Torta Wafer

Torta Wafer
Ciao a tutti! Oggi nella Kucina di Kiara si prepara una bella torta coreografica, la Torta Wafer! Semplice da realizzare, ideale da portare come presente a casa di parenti o amici! La base è una golosa torta al cioccolato e ricotta, aromatizzata al cardamomo. La glassa è di cioccolato e tutt'intorno un tripudio di wafer alla nocciola! Insomma, amanti del cioccolato, siete capitati nel posto giusto! Ingredienti per la torta (diametro 20 cm): 250 g di ricotta vaccina 250 g di zucchero 3 uova 75 g di cacao amaro 1 bustina di lievito per dolci 100 g di burro 80 g di farina 3 bacche di cardamomo Per la glassa: 100 g di cioccolato fondente 100 g di panna fresca 30 g di miele Mielbio Rigoni di Asiago al Mandarino (o altro gusto a vostra scelta) Per decorare: 250 g di  frutti di bosco freschi zucchero a velo Una confezione di wafer alla nocciola (o quelli che preferite) Il mio consiglio, prima di iniziare, è quello di munirvi di una confezione di scorta di waf

Gnocchi di pane verdi al profumo di mare

Gnocchi di pane verdi al profumo di mare
  Gli gnocchi di pane sono stati per me una vera e propria scoperta! Un'ottima ricetta del riciclo! Si possono fare di ortiche, spinaci, prezzemolo, funghi e chi più ne ha più ne metta! Aromatizzati con questi ingredienti e conditi con sughi corposi o salse cremose, gli gnocchi di pane rivelano nella loro semplicità sapori e profumi sublimi. Ingredienti per 4 persone: 300 g di pane raffermo 150 ml di latte 150 g di spinaci biologici BioExpress 2 uova farina olio extra vergine di oliva sale Per il condimento: 150 g di cozze 150 g di vongole 150 g di gamberetti puliti 1 spicchio di aglio orsino BioExpress 1 ciuffo di prezzemolo BioExpress 1/2 bicchiere di vino bianco secco 125 g di panna fresca olio extra vergine di oliva sale In una padella fate stufare gli spinaci con un filo d'olio, spegnete e lasciate intiepidire, quindi frullateli e teneteli da parte. Sminuzzate il pane in una ciotola e bagnatelo con il latte. Una volta ammorbidito, strizzatelo e

Torta di arance e mandorle di Claudia Roden

Torta di arance e mandorle di Claudia Roden
Ho letto di questa torta sul magnifico libro "La Grammatica dei Sapori". Mi ha incuriosito subito il procedimento e il fatto di usare l'arancia in tutta la sua essenza, dalla buccia agli spicchi. Premetto che io non amo particolarmente questo agrume, nè consumato sotto forma di frutto nè come spremuta. Però adoro il suo profumo e l'aroma che conferisce ai dolci (e non solo). Questa torta è stata un'autentica rivelazione. Da provare! 2 grosse arance non trattate (per me le biologiche di BioExpress ) 6 uova intere 250 g di zucchero bianco semolato 250 g di mandorle tritate 1 cucchiaino di lievito in polvere Per prima cosa lavare bene le arance e fatele bollire per circa 2 ore, fino a quando saranno quasi sfatte. Detto tra noi, le arance possono essere cotte anche nel forno a microonde in pochi minuti...ma non diciamolo alla Roden. Appena saranno pronte, fatele appena intiepidire, quindi tagliatele in quarti, eliminate i semi e frullate il tutto. Montate 6 uova i

Pig's Mud Cake, la famosa torta dei maialini nel fango

Pig's Mud Cake, la famosa torta dei maialini nel fango
Pubblico ora questa torta, ma in realtà è stata realizzata esattamente un anno fa, in occasione del 5° compleanno di Iris. Domani compirai già 6 anni piccola mia. Come passa il tempo...è una frase fatta, ma Dio quant'è vera! Per festeggiarti sul blog, pubblico questa ricetta che tanto è piaciuta a te e a tutti i tuoi amici (senza essere disdegnata dai genitori). E' molto famosa in rete! Iris l'ha scelta per la quantità industriale di cioccolato presente, sia fuori che dentro la torta. Ma passiamo alla ricetta! Mud Cake al cioccolato 
(ricetta di Toni Brancatisano) 
Ingredienti per uno stampo da 18 cm di diametro: 75 g di cioccolato fondente 200 g di zucchero semolato 100 g di farina 00 125 g di burro 125 g di latte 50 g di cacao amaro in polvere 2 uova medie 8 g di lievito per dolci Procedimento: Un consiglio è quello di preparare la mud cake il giorno prima di farcirla, in modo da farla raffreddare bene ed assestare così da riuscire a tagliarla senza

Le castagnole della Giovannina

Le castagnole della Giovannina
Le castagnole della Giovannina, ovvera una tra le tante ricette prese dal meraviglioso gruppo di Facebook di Adriano e Paoletta , dove nascono tante cose positive, tra amicizie, discussioni, confronti e, ovviamente, splendide e collaudatissime ricette (più o meno facili), tra cui questa. La Giovannina era la tata di Paoletta. Paoletta ci scrisse nel gruppo cosa ricordava della ricetta. Ecco cosa ne è uscito, grazie alla collaborazione e alle prove di molte buone anime presenti nel gruppo. Il risultato è stata una pallina soffice soffice, con la crosticina croccante. Leggerissime e buone. Assolutamente diverse da tante altre ricette che vediamo in giro e che danno un dolcino abbastanza asciutto, ma che comunque in tantissimi apprezzano. Queste sembrano cubetti di panettone panati e fritti. Sono ottime. Ecco la ricetta. Ingredienti per circa 130 palline: 410 grammi farina 00 3 uova medie 125 g di zucchero semolato 125 g di latte intero 100 g di olio di semi un pizzico d

Torta del Paradiso

Torta del Paradiso
Ricette che scaldano il cuore, ecco il tema di questa nuova uscita de " L'Italia nel Piatto ". Un tema ampio, che ha come comun denominatore l'amore, ovviamente. Per la Lombardia, ho pensato alla Torta del Paradiso, in primis perchè mi riporta indietro nel tempo. Mia madre la preparava spesso in passato, in occasioni speciali, guarnendola con marmellate o Nutella. Era il mio dolce preferito allora. In secondo luogo, ho pensato a questa ricetta per via della leggenda legata alle sue origini. In verità ce ne sono tante, ma quella più pittoresca racconta che un frate della Certosa di Pavia, abbia imparato la ricetta della Torta del Paradiso da una giovane sposa conosciuta mentre, uscito in segreto dal monastero, girava per le campagne adiacenti la struttura, alla ricerca di erbe mediche. I confratelli, estasiati dalla bontà del dolce, la chiamarono Torta del Paradiso. Anche qui una storia d'amore quindi. Sacro o profano non mi è dato saperlo, ma pur di amore si

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli