Bugie di plin

Bugie di plin
E gira che ti rigira, ci ritroviamo un'altra volta nel periodo carnevalesco. Il carnevale è una festa prettamente cattolica, ma le sue origini sono ben più antiche. Basti citare, per esempio, le festività dionisiache greche o i saturnali romani. Durante queste feste si realizzava un temporaneo scioglimento dagli obblighi sociali e dalle gerarchie per lasciar posto al rovesciamento dell'ordine, allo scherzo e anche alla dissolutezza. Da un punto di vista storico e religioso il carnevale rappresentò, dunque, un periodo di festa ma soprattutto di rinnovamento simbolico, durante il quale il caos sostituiva l'ordine costituito. Ed io adoro tutto questo. Nella mia cucina succede un po' la stessa cosa...non friggo quasi mai, ma, in questi giorni, il forno cede il posto a pentole, fuoco e olio di arachidi. Eccovi un dolcissimo assaggio.... Ingredienti: 400 g di farina 400 W 60 g di zucchero a velo 30 g di tuorlo (io ho messo un tuorlo, anche se pesa meno, circa 20 g) 85 g di

Pane di pasta dura fatto in casa

Pane di pasta dura fatto in casa
--> Ciao a tutti! Oggi voglio condividere con voi questa splendida ricetta trovata su un vecchio numero de La Cucina Italiana, dello chef Walter Pedrazzi . Sto riscoprendo la gioia e la bontà del pane fatto in casa, soprattutto grazie a Iris. Beh, grazie o purtroppo, dipende dai punti di vista. Ormai mi sono rassegnata, non è una mangiona. Se ricordate, a dicembre, ero in crisi perché la piccola si nutriva solo di latte. Cresceva ugualmente, ma capite che per una mamma è una tragedia. Ora sono decisamente più serena. Se mangia bene, se non mangia pazienza, di fame non muore. Tra gli alimenti che più le piacciono ora, oltre il latte, lo yogurt, la pizza e i crackers, c’è il pane e per questo, appena posso, lo faccio in casa. In particolare questo tipo a pasta dura, l’ho trovato particolarmente delizioso e profumato. Provare per credere!  Raccogliete nella ciotola dell’impastatrice 300 g di farina e 250 g di farina Manitoba e miscelate. Aggiungete 38 g di lievito madre

Riccette risottate con speck, zucchine e Casera

Riccette risottate con speck, zucchine e Casera
Tovaglietta Green Gate Dilemma “amletiano”: pasta o risotto? Se siete eternamente indecisi ecco la risposta! Preparate la pasta a risotto! Il risultato è quello di un primo piatto cotto a puntino e perfettamente mantecato. Sono riuscita almeno un poco a farvi venire l’acquolina in bocca? E allora guardate qui sotto. Ingredienti per 4 persone: 320 g di pasta tipo Riccette 2 zucchine medie 50 g di speck affettato sottile 100 g di Casera olio extra vergine di oliva sale Mondate e lavate le zucchine e tagliatele a cubetti. Tagliate a listarelle lo speck. Fatelo rosolare per qualche minuto in una casseruola con un filo d’olio. Aggiungete la dadolata di zucchine e lasciate insaporire. Intanto sbollentate la pasta in acqua bollente salata per 2-3 minuti, poi scolatela, tenendo sul fuoco l’acqua di cottura. Aggiungete la pasta nella casseruola con le zucchine e lo speck. Bagnate con un paio di mestoli della sua acqua di cottura aggiungendo

"Strudelini" ai fichi

"Strudelini" ai fichi
Piattino e Tovaglietta Green Gate Adesso magari vi faccio ridere, ma vi è mai capitato di avere un collega che puzza? Io mi auguro di cuore che il mio, non venga mai a conoscenza di questo post…beh, io uno ce l’ho! Eccome! E’ una situazione tra il comico e l’imbarazzante ma ci sono giorni che…ragazzi…si salvi chi può! Il mio viso, dal colorito roseo, al suo passaggio assume le varie tonalità del verde. Venerdì scorso ho provato a scervellarmi su come poterglielo dire in maniera garbata e simpatica, ma qualsiasi frase mi venisse in mente, risultava comunque offensiva. Avete qualche buona idea in proposito? Si accettano consigli, e di brutto!!! :-) Ingredienti per 6 persone: 250 g di burro 250 g di farina per dolci 125 g di fecola 125 g di zucchero semolato 6 tuorli sodi un cucchiaino di estratto di vaniglia home-made un vasetto di marmellata biologica ai fichi Fiordifrutta Rigoni di Asiago Passate al setaccio i tuorli sodi, montateli con lo zucchero semolato, l’estratto di vaniglia

Panini da buffet

Panini da buffet
Tovaglietta Green Gate --> Domenica prossima festeggiamo il secondo anno di Iris. In realtà il compleanno sarebbe tra una settimana esatta, lunedì 10, ma per riuscire a passarlo con tutti gli zii e i nonni, abbiamo deciso di anticiparlo di un giorno. Sono già passati due anni…inutile mettersi a commentare questa frase, ormai è risaputo, il tempo di per sé vola, quando poi ci sono i figli, ti scivola proprio dalle mani senza neanche rendersene conto. Mi vengono i brividi…vorrei tanto conoscere il modo per fermarlo, almeno un pochino…ma è solo utopia allo stato puro. Invece i panini che vi propongo non sono affatto utopia! La ricetta l’ho trovata sul libro della Moroni. Devo dire che hanno riscosso un enorme successo a casa mia, soprattutto da parte della piccola. Tra le poche cose che mangia, oltre ai dolce e al latte, ci sono anche questi panini, che domenica prossima preparerò farciti al buffet del suo compleanno!   Ingredienti per circa 20 panini: 500 g di f

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli