Risotto alle ortiche e raspadura

Risotto alle ortiche e raspadura
Eccoci ritrovati con l'appuntamento mensile de L'Italia nel Piatto . Il tema questa volta è "Erbe spontanee e piante aromatiche" . Per la Lombardia vi propongo un piatto tipico della tradizione milanese, della cucina povera contadina. Le ortiche erano infatti un vegetale facile da trovare nella campagna lombarda, sia in passato che ai giorni d'oggi.  E’ possibile preparare la ricetta con ortiche fresche, da raccogliere in natura durante una bella passeggiata. Fate attenzione a portare dei guanti con voi, saranno indispensabili per non rischiare di irritarvi. L’ortica, infatti, è una pianta urticante al tatto.... io ne so qualcosa (ahahaha) Ingredienti per 4 persone: 350 g riso Carnaroli 150 g di Raspadura 100 g ortiche di campo mondate 1 scalogno brodo vegetale vino bianco secco burro 20 g di burro + altrettanti per la mantecatura Per la ricetta del risotto alle ortiche e raspadura, tritate lo scalogno e fatelo appassire in una casseruola con il burro, poi unit

Sbrisolona salata

Sbrisolona salata
La Sbrisolona, come molti di voi ben sapranno, è un dolce tipico lombardo, in particolare della zona mantovana; si tratta di una torta friabile realizzata con briciole croccanti e mandorle. In questa versione salata, altrettanto friabile e golosa, ho sostituito le mandorle con le nocciole già sgusciate e tostate S ciara - La Terra del Pistacchio . Vediamo insieme come prepararla. Si tratta di una ricetta molto facile e fiziosa ma, soprattutto, veloce e versatile. Io ho optato per un ripieno a base di prosciutto cotto, funghi trifolati e scamorza. Ingredienti per 6 persone: 250 g di farina bianca 00 1 uovo 1/2 bustina di lievito per torte salate 100 g di burro 80 g di nocciole tritate grossolanamente Sciara - La Terra del Pistacchio un pizzico di sale due rametti di timo Per il ripieno: 100 g di prosciutto cotto a fette 100 g di scamorza Funghi trifolati Citres qb In una ciotola unite tutti gli ingredienti per la sbrisolona salata e impastate velocemente fino a formare delle grosse bri

Crostata morbida con crema pasticcera al liquore di pistacchio e fragole

Crostata morbida con crema pasticcera al liquore di pistacchio e fragole
Era da tanto che volevo provare a fare questa benedetta crostata morbida! Sia essa dolce o salata, l'avete ormai fatta tutti! Mancavo solo io! E allora eccovela, con una farcitura golosa, "da grandi"! Ma scommetto piacerà anche ai bambini... Vediamo insieme come prepararla. Ingredienti per la base: 2 uova a temperatura ambiente 90 g di zucchero semolato 100 g di burro fuso a temperatura ambiente 1/2 bacca di vaniglia 200 g di farina 00 8 g di lievito in polvere per dolci In una ciotola, con l'aiuto di fruste elettriche, montate le uova con lo zucchero. Quando avrete ottenuto un composto chiaro e spumoso incorporate a filo il burro fuso, i semi di vaniglia e continuate a lavorare finché non saranno amalgamati per bene. Aggiungete la farina e il lievito setacciati, continuando a montare a una velocità bassa. Quando avrete ottenuto un composto liscio e omogeneo trasferitelo in uno stampo furbo antiaderente, da 28 cm di diametro, imburrato e infarinato (quello dotato di i

Spaghetti al pesto di avocado con salmone affumicato, feta e pepe rosa cotti con metodo Agnesi

Spaghetti al pesto di avocado con salmone affumicato, feta e pepe rosa cotti con metodo Agnesi
Gli Spaghetti al pesto di avocado con salmone affumicato, feta e pepe rosa cotti con metodo Agnesi rappresentano una pasta gustosa, cucinata con una procedura tutta particolare. È un sistema un pochino anomalo e poco conosciuto. Il fondatore fu Vincenzo Agnesi, fondatore del famoso pastificio, che nel '900 diede origine a questo metodo per non disperdere nell'acqua parte dell'amido e degli ingredienti nobili della pasta, durante il processo di cottura.  Questo metodo va bene per tutte le paste che dovranno poi essere saltate in padella. E ora si svela il segreto della cottura all'Agnesi.  Riempite la vostra pentola di acqua, portatela a bollore e salatela. Calate la pasta, mescolatela rapidamente per evitare che si attacchi e aspettate che il bollore riprenda. Cuocete per 2', sempre mescolando, e spegnete il fuoco. Mettete subito uno strofinaccio bagnato sulla pentola e chiudete con un coperchio pesante, in modo da far fuoriuscire una quantità di vapore minima. Lasc

Sushi 2.0

Sushi 2.0
Mi è sempre piaciuta la dicitura "2.0", solo che non sono mai riuscita ad applicarla a nessun piatto. Fino ad oggi. Si perchè questa espressione, come ben sapete, significa nella sua più recente e aggiornata versione. Realizzare un sushi con riso colorato (in maniera naturale), con ingredienti insoliti per questo genere di preparazione e con l'aggiunta delle modernissime sfere, mi ha permesso di aggiungere finalmente 2.0 dopo la parola Sushi.  Premetto che si tratta di un piatto di semplice esecuzione, ma con tante lavorazioni. Mi ci è voluta una mattina intera per realizzarlo. Ma devo dire di essermi notevolmente divertita. Se doveste decidere di replicarlo, spero succeda anche a voi.   Ingredienti per 3-4 persone: 250 g di riso per sushi una manciata di fiori di pisello farfalla 2 zucchine biologiche Bioexpress Pesto di Pistacchio e Tartufo Sciara - La Terra del Pistacchio 1 avocado maturo Bioexpress 150 g di Salsa di soia 2 g di Agar Agar qualche pistillo di zafferano

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli