Torta salata di pasta brisée al pistacchio con indivia belga

Torta salata di pasta brisée al pistacchio con indivia belga
Dialogo in auto tra me e Piccola Peste. PP: Mammina, domani voio ndare alsilo Io: Amore, ma l'asilo è chiuso per le vacanze di Pasqua! PP: Allora voio ndare chio in vacansa Io: Iris ma ci sei già in vacanza... PP: Non è vero! Stiamo ndando a casa a Massalengo e non in vacansa! Io: E per te cos'è la vacanza? PP: ndare ammare! Io: (...) Ok, per il prossimo ponte vacanziero portare la bimba al mare.  Hanno già le idee e le pretese così chiare a soli 4 anni?! Per distrarla dal pensiero fisso del mare, ho pensato di preparare qualcosa che coinvolgesse anche lei, che prevedesse di mettere le mani in pasta. Ho trovato così per caso questa splendida ricetta qui ed è stato subito amore. Una torta salata davvero unica! Riporto di seguito la mia versione leggermente modificata. Ingredienti per la pasta brisée al pistacchio: 220 g di farina 30 g di pistacchi tritati 150 g di burro 1 uovo 1 cucchiaio di latte freddo 1 cucchaino di sale 1

Crostata con Oreo, Pere e Cioccolato

Crostata con Oreo, Pere e Cioccolato
Oggi nella Kucina di Kiara una crostata golosissima. Il matrimonio tra pere e cioccolato, si sa, è solido e indiscusso. Ma per ravvivare un po' il rapporto, ho deciso di inserire il terzo incomodo e creare così un vivace " ménage à trois ". Il successo è assicurato! Con questo dolce ho voluto ringraziare le maestre d'asilo di Iris per avermi aiutata, supportata e infine vinto, nella battaglia contro l'inappetenza di Piccola Peste. Non vorrei urlarlo ai quattro venti, ma da tre settimane Iris ha iniziato a scoprire altri sapori, oltre a quelli stracollaudati della cotoletta e dei bastoncini di pesce. Se Dio vuole... Ingredienti per la pasta frolla (dosi per circa 900 g): 250 g di burro morbido 250 g di zucchero semolato 2 uova intere 4 g di sale 1 stecca di vaniglia 10 g di lievito in polvere 480 g di farina 00   In una planetaria con il gancio (oppure a mano), impastate il burro con lo zucchero e la vaniglia (da cui avrete estr

Costolette di agnello alla doppia panatura

Costolette di agnello alla doppia panatura
Piatto e tovaglietta Green Gate Mancano pochi giorni a Pasqua e, per tradizione, si consuma carne d'agnello. Questa usanza ha origini antichissime. Si deve infatti risalire alla Pesach o Pasqua ebraica. L'agnello fa parte dell'origine di questa festività. In particolare il riferimento va a quando Dio annunciò al popolo di Israele che lui lo avrebbe liberato dalla schiavitù in Egitto dicendo le fatidiche parole: "In questa notte io passerò attraverso l'Egitto e colpirò a morte ogni primogenito egiziano, sia fra le genti che tra il bestiame" . Ordinando, così, al popolo d'Israele di marcare le loro porte con del sangue d'agnello in modo che lui fosse in grado riconoscere chi colpire col suo castigo e chi no. Seguendo la tradizione, ho pensato di preparare un piatto della tradizione emiliana, tipico della trattoria Tomba di Bologna : le costolette di agnello alla doppia panatura. Una vera delizia! Ingredienti per due persone: 6 costolette

Penne pomodori e ravanelli

Penne pomodori e ravanelli
Il ravanello o rapanello o remolaccio è un ortaggio molto ricco di vitamina B e C e di ferro (e io che credevo che gli alimenti ricchi di ferro fossero solo quelli verdi!). Ha proprietà diuretiche e depurative e non contiene glutine. Si consuma generalmente crudo, ma in alcuni paesi stranieri lo si mangia anche cotto o stufato. Kucina di Kiara ve lo propone abbinato a un primo piatto, con porri e pomodori ramati. Il tutto rigorosamente BIO. molto ricco di vitamina B e C e di ferro. Ha proprietà diuretiche e depurative stimolando l’attività del fegato e della cistifellea, antiscorbuto, tonico respiratorio, digestivo, diuretico, sedativo nervoso, antiallergico. Tratto da: http://www.alimentipedia.it/ravanello.html Copyright © Alimentipedia.it molto ricco di vitamina B e C e di ferro. Ha proprietà diuretiche e depurative stimolando l’attività del fegato e della cistifellea, antiscorbuto, tonico respiratorio, digestivo, diuretico, sedativo nervoso, antiallergico.

I Nocciolotti

I Nocciolotti
Oggi voglio presentarvi i prodotti Tupperware . Molti di voi sicuramente già li conosceranno e, probabilmente, li avranno ereditati dai genitori. Io sono una di quelle. Ho contenitori che avranno, senza esagerare, più di vent'anni. Questo solo per ribadirvi la qualità dei prodotti che sto per dimostrarvi. Parliamo di articoli che hanno una durata pressochè eterna. Ovviamente, in abbinata alla presentazione, non posso che offrirvi anche una ricetta. Golosa. Anzi, no, golosissima. Ecco a voi i "Nocciolotti" realizzati con lo strabiliante Gnocchi Party , uno degli ultimi arrivati in casa Tupperware. Stendete sul piano da lavoro il Foglio Pasticceria Fantasia , così da non sporcare il tavolo sottostante e pulire il tutto facilmente. Procuratevi 180 g di Nocciolata Rigoni di Asiago . Con l'aiuto della Spatola in Silicone Tecna , versatela nella Ciotola , aggiungete un uovo e amalgamate con la Frusta Smart Tecna .  Aggiungete, poco alla volta, circa 160 g

Uova alla scozzese, ricetta di Lorraine Pascale

Uova alla scozzese, ricetta di Lorraine Pascale
Piatto e tovaglietta Green Gate Basta parlare di uova ed è subito Pasqua! Non potevo non proporvi un piatto, soprattutto in questi giorni, ma vi assicuro che questa ricetta è ottima in qualsiasi occasione! Come apripista di una cena per esempio, oppure da portarvi in ufficio per pranzo oppure ancora sono ottime in un buffet! La ritroverete infatti nella mia pagina dedicata alle " Party Recipes ". Avrete già notato dal titolo che questa è una ricetta easy della mia amata Lorraine Pascale. Sapete che adoro sperimentare anche la cucina internazionale e quando si tratta di piatti inglesi mi affido quasi sempre a lei. Successo garantito. Ingredienti per 4 persone: olio per ungere e irrorare 4 uova medie 1 uovo leggermente sbattuto 75 g circa di pangrattato, con aggiunta di paprika qualche foglia di timo fresco un pizzico di noce moscata grattugiata sale pepe  farina per spolverare grani di senape gialli Melandri Gaudenzio (la ricetta origi

Pasta e ceci alla marinara

Pasta e ceci alla marinara
Oggi nella Kucina di Kiara la Pasta e Ceci in veste marinara. Di consistenza cremosa e gusto godibilissimo, questa ricetta mette a confronto la delicatezza dei ceci con il gusto sapido delle cozze. Ottima sia calda che tiepida. Un'idea creativa davvero chic. Ingredienti per 4 persone: 350 g di ceci secchi Melandri Gaudenzio 500 g di cozze 320 g di pasta mista fresca (per me tagliolini e maltagliati, ma potete usare quella che più vi piace) 1 costola di sedano 1 cipolla bianca olio extra vergine di oliva sale pepe Preparazione: Ammollare i ceci in acqua fredda per 12 ore. Lessateli in acqua, a fuoco moderato, per due ore (potete usare anche la pentola e pressione dimezzando i tempi). Scolateli conservando il brodo di cottura. Passatene metà al passaverdure o, se non l'avete, utilizzate tranquillamente un mixer (per me il praticissimo Smart Chopper Princess ). Pulite le cozze, mettetele a spurgare in acqua sostituendola 2-3 volte. Scolatele, versatele in una p

Pizzette alla ricotta senza lievitazione

Pizzette alla ricotta senza lievitazione
Ed è subito festa! Ho trovato questa fantastica ricetta sul sito di ChiaraPassion ed è stato amore a prima vista! Quando poi ho letto nel post che la ricetta, a sua volta, proveniva dalla regina delle furbate, ovvero l' Araba , non mi restava che provare a farle, certa del risultato. Ho provato a farle sia con la ricotta che con il mascarpone, ma potete sostituire questi ingredienti con Philadelphia o yogurt greco o con quello che vi suggerisce la fantasia! Sono perfette per un buffet, un party tra amici o come semplice apripista delle vostre cene. Fanno la gioia di grandi e bambini e si preparano in un attimo perchè non necessitano di lievitazione. Come Erica, ho preferito aggiungere un pizzico di lievito istantaneo per conferire loro morbidezza. Come dicevo, si preparano in un attimo: in una ciotola o nel mixer si mescolano tutti gli ingredienti fino ad avere un impasto morbido ed elastico; dopo averlo steso, con uno stampino tondo o un semplice bicchiere si ricavano tant

Quelli che la Colazione e il Montalatte #Severin

Quelli che la Colazione e il Montalatte #Severin
Oggi voglio mostrarvi quella che per me è stata una vera e propria rivelazione: il Montalatte Severin . La domenica, essendo a casa dal lavoro, adoro preparare La Colazione per eccellenza, da consumare in allegria tutti insieme, per iniziare al meglio il giorno più bello e rilassante della settimana! Spesso andiamo al bar, per avere un cappuccino come dio comanda. Già, perchè fino a ieri mi sono arrangiata utilizzando un montalatte manuale, di quelli con la manovella sul coperchio che devi alzare e abbassare fino ad avere un latte montato in una qualche maniera. Ma che fatica! E il risultato è un parente lontano del cappuccino.   Con il Montalatte SM 9685 la musica è cambiata! In pochissimi minuti (forse 2?) ho una schiuma perfetta, che non scende dal cucchiaino, proprio come quella del bar!   Le dimensioni dell'elettrodomestico poi sono talmente ridotte (15x15x21 cm) che lo si può tenere tranquillamente accanto alla macchinetta del caffè. Inoltre è silenziosissimo. Cos

Torta Paesana

Torta Paesana
Eccoci all'appuntamento di marzo per L'Italia nel Piatto . Mese che ha come tema le Ricette Pasquali, non poteva essere altrimenti. Per la Lombardia ho avuto un po' di difficoltà. Lo scorso anno ho proposto la Colomba Pasquale . La torta salata pasqualina l'avevo già fatta in passato (trovate il link qui ). Non ho trovato altre ricette particolari se non questa torta paesana, tipica della zona di Lecco, Monza e Brianza. Si tratta di un dolce povero che, come la miascia, sono sovente preparati con frutta secca o fresca, per ottenere una base zuccherina naturale: un tempo infatti lo zucchero era molto raro e lo si trovava solo sulla mensa dei ceti più alti. Ne risultano razioni estremamente energizzanti, ma anche piuttosto complete sul piano nutrizionale: la frutta apporta sali minerali e vitamine e nobilita le “calorie vuote” dello zucchero. In passato, il dolce non era come oggi consumato a fine pasto, ma in alcuni casi in sostituzione del pasto, piut

Farfalle agrumate con tonno e olive nere

Farfalle agrumate con tonno e olive nere
Ciao a tutti! Dopo una settimana di lavoro decisamente pesante e stressante, ecco che se ne apre un'altra in cui confido la speranza di trovare orari più soft e light. Sarà così? Tornando a casa la sera tardi, non sempre avevo voglia di cucinare. Preparata la pasta per Iris, per me e mio marito andava bene tutto ciò che di commestibile e non cucinabile trovavamo nel frigorifero o nella dispensa. Sabato però mi sono sentita ispirata e, complici le arance che mi guardavano dal cestino portafrutta, eccovi questa gustosissima ricetta. Non è difficile, anzi, è molto easy. Se non avete pomodorini freschi potere utilizzare anche quelli in barattolo. Se necessario, mantecate la pasta con una parte dell'acqua di cottura delle farfalle tenuta da parte. Tovaglietta e ciotola Green Gate Ingredienti per 4 persone: 320 g di farfalle Grano Armando 1 arancia non trattata 1 spicchio d'aglio 250 g di filetti di tonno 120 g di pomodorini 3 cucchiai di olive nere Citre

Cannoncini di sfoglia fatti in casa ripieni di crema pasticcera

Cannoncini di sfoglia fatti in casa ripieni di crema pasticcera
I cannoncini sono da sempre la mia pasta preferita. Fin da piccola, quando ad una ricorrenza speciale, papà andava in pasticceria a prendere un vassoio di paste, i cannoncini erano i primi a scomparire. Ma non credo piacciano tanto solo a me. Ho sempre desiderato imparare a farli in casa. Non è assolutamente difficile, anzi. La cosa che mi ha sempre frenata sono i prezzi dei cannelli appositi. Una confezione da tre la trovi a non meno di 5 euro (forse su internet risparmi qualcosa). Allora mi sono ingegnata. Al Brico basta farsi tagliate un tubo da un metro in dieci parti uguali da 10 cm cadauna. Potete scegliere tra acciaio o, nel mio caso, alluminio. Il diametro sceglietelo da 1 cm. Io non l'ho pagato perchè ho un carissimo amico che ci lavora (grazie ancora Cri!), ma i prezzi sono davvero irrisori. A casa ve li lavate per benino (se avete scelto l'alluminio non metteteli in lavastoviglie, MAI, mi raccomando) e siete a metà dell'opera. A questo punto comprate un paio

Lasagne con zucca e salsiccia

Lasagne con zucca e salsiccia
Teglia Guardini Anche se siamo a marzo, le temperature rimangono sempre bassine, nonostante l'inverno sia stato uno dei più miti. Quindi un bel piatto di lasagne sta sempre bene, almeno a casa mia. La versione che vi propongo oggi è molto ricca e opulenta, quasi autunnale per la presenza della zucca. Sono le ultime della stagione. Io ne avevo giusto mezzo chilo nel freezer e sono finite qui. Da morirci! Non è assolutamente un piatto dietetico, ma con la zucca diventa quasi inebriante. Ingredienti per 6 persone: 1 confezione di lasagne fresche 500 g di zucca a tocchetti 600 g di salsiccia nostrana 500 g di besciamella 250 g di Grana Padano grattugiato Olio extra vergine di Oliva Dante Sale Procedimento: Preparate la besciamella come descritto qui . Rosolate la zucca in una padella, con un cucchiaio d'olio, a fuoco basso fino a che non diventa morbida, quindi schiacciatela grossolanamente con una forchetta e unitela alla besciamella. Rosolare la salsiccia co

Ricette Pasquali per L'Italia nel piatto e le vincitrici dell'evento Verdure Invernali

Ricette Pasquali per L'Italia nel piatto e le vincitrici dell'evento Verdure Invernali
  Sei foodblogger? Se la risposta è affermativa, dal 2 al 26 marzo partecipa con una RICETTA REGIONALE (della tua o di un'altra regione) che abbia come tema le #RicettePasquali (ricordati l'hastag) regionali e avrai la possibilità di ottenere una condivisione sui social, sulla pagina Facebook e, a fine mese, sul blog L'Italia nel piatto ! Vi posso garantire che la visibi lità è garantita! La foto della ricetta migliore sarà pubblicata sulla copertina della nostra pagina il mese successivo.  Queste le regole:   1) La ricetta e la foto devono essere tue e appartenere al tuo blog o sito. 2) La ricetta e la foto devono essere pubblicate sul tuo sito o blog dal 2 al 26 marzo 2016. Valgono anche ricette già pubblicate in precedenza, a patto che vengano ripubblicate. Nella tua ricetta di' che partecipi all'evento #Ricettepasquali dell'Italia nel piatto, scarica il banner, cioè la copertina di questa pagina e inseriscila nella ricetta. 3) Fai un post nella pagina

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli