Caramelle alle Erbe Digestive Giuliani

Caramelle alle Erbe Digestive Giuliani
Ricordo ancora quando, da bambina, i miei genitori, rientrati a casa dopo una delle tante cene fuori con amici o parenti, aprivano l'anta in alto a destra della credenza della cucina e tiravano fuori quella magica bottiglietta. Si trattava di un digestivo ma io, essendo piccina, non avevo possibilità alcuna di assaggiare. Ricordo anche quando ne posavano i bicchierini vuoti sul tavolo e io, con aria furtiva che manco Arsenio Lupin, andavo a bermi l'ultima goccia rimasta sul fondo (naturalmente di nascosto).  Quanto mi piaceva! Quest'abitudine di tenere una bottiglia di digestivo in casa, è stata ovviamente tramandata di generazione in generazione. Anche a casa mia, infatti, non manca mai (anche se io la tengo nascosta in soggiorno, lontano dalla portata di Iris). A volte però, quella sensazione di pesantezza allo stomaco, ha bisogno di essere subito alleggerita. Di certo non mi posso tenere una bottiglia di digestivo in borsa, ma una scatola di caramelle sì! Se po

Occhi di bue al cacao

Occhi di bue al cacao
Tovaglietta, piatto e tazze Green Gate Gli occhi di bue al cacao sono dei biscotti golosissimi facili da preparare in casa e danno una gran soddisfazione anche a chi è alle prime armi in cucina. Perfetti per una merenda sfiziosa o per una colazione super golosa. Buoni, friabili e belli da vedere, sono una ricetta assolutamente da provare. Ho provato a fare la versione classica, bianca, secondo una ricetta di Alda Muratore parecchio tempo fa. Trovate qui la ricetta. Ingredienti per 10-12 occhi di bue Per la pasta frolla al cacao 165 g di farina 00 95 g di burro 85 g di zucchero 2 tuorli 1 g di lievito per dolci 9 g di cacao amaro un cucchiaio di estratto di vaniglia Per la farcitura 30 g di Fiordifrutta Rigoni di Asiago Mandarino e Curcuma Per la ganache 60 g di cioccolato al latte 60 ml di panna fresca un cucchiaino di miele Mielbio Rigoni di Asiago In una terrina, impastate il burro morbido con lo zucchero, quindi incorporate un pizzico di sale e i tuo

Pane spiga all'olio di oliva di Lorraine Pascale

Pane spiga all'olio di oliva di Lorraine Pascale
Oggi la ricetta di una delle mie donne preferite in cucina, Lorraine Pascale. La particolare lavorazione trasforma un semplice filone di pane in una grande spiga. La mia non è impeccabile, ma con un po' d'immaginazione si può arrivare alla perfezione! :-) Ingredienti per un pane spiga: 275 g di farina bianca forte (più un altro po' per infarinare e spolverare) 1 cucchiaino scarso di sale (più un altro po' da cospargere) 2 cucchiaini di lievito secco attivo 150-185 g di acqua tiepida 1 cucchiaino di olio extra vergine di oliva Mettete in una capiente ciotola la farina, il sale e il lievito. Aggiungete acqua a sufficienza per ottenere un impasto morbido, unite l'olio e mescolate fino a che l'impasto comincia ad amalgamarsi. Per una lavorazione a mano ci vorranno almeno 10', con la planetaria sono sufficienti 5'. Spolverate con la farina una teglia capiente, date alla pasta la forma di una palla in modo che la superficie sia liscia e tesa, qu

Blondies ai pistacchi e cioccolato bianco

Blondies ai pistacchi e cioccolato bianco
Photo by @unicuique.p Forse non tutti li conoscono e allora eccomi qui per le presentazioni ufficiali. I blondies nascono come "fratelli" chiari dei brownies, i famosi dolcetti americani al cioccolato. Questa versione non prevede cioccolato fondente o al latte, ma il più dolce cioccolato bianco. Inoltre il cioccolato non è sciolto nell'impasto, ma presente in pezzetti per dare quel tocco di consistenza che funziona molto bene in questo dolce. Nella mia versione, ho arricchito il tutto con una pioggia di granella di pistacchio Sciara , prodotto ottenuto dalla sfarinatura di pistacchio sgusciato. Detto questo.... no, ma avete visto la bellezza di queste foto?? Purtroppo non sono io l'autrice di tutto ciò, anche se solo il Signore sa quanto mi piacerebbe arrivare a certi livelli. Il fotografo in questione è il bravissimo @unicuique.p Vi consiglio di farvi un giro sulla sua pagina ufficiale, così da vedere un po' di bellezza seria. E ora passiamo al

Brasato allo Sforzato di Valtellina DOCG

Brasato allo Sforzato di Valtellina DOCG
Eccoci al consueto appuntamento mensile con la cucina tradizionale italiana. Per questo 2 ottobre (tra l'altro auguri a tutti i nonni del mondo), noi de L'Italia nel Piatto abbiamo pensato di proporvi come tema "Un piatto diVino" , dove appunto la bevanda degli dei la fa da padrone. Per la Lombardia ho pensato di proporvi questo delizioso brasato allo Sforzato. Come molti già sanno, la Valtellina è la zona con la più alta concentrazione di prodotti agroalimentari a marchio europeo e a livello enogastronomico vanta innumerevoli prodotti di nicchia. Vigneti terrazzati ne caratterizzano il meraviglioso paesaggio e tra questi spicca la coltivazione di uva Nebbiolo, da cui nascono vini rossi corposi come lo Sforzato (o Sfurzat) di Valtellina DOCG. Da qui la ricetta semplice della tradizione valtellinese. 1 kg di carne di manzo per brasato 100 g di farina 00 olio extra vergine di oliva un gambo di sedano bio Bioexpress 1 carota bio BioExpress 1 cipolla di Se

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli