LONZA al TE' NERO AFFUMICATO

LONZA al TE' NERO AFFUMICATO
Sempre di corsa, sempre miliardi di cose da fare e troppo poco tempo a disposizione. Sempre. Al lavoro come a casa. E le giornate passano, e i mesi volano e gli anni evaporano senza nemmeno accorgersene...ho bisogno di dormire, quindi vi lascio a questa squisitissima ricetta, semplice e veloce, ma non prima di avervi augurato una splendida notte e un buon week end! Ci sentiamo la settimana prossima! Ingredienti per 6 persone: 1,2 kg di lonza 4 cucchiaini di sale al tè nero affumicato un rametto di rosmarino qualche fogliolina di salvia olio extra vergine di oliva Tritate finemente il rosmarino e la salvia e mescolate le erbe al sale. Sistemate la lonza in una terrina e massaggiatela con il trito. Rosolatela in una casseruola con un filo d'olio e trasferitela poi nel forno preriscaldato  a180°C. Cuocetela per circa 40', bagnando di tanto in tanto con un poco di brodo caldo. Toglietela dal forno, copritela con dell'alluminio e lasciatela riposare per un

PANINI FRANCESI DOLCI

PANINI FRANCESI DOLCI
--> Tovaglietta Green Gate Buongiorno a tutte e buon lunedì! L'ennesima settimana è appena iniziata ma io sono felicissima e sapete perchè? Semplice, mancano una manciata di giorni all'incontro con due mitiche food-blogger! Già già...domenica mi aspetta una carrambata!!! Non vedo l'ora! Una ho avuto la fortuna di conoscerla il giorno in cui ho partorito Iris! Parlo di Debora , alias La Tata ! Mi ha vista nelle mie più pessime condizioni, che più pessime non si può...ehehehehe, ma poi abbiamo avuto modo di vederci altre volte, in situazioni diciamo, ehm, più plausibili! L'altra food-blogger è la dolcissima Paoletta ! Non sto più nella pelle Paolìììììììììì!!! Non vedo l'ora di abbracciarti!!!! Poi vi faremo un racconto dettagliato della giornata... E ora la ricetta! Questi simpatici panini, che ho scoperto essere una specialità francese e belga, si contraddistinguono per la loro fessura al centro; risultano essere croccanti fuori e morbidi e incredi

FRITTELLE RIPIENE di RICOTTA e PROSCIUTTO

FRITTELLE RIPIENE di RICOTTA e PROSCIUTTO
Ciao! Come state? Io e Iris stiamo splendidamente bene...oggi sono a casa in ferie, quindi ci siamo coccolate tutto il giorno! Per non perdermi niente di questi magici momenti, vi lascio subito alla ricetta, uno stuzzichino favoloso e un po' diverso dal solito!  La ricetta è stata tratta da La Cucina Italiana. Ingredienti per 8 persone: 250 gr di ricotta 150 gr di prosciutto cotto 150 gr di farina 50 gr di burro 3 uova prezzemolo olio di arachide sale pepe semi di papavero Melandri Gaudenzio Lavorate la ricotta con un pizzico di sale, pepe, prezzemolo tritato e il prosciutto tagliato a piccoli pezzettini. Mettete in un pentolino 250 gr di acqua con il burro e un pizzico di sale; portate a bollore poi unite la farina setacciata a pioggia, mescolando continuamente fino a che l’impasto non comincia a staccarsi dalle pareti del pentolino. Togliete dal fuoco e incorporate un uovo per volta, facendolo sempre ben assorbire all’impasto. Scaldate in una c

QUATTRO QUARTI con SCIROPPO di AMARENE

QUATTRO QUARTI con SCIROPPO di AMARENE
Già già, ancora dolci...vi farò venire la carie, lo so, ma in questo periodo è così, produco più dolci che portate salate. Iris necessita di parecchie attenzioni e le cene mie e di Ale si fanno sempre un po' fugaci. In compenso, con tutta la gente che ci viene a trovare per vedere la bimba, una bella fetta di torta o dei biscotti non mancano quasi mai. Questa ricetta l'ho trovata sullo splendido blog di Damiana   e mi ha subito incuriosito. Inserita nelle ricette "da fare", finalmente ho trovato il tempo per prepararla ed il risultato è stato eccezionale! Il nome quattro quarti deriva dal fatto che i quattro ingredienti principali: burro, farina, uova e zucchero sono sempre in proporzioni uguali ovvero in 4/4. Eccovi la ricetta: Ingredienti: 4 uova 200 g di burro 200 g. di zucchero 200 g. di farina 00 un pizzico di sale un cucchiaino di lievito un cucchiaino di estratto di vaniglia (sto preparando quello home-made...tra qualche mese la ricetta!) sciroppo di

CAKE di PESCHE e RICOTTA

CAKE di PESCHE e RICOTTA
Settembre, il nono mese dell’anno, quello più propositivo in assoluto. Mi sono sempre chiesta chi abbia stabilito l’ordine dei mesi. Secondo me l’anno avrebbe dovuto iniziare proprio da settembre, e non da gennaio. A settembre inizia la scuola. Per i più “grandicelli” iniziano nuovamente i corsi in palestra. La dieta? A settembre. E in questo mese, per la maggior parte degli italiani, riprende pure il lavoro dopo le vacanze appena concluse. Per chi ha avuto la possibilità di staccare e di concedersi una bella settimana, magari in un hotel in riva al mare, o in montagna al fresco, serviti e riveriti, il rientro dev’essere stato senz’altro più duro. Ma il ricordo, certamente, appaga la malinconia. Che cosa vi colpisce non appena mettete piede in un albergo?  A me - ovviamente oltre la camera - la sala da pranzo…vedere tutti quei tavoli, disposti ordinatamente e completati con tovagliati dal taglio fine ed elegante, mi ha sempre suscitato un tale benessere…se poi anche le stoviglie

ROSETTE di MELANZANA

ROSETTE di MELANZANA
U na fresca ricetta (tratta da La Cucina Italiana), dal momento in cui il caldo - per fortuna - è tornato... Ingredienti per 8 persone: 2 melanzane 160 g di tonno al naturale 50 g di olio extra vergine di oliva 40 g di olive verdi snocciolate 30 g di grana grattugiato acciughe in salsa piccante qualche foglia di basilico una manciatina di mandorle pelate prezzemolo aglio aceto sale Affettate le melanzane per il lungo e scottatele in una padella cosparsa di sale per circa un minuto per lato. Mettetele quindi in una pirofila ed irrora tele con mezzo bicchiere di aceto, lasciandole marinare per mezz’ora. Frullate al mixer il prezzemolo, il basilico, le olive, le acciughe, il tonno, mezzo spicchio di aglio sbucciato, il grana, l’olio, le mandorle e un pizzico di sale. Spalmate le fette di melanzana con questa salsa, poi sovrapponetele a due a due, piegatele a metà per il lungo e arrotolatele a forma di rosa. Dovrete ottenerne almeno 16.

CROSTATA MORBIDA di MARMELLATA

CROSTATA MORBIDA di MARMELLATA
Ciao a tutte e buon lunedì! Passato bene il week end? Qui da noi si è presentata Poppea...non so voi, ma questa mania di dare i nomi ad ogni perturbazione sta cominciando a stancarmi! Vogliamo copiare gli americani? Ok! Ma ora bastaaaaaaaaa... Ogni settimana si presenta un nuovo personaggio! In compenso, con questi sbalzi di temperatura, mi sono "abbuscata" un bel raffreddore e la mia voce pare quella di un trans...a parte questo tutto bene! Con queste giornate piovose, dove uscire era praticamente impossibile, una dolce coccola chiamata crostata ci ha tenuto compagnia per buona parte del fine settimana. La ricetta l'ho vista in una trasmissione della Parodi e devo dire che ci è MOOOOOOOOLTO piaciuta! Metà della quantità del burro è stata sostituita dallo yogurt greco ed il risultato è stato piacevolmente light... Ingredienti: 125 gr di zucchero 1 uovo 75 gr di burro 75 gr di yogurt bianco (per me yogurt greco) 300 gr di farina (per me farina 00 ½ busti

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli