BAVETTE con PESTO, PATATE e FAGIOLINI

BAVETTE con PESTO, PATATE e FAGIOLINI
Quanto mi piace questo primo piatto! E pensare che da piccola l'ho sempre snobbato...la Gianna me lo rifilava sotto al naso ed io giravo la testa dalla parte opposta, schifata... brutta bambina viziata che non ero altro! :-) Questa ricetta è solo la versione decisamente più arricchita della classica pasta col pesto. Quest'ultimo io lo preparo rigoramente in casa; d'estate, quando il basilico dell'orto del mio papino necessita di essere tagliato, io e la Gianna prepariamo vasetti su vasetti di pesto, oppure li mettiamo in comode monoporzioni, nel contenitore dei cubetti del ghiaccio, così per l'inverno abbiamo una bella scorta! Ecco la ricetta: 350 gr di bavette 200 gr di fagiolini olio extravergine d'oliva 2 patate medie pesto di basilico Per prima cosa lavate i fagiolini e spuntate le loro estremità, quindi lessateli in abbondante acqua salata (quella che poi utilizzerete per cuocere la pasta). Intanto sbucciate le patate e tagliatele a piccoli dadini. Quand

BISCOTTI DA FAMIGLIA

BISCOTTI DA FAMIGLIA
Il Natale ormai è alle porte; manca meno di un mese al suo arrivo e in giro si respira già la magica atmosfera che lo contraddistingue, quel miscuglio strano di sensazioni che a volte fanno a cazzotti tra di loro: malinconia, gioia, solitudine, voglia di far del bene... io ne sono già invasa... ma io sono un caso a parte, soprattutto quest'anno. Non è solo il mio Natale questo, è il Natale mio e della mia piccola Iris, egoisticamente parlando. Un Natale davvero speciale e sicuramente indimenticabile che verrà ricordato con tenerezza negli anni a venire. Io e il mio amore stiamo coronando il sogno di allargare la famiglia, un sogno forse più suo all'inizio, io non ne sentivo il bisogno. Mi dicevo: "la mia famiglia ce l'ho già, ci sei tu mio dolcissimo amore, ci sono i miei splendidi genitori, i miei due fratelloni con le loro rispettive famiglie, sto bene così"...ma il mio era sempre e solo un discorso egoistico. Quante volte ho scritto MIO, MIO, MIO... la fami

TORTA AI LAMPONI di Donna Hay

TORTA AI LAMPONI di Donna Hay
Ancora lei, ancora una ricetta di Donna Hay. Mi piacciono un sacco le sue creazioni e i suoi libri, la grafica con cui sono realizzati e la pace e armonia che infondono sfogliandoli. Passo subito alla ricetta, oggi devo scapparea prendere gli esiti della curva glicemica (Gesù Bambino, ti prego ti prego ti prego continua a farmi mangiare dolci ti prego...prometto di essere ancora più buona se lo farai...): 50 gr di farina 0 80 gr di farina di mandorle 160 gr di zucchero a velo 90 gr di burro fuso 3 albumi leggermente sbattuti 1 cucchiaio di estratto di vaniglia (per me mezza fialetta di essenza di vaniglia) 125 gr di lamponi surgelati (per me freschi) Scaldate il forno a 160°C. Mescolate in una ciotola la farina, la farina di mandorle, lo zucchero a velo, il burro, gli albumi e la vaniglia fino ad ottenere un composto liscio. Incorporate metà dei lamponi e trasferite in uno stampo per torte rotondo di 18 cm foderato di carta da forno. Distribuite i lampon

MILLEFOGLIE DI MELANZANE FARCITO

MILLEFOGLIE DI MELANZANE FARCITO
Quanto mi piacciono le monoporzioni... anche a voi? Io le adoro! Trovo siano, prima di tutto, molto eleganti e poi, nel mio caso specifico, con l'utilizzo delle cocottine, non sporchi praticamente quasi nulla! Metti tutto dentro et voilà! Vi propongo questo millefoglie (chiamarlo così fa molto chic!) alle melanzane, farcito con dell'ottima caciotta. La ricetta originale (che poi io ho modificato) mi era arrivata via emal dal sito Bibliotheca Culinaria. Ingredienti per 4 persone 2 melanzane Farina 100 g di parmigiano reggiano 2 pomodori 300 g di Taleggio Erbe aromatiche (basilico, timo, maggiorana, origano secco) La scorza di 1 arancia 1 spicchio di aglio (io non l'ho messo) Olio di semi di girasole per friggere Sale Preparare i millefoglie di melanzana tagliandole a fette molto sottili. In una bacinella, posizionare le fette e spolverizzare ogni strato con il sale fino. Lasciare riposare per circa un'ora, per far perdere loro il liquido

CROSTATA RICOTTA E AMARENE dello Zio Piero

CROSTATA RICOTTA E AMARENE dello Zio Piero
Quando non trovo idee per fare una bella crostata, ed esigo un risultato perfetto, il cursore del mouse e la tastiera m'indirizzano automaticamente al blog dello Zio Piero . Non c'è confronto che tenga, le sue crostate sono fenomenali! Ogni volta che ne propongo una di quel Sant'Uomo qual'è, il successo è assicurato; anche in questo caso non ho sbagliato! Oltre alla consistenza deliziosa del ripieno, mi ha stregata questa sua frolla...una scioglievolezza unica! Provatela, vi prego...certe gioie vanno condivise! Per la ricetta io vi rimando direttamente al suo blog: I Pasticci dello Ziopiero . Le uniche mie varianti sono state: utilizzare ricotta vaccina anzichè di pecora, e ricoprire la superficie della crostata con la marmellata biologica Fiordifrutta Rigoni di Asiago alle visciole .

PASTA CON SALMONE E LIMONE

PASTA CON SALMONE E LIMONE
Tadààààààààà!!!!!!!! Ecco a voi una ricetta realizzata ispirandomi ad uno dei nomi più noti del mondo della gastronomia internazionale...un nome nuovo, mai sentito nominare nel mio blog (?????)...Donnaaaaaaaaaa Haaaaaaaaayyyyyyyyyy! Ahahahhahaahhaha! Che ce volete fa??? Sarò monotona, ma le sue ricette per me sono strepitose! Questa pasta, in realtà, l'ho modificata un po'... infatti ho scritto che mi sono ISPIRATA ...tutto è nato, come sempre, sfogliando uno dei suoi fantastici libri... Ecco la mia ricetta: 200 gr di spaghetti 60 ml di panna fresca 2 cucchiai di succo di limone un trancio di salmone una manciata di semi di finocchio Melandri Gaudenzio Prima di tutto ho cotto il salmone sulla piastra, senza nessun tipo di condimento, togliendogli poi la pelle ed eventuali lische una volta cotto. Nel frattempo ho fatto lessare la pasta in una pentola antiadente. Una volta pronti gli spaghetti, li ho scolati e rimessi nella pentola. Ho unito la panna

POLLO CON MOZZARELLA FUSA

POLLO CON MOZZARELLA FUSA
Una ricetta tratta dal magnifico libro di Donna Hay "Non ho tempo per cucinare" , il Pollo con mozzarella fusa. 250 gr di pomodorini ciliegia tagliati a metà 75 gr di olive kalamata snocciolate (per me semplici olive verdi) 1 cucchiaio di olio d'oliva 4 fette spesse di mozzarella (io ho usato una mozzarella di bufala da 125 gr) 8 foglie di basilico 2 filetti di petto di pollo da 200 gr tagliati a metà per il lungo (io avevo del pollo a tocchetti) 8 fette di pancetta io ho aggiunto anche una spruzzata di vino bianco secco Scaldate il forno a 200°C. Mettete i pomodorini, le olive e l'olio di oliva in una teglia e infornate per 10' o finchè i pomodorini sono teneri (io questo passaggio l'ho omesso avendo utilizzato la conserva di pomodorini già pronti e sbollentati). Mettete una fetta di mozzarella e due foglie di basilico su ogni pezzo di pollo (io ho usato una manciatina di tocchetti di pollo) e avvolgeteli in due fette di pancetta

Gli HOT-DOG di Erica

Gli HOT-DOG di Erica
Da quando ho scoperto questa ricetta di Erica scovata sul suo splendido blog Ogni Riccio un Pasticcio, che seguo sempre con piacevole interesse, si può dire che la mia vita è cambiata. Eh si, non sto mica esagerando sapete? Uno street-foodsenza eguali nella mia famiglia! Tutto lo vogliono tutti lo cercano! Ale, da quando li ha assaggiati, sembra impazzito! Dice che sono ancora più buoni di quelli mangiati a New York (e non posso dargli torto...questi sono home-made, nettamente genuini, al 100%). Ho passato la ricetta anche alla Gianna... premetto che la mia dolce mammina ha la bellezza di 75 anni (non ditegli però che ve l'ho scritto, se no m'ammazza!); da quando li ha fatti (e le sono venuti anche meglio dei miei... mani di fata!) ormai sono diventati il pasto abituale di almeno un giorno la settimana! Guai a dirle che una ricetta che ha fatto ti piace! Te la rifarà all'infinitoooooo!!!!!! La mia mammuzza...tenera lei! Beh, che dire se non grazie a Erica per avermi fa

MEINI

MEINI
I "meini" o "pan de Mej" sono biscotti tipici della tradizione lombarda. Sono preparati, in occasione della festa di Ognissanti , con la farina di mais (prodotto tipico di questo territorio). Sono biscottini semplicissimi, ricordo che mia nonna diceva sempre che la tradizione li voleva intinti nella panna fresca liquida. Le ricette che li rappresentano sono molteplici, credo che cambino da zona a zona. Io, lodigiana, li preparo così come vedete sotto. Ho aggiunto, sulla superficie di alcuni, una manciata di semi di finocchio (facoltativa). Ingredienti: 2 tuorli 200 gr di farina bianca 00 150 gr di farina gialla 250 gr di burro morbido 100 gr di fecola 150 gr di zucchero di canna ½ bustina di lievito per dolci semi di finocchio Melandri Gaudenzio (facoltativi) Lavorate insieme tutti gli ingredienti e formate una palla; avvolgetela nella pellicola e ponetela in frigorifero a riposare per almeno un’ora. Trascorso questo tempo dividetela in tre parti e forma

SCIALATIELLI AL LIMONE CON BOTTARGA DI TONNO

SCIALATIELLI AL LIMONE CON BOTTARGA DI TONNO
L'altro giorno sono andata a fare tutti i controlli del caso per la piccola Iris e la principessa sta bene, benissimo! L'ho vista succhiare liquido amniotico e sbadigliare (tutta il papà... mangia e ha sempre sonno...eheheeh... speriamo rimanga così anche dopo che sarà nata)! Ogni volta è una gioia immensa, sempre puù grande! La mia cucciolina... le voglio già così bene!  Essendo tornata a casa tardi dalla visita, ho dovuto improvvisare una cena veloce, anzi, velocissima! Però era necessario anche festeggiare, cenando con qualcosa di speciale; allora ecco che dalla dispensa appare il vasetto di Bottarga di tonno dolce . Mi sono ricordata dei consigli di Carla su come cucinarla nel caso avessi deciso di condirci una pasta... il risultato è stato strabiliante! Nel frattempo che la pasta cuoce, in una padella antiaderente è bastato far rosolare uno spicchio d'aglio in due cucchiai di olio extra vergine di oliva; toglietelo e stemperatevi la bottarga di tonno dolce. Scolat

CHILI DI FAGIOLI NERI CON CARNE

CHILI DI FAGIOLI NERI CON CARNE
  L'altra sera ho preparato questo gustosissimo piatto etnico... non sono solita a cucinare piatti del genere, tra le mie ricette ne troverete ben pochi... temo sempre di esagerare con l'utilizzo delle spezie... ma poi, alla fine, il risultato ti infonde coraggio! Ad Ale è piaciuto tantissimo! La mia gioia! Lui mi dà sempre soddisfazioni! La ricetta l'ho presa da Serena e dal suo bellissimo blog L'omino di Pan Pepato ; riporto di seguito la sua squisitissima ricetta mettendo tra parentesi le mie varianti: Ingredienti: 150 gr di fagioli neri 1 cipolla 1 cucchiaino di cumino 1 cucchiaino di chili 350 gr di macinato (io di manzo) 1/2 barattolo di pelati 1 cucchiaino di origano olio evo sale Io, a differenza di Serena, ho cucinato il chili in pentola, quindi ho raddoppiato il tempo di cottura. La sera prima mettere a bagno i fagioli e lasciarceli almeno una ventina di ore.   Il giorno dopo preparare un soffritto con la cipolla affettata a velo, il cumino e il

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli