Mojito crinkle cookies

Mojito crinkle cookies
Ho preso ispirazione dai famosi lemon crinkle cookies, trasformandoli in una chicca leggermente alcolica. Sentivo il bisogno di distinguermi dalla massa. I Mojito crinkle cookies sono dei deliziosi biscotti di origine americana, una nuvoletta sofficiosa al profumo di estate, ricoperta di zucchero a velo! Ingredienti per circa 30 biscotti 230 g di farina 00 30 g farina di mandorle 110 g burro morbido 100 g zucchero di canna 1 uovo grande 10 ml succo di lime 30 ml di rum bianco scorza di lime grattugiata 8 g lievito per dolci 2 g sale fino zucchero di canna qb per la decorazione finale zucchero a velo qb per la decorazione finale In una ciotola setacciate le farine e il lievito e aggiungete il sale. Nella planetaria lavorate il burro morbido con lo zucchero finché otterrete una crema soffice. Aggiungete l’uovo (a temperatura ambiente), poi unite sia il succo che la scorza del lime, sempre continuando a montare e il rum. Infine aggiungete il mix di farine e lievito. L

Stecco cremoso Latte e Menta

Stecco cremoso Latte e Menta
  Il latte e menta è quella bevanda che fa subito estate. E mi riporta indietro nel tempo. Quanta ne ho bevuta da bambina! Mi faceva sentire grande, non so perchè. E poi era così buona... Fresca, deliziosa, si prepara al volo ed è estremamente dissetante. Così ho pensato di trasformarla in stecco cremoso. E' più facile a farsi che a dirsi. Ingredienti: 400 ml latte fresco (se siete intolleranti, potete usare anche latte di mandorle o di cocco) 100 ml di sciroppo alla menta Il procedimento è davvero facile e veloce. Versare in una brocca con il beccuccio il latte e lo sciroppo alla menta e mescolare. Versare il liquido per tre quarti negli appositi stampini in silicone, dove andrete ad introdurre anche gli stecchi di legno. In alternativa potete usare dei bicchierini di plastica. Mettete nel congelatore per almeno 4 ore. Per un'idea ancora più golosa, una volta tolti dal freezer, potete ricoprire i vostri stecchi cremosi con cioccolato fuso.

Tacchino tonnè

Tacchino tonnè
E' difficile trovare ricette di carne sul mio blog. Non perchè sia vegetariana o chissà che altro. Adoro la carne. Semplicemente non mi piace cucinarla. Solo se si tratta di lunghe cotture in forno, so di essere brava e riuscire nella preparazione. Come nel caso del Tacchino tonnè. Un piatto squisito, perfettamente adatto a questo periodo. Salate e pepate una fesa di tacchino da circa 800 g, quindi disponetela in una teglia rivestita da carta da forno, irrorate con un filo d'olio e fate cuocere in forno caldo a 150°C per circa un'ora e mezza. Quindi togliete dal forno e fate raffreddare. Nel frattempo preparate la salsa tonnata. Io utilizzo il metodo ultra iper super veloce e di sicura riuscita di mia madre. Nel boccale del minipimer rompete un uovo, aggiungete una tazza d'olio di semi o di oliva, un cucchiaino di aceto o succo di limone, un pizzico di sale, una manciata di capperi ( Citres ) e una scatoletta di tonno da 80 g precedentemente scolata dall'ol

Lasagna bianca di zucchine

Lasagna bianca di zucchine
Adoro le lasagne, soprattutto d'estate, nonostante sia necessario l'utilizzo del forno. Considerate che io faccio parte di quella categoria che userebbe il forno giorno, notte, inverno, estate, senza distinzioni. Trovo che questo sia un piatto ottimo sia caldo che tiepido. LO si può preparare con estremo anticipo e poi si cuoce in forno. Fa tutto da sola! Cosa chiedere di meglio? Ingredienti: 250 g di lasagne Pasta Armando 1 kg di zucchine biologiche Bioexpress 100 g di prosciutto cotto tagliato a fette 200 g di scamorza a fette 60 g di grana padano grattugiato sale pepe qualche fogliolina di basilico olio extra vergine di oliva q.b. Per la besciamella: Usate un pentolino che sia almeno di alluminio con doppio fondo. Lasciate fondere 50 g di burro a fuoco basso; unite pari quantità di farina mescolando con la frusta. Quindi versate 700 ml di latte freddo tutto in una volta continuando a mescolare finchè inizia a bollire. Salate, diminuite l’intensità d

Tiramisù alle ciliegie e zabaione con amaretti

Tiramisù alle ciliegie e zabaione con amaretti
Il Tiramisù alle ciliegie e zabaione con amaretti è un dessert da favola che vi farà fare un figurone! Ci sono diversi passaggi da seguire, ma il risultato è garantito! Sarà un successo! Approfittate di questo periodo per realizzarlo...purtroppo la stagione delle ciliegie è così breve! La ricetta l'ho trovata sul Cucchiaio d'Argento e vi ho apportato solo qualche piccola modifica, in base ai miei gusti personali. Ingredienti per il tiramisù: 300 g di savoiardi 500 g di ciliegie biologiche Bioexpress 250 g di mascarpone 100 g di zucchero semolato 5 albumi a temperatura ambiente sciroppo di ciliegie Ingredienti per lo zabaione: 5 tuorli a temperatura ambiente 2 cucchiai di zucchero semolato 75 g di Vinsanto   Per completare: Amaretti sbriciolati   Per realizzare Tiramisù alle ciliegie e zabaione con amaretti, per prima cosa tagliate le ciliegie a metà, denocciolatele e mettetele in una larga padella antiaderente con metà dello zucchero. Cuocetele a fiamm

Brownies al cioccolato, con fragole e crema di pistacchio

Brownies al cioccolato, con fragole e crema di pistacchio
Quando la voglia di dolce al cioccolato ti prende all'improvviso, non c'è miglior rimedio dei Brownies al cioccolato, con fragole e crema di pistacchio. Si perchè il cioccolato si sposa bene con un sacco di ingredienti, ma con le fragole e i pistacchi dovete provarlo! Ingredienti: 120 g di farina 00 2 uova 250 g di cioccolato fondente 120 g di burro 150 g di zucchero 100 g di fragole biologiche Bioexpress 1 cucchiaino di lievito per dolci  1 pizzico di sale Crema di pistacchio Sciara - La Terra del Pistacchio   Lavate bene le fragole e tagliatele a tocchetti. Fondete a bagnomaria o al microonde, il cioccolato con il burro. Lasciate intiepidire. Mescolate in una ciotola le uova, lo zucchero e un pizzico di sale; montateli con una frusta elettrica fino a che non risulteranno belli spumosi e gonfi. Aggiungete ora la farina setacciata con il lievito, poi il composto di cioccolato fuso con il burro e mescolate accuratamente il tutto. Foderate una teglia con la carta da f

Riso venere tricolore

Riso venere tricolore
  Iniziamo la serie estiva di piatti freddi e leggeri. Non vedevo l'ora arrivasse l'estate ed ora che ci siamo quasi, con quello che è successo, non riesco nemmeno a godere della bella stagione. Speriamo che questa sensazione negativa che mi perseguita, prima o poi svanisca, ma so che mi capite e che siamo in tanti a viverla in questo modo. Ma passiamo alla ricetta (o non ricetta). Un'insolita insalata di riso, direi. Niente di più semplice. Lessate il riso venere in acqua salata, secondo il tempo indicato sulla confezione. Scolatelo sotto il getto dell'acqua fredda in modo da arrestarne la cottura. Versatelo in una capiente ciotola, quindi aggiungete della feta tagliata a dadini, pomodorini freschi pachino tagliati a spicchi e qualche fogliolina di basilico fresco. Grattugiatevi sopra la scorsa di un lime e spremetene il resto. Condite con un filo di olio extra vergine di oliva, mescolate bene et voilà. Buona, fresca e leggera. In questa ricetta ho utilizzato p

Friggitelli con ripieno aromatico

Friggitelli con ripieno aromatico
Vi piacciono i friggitelli? Io li adoro! Questi piccoli peperoni verdi, dall'inconfondibile sapore amarognolo, sono una presenza fissa della mia tavola estiva! Sono ottimi semplicemente saltati in padella, deliziosi con la pasta, golosi ripieni! Io vi propongo una versione imbottita, saltata in padella, ma nulla vi vieta di cuocerli in forno. Ingredienti per 4-6 persone: 1 kg di friggitelli bio BioExpress 500 g di polpa di vitello macinata 100 g di grana padano grattugiato 2 fette di pane raffermo senza crosta 1 uovo 4-5 peperoncini lombardi Citres una manciata di foglie di basilico 1 rametto di timo 1 scalogno olio extra vergine di oliva sale pepe Lavate e asciugate i friggitelli, tagliando la calotta superiore, quindi provateli delicatamente dei semini. Raccogliete la macinata in una ciotola, aggiungete il pane, precedentemente ammollato nell'acqua e strizzato, il grana e l'uovo. Unite i peperoncini lombardi, il timo e il basilico tritati, aggiu

Torta morbida allo yogurt e fragole

Torta morbida allo yogurt e fragole
Ho trovato questa ricetta per caso su Instagram, nel bellissimo profilo de Ricette del cuore blog . L'ho fatta ed è piaciuta a tutti. A me è piaciuta soprattutto la conseistenza extra morbid dell'impasto, che non vedo l'ora di rifare con altri ingredienti in aggiunta al posto delle fragole! Ingredienti per uno stampo da 22 cm: 160 g di farina 00 90 g di zucchero 100 g di yogurt intero 50 ml di olio di semi vari 2 uova intere 8 g di lievito per dolci vanigliato 5 cucchiaini di Fiordifrutta alle fragole e fragoline di bosco alla menta Special Edition 100 g di fragole biologiche BioExpress q.b. Zucchero a velo Sbattere velocemente le uova intere con lo zucchero, quindi aggiungere lo yogurt e l’olio fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungere la farina e il lievito setacciati e mescolare fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Versare il composto in uno stampo rivestito da carta da forno. Mettere nell’impasto 4-5 cucchiaini di Fiordifrutta e le fra

Chisulin mantovano

Chisulin mantovano
Buona Festa della Repubblica a tutti! Noi de L'Italia nel Piatto festeggiamo con un tema davvero sfizioso: Street food - Ogni angolo della nostra bella Italia ha un cibo di strada amatissimo! Per la Lombardia ho pensato di proporvi la ricetta dello Gnocco fritto Mantovano, che è leggermente diversa da quella originale di Modena. Le origini del buonissimo gnocco fritto sono da ricercarsi sicuramente nella tradizione culinaria dei Longobardi che, sembra abbiano tramandato questa ricetta agli Emiliani. Lo gnocco fritto ha assunto, in Emilia Romagna e in altre Regioni, nomi diversi a seconda delle varie zone. A Bologna si chiama “crescentina”, nella provincia di  Parma  “torta fritta”, a Reggio Emilia e Modena “il gnocco fritto”, mentre nella provincia di Piacenza e Mantova le varianti sono gnocco fritto o “Chisulin”. Ma vediamo subito come si prepara. La fonte di questa pietanza appetitosa è da attribuirsi a Carlo Chierici . Ingredienti: circa mezzo bicchiere d’a

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli