Il Fragolaccio vegano

Il Fragolaccio vegano
Tovaglietta, piattino e cucchiaino presenti nelle varie foto sono di Green Gate Ci sono ricette che ti fanno innamorare solo dal nome. Così è stato per questo Fragolaccio , visto sul magnifico blog di Daniela IdeeRicette . Forse mi ha fatto tenerezza il suffisso che pare dia un valore peggiorativo al nome. Da buona paladina della legge quale sono, eccomi subito schierata. Scherzi a parte, questo dolce ha solo note positive, anzi, strabilianti! E' stato proprio come me lo aspettavo: di-vi-no! L'unica variante apportata è stata quella di trasformarlo in un Fragolaccio vegano. Eccovi la ricetta! Per la versione originale, ovviamente, vi rimando a IdeeRicette! Ingredienti per una torta per 10 persone circa: 200 ml di latte di avena (prossimamente sul blog posterò la ricetta su come prepararlo in casa, ma potete sostituirlo magari con del latte di mandorla) 250 g di fragole 100 g di olio di semi 100 g di granella di nocciole 150 g di zucchero integrale di can

Ravioli speck e porcini

Ravioli speck e porcini
So che forse questo piatto non è propriamente primaverile, ma non ho resistito. Ho dovuto assolutamente condividerlo. Solo chi li ha assaggiati può capirne la bontà. E a chi non l'ha fatto, non resta che provare a farseli in casa. Non è poi così difficile. Basta solo armarsi di un po' di pazienza. Il resto verrà da solo... Complici una busta di funghi porcini congelati, con la partecipazione straordinaria dello Speck Alto Adige igp . Il risultato? Un raviolo dal gusto pazzesco! Un tripudio di sapori che ben si sposano l'un con l'altro. Ingredienti per 4 persone: Per la pasta: 300 g di farina bianca tipo 00 Molino Soncini Cesare 3 uova sale qb Per il ripieno: Speck Alto Adige igp tagliato a coltello qb funghi porcini tagliati a tocchetti aglio (se piace) prezzemolo Grana Padano grattugiato una noce di burro Per il condimento: 80 g di burro 6 foglie di salvia Preparare il ripieno (non ho messo dosi perchè, quando s

Farfalle vegane al pesto di pomodorini secchi e olive

Farfalle vegane al pesto di pomodorini secchi e olive
Oggi ricetta vegana! Mi sto avvicinando sempre più a questo mondo. Non che io sia vegana, ma a volte mi piace sperimentare ricette così. Nella loro semplicità, queste farfalle sono gustosissime e ricche di sapore. Ingredienti per 4 persone: 320 g di farfalle Grano Armando 200 g di pomodorini secchi sott'olio Citres 20 olive nere denocciolate Citres una manciata di mandorle spellate olio extra vergine di oliva qb Dante Lessate la pasta in acqua bollente salata. Preparate il pesto: in un mixer tritate finemente i pomodorini secchi insieme alle olive, aggiungendo olio extra vergine di oliva a filo, poco per volta, fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Scolate la pasta, tenendo da parte un po' di acqua di cottura. Riversatela nella pentola, aggiungete il pesto (ve ne avanzerà anche per il giorno successivo), stemperate con l'acqua di cottura della pasta e servite.

Pasta di salame, vino rosso e riso

Pasta di salame, vino rosso e riso
Nel nostro Paese esistono salumi di alta qualità, ma la regola è mangiarne pochi e scegliere i migliori. Ecco come un riso con pasta di salame acquista gusto e personalità grazie a una ricetta dello chef Davide Oldani. Ho dovuto omettere l'anice stellato perchè mio marito non lo sopporta e le foglie di sedano che, ahimè, non avevo in casa. C'è da lavorare un po' in cucina, ma il risultato vi stupirà. Ingredienti per 4-6 persone: 500 g di vino rosso 300 g di riso (per me riso Baldo Tenute Risicole Berneri ) 300 g di brodo di carne 200 g di pasta di salame 100 g di burro 80 g di grana padano grattugiato maizena zucchero Portate a bollore il vino in una casseruola con un pizzico di zucchero e fatelo ridurre finchè ne rimangono 100 g. In un'altra pentola, riducete allo stesso modo il brodo, ottenendo 100 g di ristretto. Diluite 3-4 g di maizena in 2 cucchiai di acqua, in una ciotolina. Versate il riso in una casseruola e tostatelo, senza grassi, per 2-

Millefoglie di melanzane e salmone

Millefoglie di melanzane e salmone
Piatti e tovaglietta Green Gate   Con poche, semplici mosse, eccovi un antipasto easy dall'aspetto elegante. Potete prepararlo in anticipo e infornarlo all'arrivo degli ospiti. La ricetta è dello chef Moreno Ungaretti, io l'ho solo leggermente rivisitata. Ingredienti per 4 persone: 300 g di salmone 1 grossa melanzana Bioexpress 3 fette di pancarrè prezzemolo qb salvia qb rosmarino qb maggiorana qb olio extra vergine di oliva Pesto di rucola e pomodorini secchi Lavare la melanzana, tagliarla a fettine sottili e scottarla su una griglia. Su una teglia foderata di carta da forno preparare 4 torrette alternando una fetta di melanzana, una di salmone e uno strato di pesto di rucola. Continuare così per altri tre strati. Ora preparare la panure. Tritare nel mixer (per me il praticissimo Smart Chopper Princess ) il pancarrè, la salvia, la maggiorana e il rosmarino, unire un po' di sale e un filo d'olio. Spolverizzare bene la millefoglie con quest

Filetti di aringa saltati in padella con salsa di arancia e zenzero, ricetta con foto passo passo

Filetti di aringa saltati in padella con salsa di arancia e zenzero, ricetta con foto passo passo
Kucina di Kiara quest'oggi vi propone un secondo piatto a base di pesce facile ma molto appetitoso: i filetti di aringa saltati in padella con salsa diarancia e zenzero. E' la prima volta che micapita di cucinare l'aringa, ovvero un pesce azzurro dalle carni sode, saporite e molto ricche di Omega 3. Nella ricetta vengono utilizzati i filetti già puliti, diliscati, aperti a libro e con la pelle: si trovano facilmente già così nel vostro supermercato di fiducia. Il risultato della ricetta è un piatto povero di calorie ma nutriente, ideale per un pranzo leggero, magari accompagnato con una bella insalatina di stagione. Per la realizzazione di questa gustosa ricetta, ho utilizzato una magnifica padella in rame Gasperini . Per chi non lo conoscesse, si tratta di un laboratorio artigianale presente sul mercato da oltre 50 anni. La passione e la tradizione dei maestri ramai contraddistinguono ogni loro singolo prodotto. Il loro laboratorio è una delle ultime realtà an

Torta di cous cous e cioccolato

Torta di cous cous e cioccolato
Piatto e tovaglietta Green Gate Ho visto diverse versioni in rete di questa golosissima torta e oggi si è presentata l'occasione di farla, visti i rimasugli di cioccolato in dispensa. Ovviamente si tratta di un dolce umido e dal sapore unico e particolare.  I biscotti secchi presenti nella base donano croccantezza e nel ripieno, gli amaretti, conferiscono quel tocco in più che contraddistingue questo dolce particolare. Ingredienti: 300 g di cous cous 300 ml di latte 150 g zucchero 1 scorza di arancia 150 g di cioccolato fondente 4 uova 150 g di amaretti 100 g di biscotti secchi 50 g burro zucchero a velo qb Per realizzare la ricetta della torta adi cous cous e cioccolato porta a ebollizione il latte con lo zucchero e la scorza di arancia grattugiata, quindi spegni la fiamma e versaci il cous cous. Lasciagli assorbire il latte e sgranalo con i rebbi di una forchetta.  Non appena diventa tiepido, trasferiscilo in una ciotola e incorporaci il bur

Rotolo di radicchio, mandorle e cipolline borettane

Rotolo di radicchio, mandorle e cipolline borettane
Questo rotolo di sfoglia salato l'ho preparato diverse sere fa. Difficilmente guardo la tv, un po' per mancanza di tempo, un po' perchè m'interessa davvero poco. Le rare sere in cui lo faccio, ovviamente, mi ritrovo su programmi di cucina. Sono malata, che ci posso fare? Mi è capitato quindi di vedere la trasmissione della Maci e mi ha incuriosita questa sua preparazione. Ho provato a rifarla la sera dopo e, dal momento in cui a casa è piaciuto a tutti, ve la ripropongo. Prendete un cespo di radicchio rosso, pulitelo e tagliatelo a striscioline. In una capiente padella antiaderente, fate scaldare due cucchiai d'olio extra vergine di oliva, versate quindi il radicchio, cuocete per qualche minuto e sfumate con un goccio di aceto balsamico. Cuocete ancora qualche minuto ma cercate di mantenerlo croccante, intanto poi cuocerà nuovamente in forno. Aggiustate di sale.  Prendete un rotolo di pasta sfoglia (sarebbe preferibile averlo rettangolare, ma va bene anc

Fagottini di Speck Alto Adige finger food

Fagottini di Speck Alto Adige finger food
Oggi nella Kucina di Kiara entra sua maestà lo Speck IGP Alto Adige , uno dei salumi più buoni che abbia mai mangiato. Unico nella produzione e nel gusto, lo Speck Alto Adige con la sua affumicatura leggera e la sua stagionatura all'aria fresca è conosciuto dai buongustai di tutto il mondo, me compresa. Questo delizioso salume, nno solo è buono a freddo, tagliato a fettine sottili, ma è eccellente combinato con altri ingredienti nella preparazione di pietanze calde. Oggi vi propongo questo velocissimo finger food. Ho preso spunto da una ricetta vista in tv di Simone Rugiati, adattandola poi alle mie esigenze. Prendete fettine sottili di Speck Alto Adige, adagiatevi sopra un tocchetto di scamorza, quindi una prugna essicata e denocciolata e completate con una nocciola privata della buccia. Avvolgete la fetta di speck intorno al ripieno e richiuedete il tutto con un filo di erba cipollina. Passate in forno caldo a 200°C per 1 minuto, giusto il tempo di far ammorbi

Le brioche allo yogurt di Paoletta

Le brioche allo yogurt di Paoletta
Piattini, tazza e tovaglietta Green Gate Che si chiamino cornetti o brioche, poco importa. Il sapore di questo dolce appena sfornato, rende decisamente migliore anche la più grigia delle giornate! La ricetta è quella di Paoletta , risultato quindi garantito. Per la ricetta originale vi rimando, ovviamente, al suo sito. Ingredienti:   500 g farina (250 g di farina manitoba + 250 g di farina tipo verde Molino Soncini Cesare ) 100 g latte 150 g di yogurt bianco fatto in casa 2 uova intere + 1 tuorlo 75 g di zucchero semolato 60 g burro fuso 2 cucchiaini di miele Mielbio al limone Rigoni di Asiago 12 g lievito di birra fresco 7 g di sale 2 cucchiai di limoncello zeste grattugiata di 1 limone e ½ arancia Latte per spennellare Procedimento: Al mattino sciogliamo 1 cucchiaino di miele, il lievito e le zeste di ½ limone nel latte intiepidito, uniamo quindi 90 g di farina, mescoliamo e mettiamo in un luogo caldo fino a che si gonfia.     Il poolish è pronto q

il Biscotto Plasmon si rinnova: addio olio di palma

il Biscotto Plasmon si rinnova: addio olio di palma
Ho avuto la fortuna di diventare mamma 4 anni fa. La mia piccola creatura, che porta il nome di un fiore, è la mia ragione di vita. Per i figli si prova un amore incondizionato e lo si capisce solo quando lo si prova.  Per il loro benessere, noi mamme, cerchiamo di fare di tutto. Io, per esempio, non bado a spese per qualunque cosa la riguardi. Piuttosto mi privo io di qualcosa, pur di dare a lei. Stiamo attente a tutto, e quando dico tutto, vuol dire proprio che non ci scappa niente.  E noi foodblogger potremmo non avere un occhio di riguardo in più per ciò che riguarda la nutrizione del nostro bambino? L'attenzione all'alimentazione, fin da quando Iris era neonata, è stato un passo fondamentale per me. Consideriamo anche il fatto che la mia piccola è sempre stata piuttosto inappetente, fin dai primi giorni di vita. Il latte Plasmon ci ha accompagnate nel cammino della crescita e i biscotti sono arrivati di conseguenza. E' cresciuta con latte, pane e biscotti! Iris

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli