Torta di Melanzane della Madonna


No, non è eccesso di zelo il mio. Questa torta si chiama proprio così. Poi, per dirla tutta, è talmente buona che si può anche pensare che sia a tutti gli effetti una Torta di Melanzane della Madonna. Ma il nome deriva dalla ricetta tipica catanzarese, preparata in occasione della festa della Madonna Addolorata (15 settembre). Si tratterebbe di melanzane ripiene fritte. Io ho usato il ripieno per una torta salata. Bontà!

Ingredienti
 
per la pasta brisée alla curcuma:
300 g di farina 00
150 g burro freddo a dadini
75 g acqua fredda
sale 
1 cucchiaino di curcuma
 
per il ripieno:
4 melanzane bio BioExpress
400 g di polpa di pomodoro (per me con pomodori freschi ramati BioExpress)
170 g di pecorino stagionato
150 g di pane raffermo
4 uova
1 spicchio d’aglio
1 mazzetto di prezzemolo BioExpress
1 mazzetto di basilico
4 cucchiai di pangrattato
olio extra vergine di oliva
sale
pepe
 
Preparare prima la pasta briseé: intridere la farina e la curcuma con il burro freddo e impastare aggiungendo l’acqua man mano e un pizzico di sale. Lavorare velocemente e far riposare in frigorifero per almeno mezz'ora (io di solito la preparo la sera prima). 
Ora dedicatevi al ripieno.
Incidete le melanzane nel senso della lunghezza e lessatele per 20’ in acqua bollente salata.
Quando sono morbide, scolatele, fatele intiepidire, strizzatele e svuotatele.
Non buttate le bucce delle melanzane (se volete fare le classiche Melanzane della Madonna ripiene, usatele come contenitore; se invece decidete di seguire la ricetta della torta salata, passatele nella farina e fatele friggere, sono ottime come snack).
In una padella soffriggete lo spicchio d’aglio in due cucchiai di olio evo, toglietelo e aggiungete la polpa di pomodoro, salate, pepate e cuocete per una decina di minuti.
Spezzate il pane, ammollatelo in poca acqua e fate riposare dieci minuti. Strizzatelo, tritatelo, unite la polpa delle melanzane, le uova sbattute, il pecorino grattugiato (tranne un paio di cucchiai), il prezzemolo e il basilico tritati.
Mescolate e unite il pangrattato fino a dare la giusta consistenza.
 
Stendete su un foglio di carta da forno e allo spessore di 4-5 mm la pasta brisee. Disponetela in una tortiera e praticate dei forellini sulla superficie con i rebbi di una forchetta. Rivestite la torta con un altro foglio di carta da forno e ricoprite con gli appositi pesi o con legumi secchi la superficie. Procedete con la cottura in bianco a 200°C per circa 15 minuti.
Estraete la torta da forno e farcitela con il composto di melanzane e pecorino. Spolverizzate la superficie con il pecorino tenuto da parte quindi infornate di nuovo per circa mezz'ora. Regolatevi con la temperatura dei vostri forni. Se la superficie tendesse a scurursi troppo, copritela con carta stagnola.
Servite la torta con la salsa di pomodoro oppure nappatela con la salsa  e passatela di nuovo in forno per ulteriori 5 minuti.

2 commenti

Tomaso
Cara Kiara, il nome della torta, mi è nuovo, ma dalle foto direi che deve essere squisita!!!
Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli