Pasta al ragù di salsiccia con zucca e funghi

Pasta al ragù di salsiccia con zucca e funghi
  Adoro la pasta al ragù. Di qualsiasi ragù si tratti. Già, perchè non esiste un ragù uguale agli altri, ogni famiglia ha la sua ricetta e la tramanda di generazione in generazione. Inoltre ci sono migliaia di tipologie diverse.  In base alle stagioni, trovo magnifico e stuzzicante provare nuove combinazioni di sapori. Questa che vi presento oggi, non è di certo la scoperta dell'acqua calda, ma è pur vero che vi sto offrendo l'ennesima interpretazione di un ragù. Protagonista la salsiccia (per me ovviamente lodigiana) con la partecipazione straordinaria della zucca biologica BioExpress e del Funghi Pleurotus, sempre bio, sempre BioExpress. Ingredienti per 4 persone: 250 g di pasta tipo Trecce Pasta Armando 350 g di salsiccia lodigiana 200 g di polpa di zucca pulita e tagliata a tocchetti BioExpress 200 g di funghi Pleurotus Bio BioExpress 1/2 cipolla BioExpress 1/2 carota BioExpress 1/2 costola di sedano BioExpress 3 dl di latte 1 mestolino di brodo di carne

Dolce alle mandorle fritte

Dolce alle mandorle fritte
E' ufficiale, siamo entrati nel mood carnevalesco. Lo si capisce soprattutto dalle migliaia di delizie (rigorosamente fritte) che iniziano a invadere i social. Ovviamente ci sono le alternative light, cotte in forno. Ma suvvia, a febbraio uno strappo alla regola è quasi d'obbligo. Si vive una volta sola ;-D Oggi voglio proporvi qualcosa di insolito, un dolce tipico della cucina indiana, a base di mandorle e cardamomo, ingredienti che, insieme a molti altri, caratterizzano la cucina dell'India settentrionale. E' un dolce semplice, che ho aggiustato leggermente con gli ingredienti a mia disposizione. Non prevede l'utilizzo di zucchero saccarosio, ma il risultato è straordinariamente armonico e delicato.   Ingredienti per 4 persone: 130 g di mandorle pelate 8 semi di cardamomo 125 g di farina 130 g di latte in polvere (non avendolo in casa, l'ho sostituito a circa 50 g di latte condensato) 3 uova 1 vasetto di gelatina di frutta (non avendolo, l'ho

Dahl Indiano, zuppa di lenticchie rosse

Dahl Indiano, zuppa di lenticchie rosse
Dopo le feste di fine anno, ci si ritrova sempre con un sovrannumero di confezioni di lenticchie. A me succede puntualmente, anche a voi? Beh, io ho trovato una ricetta interessante per impiegare queste piccole chicche, dalle innumerevoli proprietà benefiche. Trattasi di un piatto indiano, il Dahl di lenticchie rosse. Non è nient'altro che una zuppa, molto robusta, speziata e straordinariamente sana e vellutata. Io l'ho leggermente adattata ai miei gusti italiani, guarnendo la pietanza con crostini di pane in cassetta, tostato con olio extra vergine di oliva. Ho utilizzato uno scalogno (che nella ricetta originale non è previsto) e ho preparato una versione leggermente più veloce. In rete comunque trovate tutte le varianti che volete. Piatti Green Gate Ingredienti per 2 persone: 250 g di lenticchie rosse decorticate Melandri Gaudenzio 500 ml di brodo vegetale 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva 1 pezzettino di zenzero fresco (o un cucchiaino in polvere,

L'ABC della merenda dolce is a new sweet snack by Parmareggio

 L'ABC della merenda dolce is a new sweet snack by Parmareggio
  Mai come oggi, l'attenzione all'alimentazione è stata così importante. In questi ultimi anni, infatti, si sta osservando un vero e proprio cambio di mentalità dei consumatori a livello mondiale, che vedono il cibo come fonte di benessere e si approcciano alla propria alimentazione in modo più selettivo, con una crescita di interesse verso i prodotti salutistici. Nel mio caso ciò è avvenuto soprattutto da quando sono diventata mamma. Adesso poi che la mia bambina frequenta la scuola materna, la mia attenzione è rivolta principalmente alla merenda. Questo spuntino, infatti, viene preparato a casa da noi genitori e deve essere vario, gustoso e nutriente. Nel mio caso specifico, deve essere soprattutto completo e equilibrto, perchè devo tenere in considerazione il fatto che Iris, spesso e volentieri, snobba il pranzo della mensa. Fortunatamente, da qualche tempo, corre in mio aiuto Parmareggio , azienda leader presente sul mercato dal 1983, nota a tutti noi italiani (e no

Catering e Banqueting Rosa Salva Venezia

Catering e Banqueting Rosa Salva Venezia
  Buongiorno cari amici. Oggi nella mia cucina si parla di catering e banqueting, due realtà che al giorno d'oggi stanno prendendo sempre più piede nella nostra società. La differenza tra catering e banqueting è sottilissima. Il catering riguarda tutte quelle attività correlate alla fornitura di cibi e bevande nell'ambito di grandi eventi, come ad esempio matrimoni, congressi, convention ecc. L'origine del termine deriva dall'inglese “to cater” e si riferisce appunto al rifornimento di cibo. Quindi, fondamentalmente, il catering provvede agli alimenti e alle bevande al di fuori del luogo in cui vengono cucinati. Il banqueting, invece, riguarda tutto ciò che concerne la presentazione e l'organizzazione dell'evento. Il termine inglese "to banquet" (da cui banqueting) significa offrire banchetti ma anche banchettare. Il servizio di banqueting consiste quindi nell’organizzazione di ricevimenti e banchetti presso location private, palazzi, feste esc

Tapenade alle olive verdi

Tapenade alle olive verdi
La prima volta che ho provato una tapenade , è stata aprendo un vasetto di quelle salse già pronte, marchiate Citres . Non conoscevo questa delizia. L'avete mai provata sul pane tostato? Le vostre papille gustative vi ringrazieranno... Ho provato a farla in casa da me, usando però le olive verdi al posto di quelle nere. Quest'ultime infatti, tendono ad essere più dolci (poichè sono le verdi mature), mentre quelle verdi sono più acidule. Il segreto per avere una signora salsa tapenade, è quello di non sminuzzare troppo gli ingredienti, cosa che tende a renderli amari e catramosi, e invece usare il tasto a impulsi del frullatore, fermandosi quando il composto è ancora grossolano. Provate con un cucchiaio di capperi scolati (sempre Citres) e 85 g di olive snocciolate, un pizzico di timo essicato e un cucchiaio di olio extra vergine di oliva, in base alla consistenza che desiderate dare alla salsa. Aggiungete una o due acciughe (io ho usato le Alacce filettate Citres) e, se

I Pezzi di Sogno

I Pezzi di Sogno
Tazze e tovaglietta Green Gate Ho visto per la prima volta questi dolcetti su Facebook, nella pagina della bravissima Stefania, autrice del blog Formine e Mattarello . Me ne sono subito innamorata. Inizialmente solo per il nome e l'aspetto...una volta fatti e assaggiati anche per il loro sapore...un sogno! Conosciuti anche come Traumstücke, sono una vera coccola! A me ricordano tanto i canestrelli, che mangiavo sempre da bambina... Ma passiamo alla ricetta: 500 g di farina 00 250 g di burro 5 tuorli 150 g di zucchero fino 1 bustina di zucchero vanigliato (gr. 16) io non l'avevo, quindi ho usato qualche goccia di essenza di vaniglia zucchero a velo per rotolare qb Lavorate il burro con lo zucchero e aggiungete l'essenza di vaniglia. Incorporate i tuorli, uno alla volta e mescolate bene fino a che non avrete amalgamato tra di loro tutti gli ingredienti. Aggiungete per ultimo la farina, continuate a impastare fino a ottenere un bel panetto liscio. Ripon

Linguine di legumi con vongole, bottarga e limone

Linguine di legumi con vongole, bottarga e limone
Queste linguine ai legumi, sono ottime se abbinate a vongole, bottarga di tonno e limone. Un tuffo nell'estate, in questo freddo e grigio inverno. Io avevo la fortuna di avere nel congelatore delle vongole già pulite, pescate da mia nipote nei mesi scorsi. Una vera bontà! Ingredienti
 per 4 persone: 360 g di linguine ai legumi Pasta Armando 600 g di vongole
 già pulite 40 g di bottarga
 di tonno 20 ml di succo di limone non trattato BioExpress (+ la buccia grattugiata) 1 spicchio d’aglio
 orsino BioExpress 1 ciuffo di prezzemolo bioloigoc BioExpress 
Sale Pepe Olio extravergine di oliva Preparazione Per questa ricetta, io avevo nel freezer un vasetto di vongole già pulite, congelate all'interno del loro liquido di cottura. Le ho scongelate e fatte saltare per qualche minuto in un'ampia padella con un filo d'olio, il succo di limone e parte del loro liquido. In una grande pentola ho messo a bollire l’acqua, l'ho salata e ho aggiunto le lingui

Torta di mele, ricetta per la Cucina del Senza®

Torta di mele, ricetta per la Cucina del Senza®
Oggi, nella mia kucina, si parla di Cucina del Senza® . La conoscete? Si tratta di ricette che prevedono l'abolizione di sale, zucchero e grassi senza rinunciare al gusto. Marcello Coronini, è l'ideatore di questo innovativo stile di vita e racchiude rivoluzionarie ricette nel suo libro cult intitolato appunto "La Cucina del Senza". In occasione della X edizione di Gusto in Scena, il prossimo 25 e 26 febbraio 2018 a Venezia, che farà rivivere la tradizione delle spezie della Serenissima attraverso La Cucina del Senza® di Marcello Coronini, volevo dare il mio contributo professionale con questa ricetta. Si tratta di una Torta di Mele che rispetta tutte le regole previste dalla cucina di Coronini, senza rinunciare al gusto e alla golosità. Grazie alle mele, infatti, la torta rimane dolcissima senza aggiungere zucchero e gustosa nonostante l'assenza di olio e burro (complice l'uso dello yogurt alla frutta). Per la guarnizione finale, ho utilizzato una conf

Cappuccino di funghi porcini e Prosciutto di San Daniele

Cappuccino di funghi porcini e Prosciutto di San Daniele
Tazza, piattini e tovaglietta Green Gate Buongiorno a tutti! Oggi Kucina di Kiara vi offre una finta colazione. Non prendetemi per pazza, èh?! Ho visto fare questa ricetta in una delle finali dei precedenti Masterchef Italia (ora non ricordo l'edizione). Poi l'ho trovata anche in un libro della Parodi. Chi l'abbia inventata non saprei, so per certo che si tratta di un originale antipasto che, volendo aumentare le dosi, potrebbe tranquillamente trasformarsi anhe in un primo piatto. Stiamo parlando di una vellutata ai funghi porcini, presentata in tazza, guarnita con panna fresca salata e prosciutto San Daniele . Accompagnata da piccole, briochine salate di pasta sfoglia, farcite con provola dolce e prosciutto crudo. La differenza di questo piatto, la fa la qualità dei prodotti utilizzati, primo tra tutti il prosciutto di San Daniele, fatto solo con carne di suini italiani e sale marino, senza aggiunta alcuna di additivi e conservanti e stagionato esclusivamente a San D

I Mondeghili

I Mondeghili
Ciao amici! Per questo 2 gennaio, noi de L'Italia nel Piatto , abbiamo pensato di proporvi la "Cucina degli Avanzi", piatti tipici della tradizione italiana cucinati utilizzando gli avanzi del giorno prima. In occasione di queste feste, un tema del genere è l'ideale per evitare sprechi, senza rinunciare al gusto. Quale rappresentante della Lombardia, il mio pensiero è volato ai famosi Mondeghili milanesi. I Mondeghili (o mondeghilo al singolare), sono una delle parole che centocinquant'anni di dominazione spagnola hanno lasciato nel dialetto di Milano. A questo proposito, Francesco Cherubini nella sua opera Dizionario Milanese-Italiano (Milano 1839), riporta: "Mondeghili: specie di polpette fatte con carne frusta, pane, uovo, e simili ingredienti". Mentre in Italia il termine "polpetta" si riferisce a una preparazione prevalentemente tondeggiante a base di carne trita, a Milano questo stesso tipo di preparazione viene indicata con il termi

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli