqua tiepida

Per la biga impastare gli ingredienti aggiungendo man mano l’acqua finché si sarà assorbita.
L’impasto deve risultare appiccicoso.
Lasciar riposare in un luogo fresco coperto, a temperatura ambiente, per almeno 4 ore.
Trascorso il tempo capovolgere l'impasto su un piano di lavoro infarinato e impastare con la farina e il lievito dell'impasto, aggiungendo pian piano l’acqua. Per ultimo aggiunge il sale.
Incordare bene finché diventa liscio ed elastico (potete usare anche la planetaria) e lasciare riposare coperto per 2 ore circa.
Trascorso il tempo tirare fuori, dargli la forma tondeggiante e lasciare riposare un’altra ora coperto con carta oleata.

Spolverate la superficie della pagnotta (io ne ho fatta una grande ma potete tranquillamente realizzarne due uguali) con po’ di farina sopra, praticate dei tagli ad X con un coltello affilato mentre riscaldate il forno.

 
Dopo ulteriori 10 minuti di riposo infornare.
Spruzzare l’interno del forno con acqua e ripetere per altre tre volte (una subito all’inizio).
Infornare e cuocere per 25 minuti circa finché sarà dorato (i tempi di cottura e la temperatura è indicativa a seconda del forno)
Far raffreddare su griglia.


15 commenti:

  1. Cara Kiara, sai tutti i tipi di pane che si fanno in casa, ha me piacciono tanto, hanno sempre sopori speciali... Ciao e buona giornata, con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa bene!
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Oh si, ce l'ho anche io quel libro è ricco di spunti interessanti. brava l'hai eseguito alla perfezione direi! Come forma assomiglia a quello che ho postato io, potremmo fare uno scambio di assaggio :-))) buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai!!! Vengo a curiosare da te allora!!!!

      Elimina
  3. L'aspetto promette bene..aspetto il taglio ^_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trovi la foto dell'interno sul mio profilo Instagram. L'ho postata un po' di tempo fa...

      Elimina
  4. Che bello che ti è venuto e lo vedo molto bene per domani alla colazione con della confettura di frutta o con della nutella !

    RispondiElimina
  5. Ti e' venuto benissimo e mi sembra di sentire il profumo fin qui...bravissima come sempre Kiara:)).
    Un bacione e buon fine settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
  6. sono d'accordo con mery.i tuoi pani sono sempre belli oltre che buoni. ho letto che la pagnotta puo' essere appoggiata in teglia imburrata e infarinata.immagino faccia parte del procedimento tradizionale di questo pane?e' solo una curiosita'.a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie! Solitamente nel libro indicano così ma io ho sempre usato la carta da forno per pura praticità. :-)

      Elimina
  7. Ciao davvero molto interessante questo pane, mi piace sempre sperimentare nuove versioni e appena riesco proverò anche il tuo ;)! Peccato non essere riuscita a partecipare al tuo bel contest. Buona giornata Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NOn importa cara, sarà per la prossima volta! Stiamo preparando un altro contest, sempre in collaborazione con Villa Tilli, quindi vi aspettano altri week end da sogno!!!!

      Elimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...