Castagnole salate

Castagnole salate
Chi ha detto che le castagnole si devono mangiare solo a carnevale? Queste castagnole salate vi faranno innamorare! Rappresentano uno sfizioso aperitivo oppure un goloso spezza fame, tutto da gustare! Attenzione però! Creano forte dipendenza! Una tira l'altra, come le ciliegie! Ingredienti per circa 25 castagnole salate: 200 g di farina 00 1 uovo grande 40 g di olio di semi 50 g di parmigiano grattugiato 3 cucchiai di vino bianco secco 2 pizzichi di sale pepe nero 6 g di lievito in polvere istantaneo per torte salate 25 olive taggiasche Citres In una ciotola mescolate la farina e il lievito setacciati, il grana, il sale e il pepe. Al centro, formate un buco e aggiungere l’uovo, l'olio e il vino bianco. Girare con una forchetta, poi impastare a mano. L’impasto potrebbe richiedere un altro goccio di vino bianco, oppure un poco di farina. Formare una palla, avvolgere in un pellicola trasparente per alimenti e lasciare riposare per circa 30 minuti. Quando l’impasto sarà pronto, pre

Bucatini con salsa e drop allo zafferano, guanciale croccante e paprika

Bucatini con salsa e drop allo zafferano, guanciale croccante e paprika
Niente ragazze, vi avviso. Mi sta venendo la scimmia della sferificazione e queste benedette drop (o caviale o sfere) ve le propinerò finchè non le riterrò perfette. Quindi, preparatevi! Perchè la strada qui è assai lunga... Iris credeva fossero chicchi di mais. Invece, per questo primo esperimento, anche se il colore inganna, ho sferificato una crema di zafferano a base di latte. Adesso vi spiego... Inoltre, per rendere q uesta ricetta ancora più particolare, ho cotto i bucatini in acqua bollente salata alla quale ho aggiunto una manciata di fiori di pisello farfalla, un vegetal e ricco di sali minerali, sostanze nutritive e ricchissimo di flavonoidi, un antiossidante naturale per combattere i radicali liberi. Solitamente lo si usa per colorare in maniera naturale il riso e donare uno splendido colore blu. Ma con la pasta non si scappa dalla teoria dei colori: giallo + blu = verde. Ma andiamo in ordine e vediamo come realizzare questa ricetta... Ingredienti per 4 persone: 360 g di bu

Radicchio, cavolfiore e legumi con emulsione al miele

Radicchio, cavolfiore e legumi con emulsione al miele
Eccovi un'idea sana, veloce e leggera per un pranzo o una cena gustosi, senza sensi di colpa! Vi presento l'insalata di Radicchio, cavolfiore e legumi con emulsione al miele. Ingredienti per 4 persone: 300 g di radicchio rosso Bioexpress 250 g di cavolfiore Bioexpress 150 g di ceci precedentememte ammollati e lessati Melandri Gaudenzio 100 g Fagioli di Spagna precedentememte ammollati e lessati Melandri Gaudenzio Miele di Castagno Mielbio Rigoni di Asiago il succo di 1/2 Arancia Bioexpress Olio extravergine di oliva Sale Tagliate il radicchio a striscioline, sbollentate il cavolfiore e dividetelo a cimette e affettatele.  Mescolate i fagioli, i ceci e le verdure e preparate il condimento: raccogliete 2 cucchiai di miele e il succo di mezza arancia in una ciotola. Portatela su un bagnomaria tiepido e mescolate fino a quando il miele non sarà diventato fluido; a questo punto unite anche 3-4 cucchiai di olio e un pizzico di sale, emulsionate e condite l’insalata.

Torta salata con scarola, gorgonzola e noci

Torta salata con scarola, gorgonzola e noci
Quando non sai proprio cosa cucinare, questa torta salata verrà in tuo aiuto! Infatti, si tratta prima di tutto di una preparazione veloce, ma poi è anche stragoduriosa! Ideale per un pranzo veloce in ufficio o una cena gustosa! Ingredienti per 4 persone: 1 rotolo di pasta sfoglia 1 cespo grande di scarola Bio Bioexpress 50 g di noci già sgusciate 50 g di pinoli 1 uovo intero una manciata di pane grattugiato 100 g di grana padano grattugiato 100 g di ricotta vaccina 80 g di gorgonzola dolce 1 scalogno 1 spicchio di aglio sale pepe olio extravergine di oliva Prima di tutto lavate e asciugate la scarola, poi tagliatela a listarelle. Prendete lo scalogno, pulitelo e affettatelo. In una padella con poco olio extravergine, fate rosolare lo scalogno e lo spicchio di aglio spellato. Una volta che saranno dorati, levate l'aglio, aggiungete la scarola e lasciate cuocere per dieci minuti. Unite poi all’insalata i pinoli e quando la scarola sarà appassita, spegnete.  Versate tutto in una cio

Tortiglioni con crema di burrata al pesto di pistacchio e porcini

Tortiglioni con crema di burrata al pesto di pistacchio e porcini
Oggi vi lascio la ricetta di un piatto semplice ma di una bontà disarmante! I Tortiglioni con crema di burrata al pesto di pistacchio e porcini! Ho usato porcini surgelati, non essendo stagione per questi funghi. E il resto lo ha fatto il meraviglioso pesto di pistacchio e porcini Sciara! Ragazzi, dovete provarlo! Non sapete cosa vi perdete! Ingredienti per 4 persone: 360 g di Tortiglioni Pasta Armando 250 g di burrata 200 g di porcini surgelati a tocchetti 1 vasetto di Pesto di Pistacchio e Porcini Sciara - La Terra del Pistacchio Granella di pistacchio Sciara - La Terra del Pistacchio 1 spicchio d'aglio Olio evo qb Sale qb Cuocere i tortiglioni in abbondante acqua salata. In un'ampia pentola, fate scaldare due cucchiai di olio con uno spicchio d'aglio, farlo imbiondire quindi levarlo e aggiungervi i porcini a tocchetti. Cuocerli per una decina di minuti. Frullare la burrata insieme al pesto di pistacchio e porcini, aggiungendo un goccio di acqua di cottura della pasta, fi

Ciambella alla Fiordifrutta Mandarino e Curcuma

Ciambella alla Fiordifrutta Mandarino e Curcuma
Eccovi un'idea per iniziare la giornata al meglio e in tutta dolcezza: la Ciambella alla Fiordifrutta Mandarino e Curcuma. Un dolce leggero, quasi light, che vede l'utilizzo della panna fresca come parte grassa. La panna fresca, infatti, è caratterizzata da una percentuale minima di grassi pari al 30%, e un apporto calorico pari alla metà di quello del burro. Quindi un dolce che si può gustare senza troppi sensi di colpa. Inoltre si tratta di una coccola che si realizza in un lampo, sporcando solo la ciotola del mixer! Ottimo, no? Ingredienti per uno stampo da ciambella da 20 cm: 300 g di farina 00 150 g di panna fresca 120 g di zucchero 150 g di Fiordifrutta Mandarino e Curcuma 4 uova intere 1 cucchiaio di lievito in polvere per dolci 1 pizzico di sale zucchero a velo qb Setacciare la farina con il lievito e mettere in un mixer. Aggiungere poi tutti gli altri ingredienti e avviate il robot fino a ottenere un composto ben amalgamato. Imburrate e infarinate uno stampo da ciambel

Pink Hamburger

Pink Hamburger
 E' raro che io cucini certe preparazioni e mi chiedo il perchè, data la grande bontà. Di certo non sono così veloci da preparare...alla faccia del fast-food! Questo che vi posto è un vero e proprio slow-food! Proprio perchè si parte da zero, ovvero dalla preparazione del pane, fino all'assemblamento finale del panino. Ma direi che ne vale la pena. Pronti? Via! Iniziamo dal Burger Buns alla barbabietola.  Per questa ricetta devo ringraziare la bravissima Francesca, conosciuta in rete con il suo bellissimo Filastrocca Dolce (che vi consiglio di visitare). Dosi e ingredienti per circa 12 panini: Per il lievitino: 75 g di farina forte 290w 75 ml. di succo di barbabietola estratto (barbabietole Bioexpress ) 6 g lievito di birra fresco (quello a cubetti) Per l’impasto: 260 g farina forte 290w 240 g semola rimacinata 250 ml succo di barbabietola estratto 12 g sale 80 g zucchero 70 g olio di semi mix semi di zucca e girasole Melandri

Ravioli alla valtellinese con fonduta di taleggio e bresaola

Ravioli alla valtellinese con fonduta di taleggio e bresaola
Per questa uscita di marzo, noi de L'Italia nel Piatto abbiamo pensato di proporvi piatti tipici con I formati di pasta della tradizione locale. In Lombardia abbondano le paste ripiene. Ho avuto modo, in passato, di farvi conoscere gli Scarpinocc di Parre oppure i famosi Pizzoccheri di Teglio . Questa volta, invece, ho preparato per voi i Ravioli alla Valtellinese con fonduta di taleggio e bresaola. Un primo piatto davvero molto gustoso e particolare, grazie alla presenza della farina di grano saraceno nell'impasto che conferisce quella ruvidezza tipica tanto amata. Pare che i ravioli alla valtellinese, secondo la tradizione, vengano preparati solitamente verso la fine delle feste poichè considerati "dietetici" (passatemi il termine, anche se di dietetico qui non c'è proprio nulla) rispetto ai piatti più elaborati tipici delle feste natalizie. Diciamo che rappresentano il giusto compromesso per cedere il passo, con la fine delle feste Natalizie, a ricette più le

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli