FOCACCIA DI PATATE CON POMODORI E ORIGANO

FOCACCIA DI PATATE CON POMODORI E ORIGANO
--> Puoi perdonarmi? In un mondo che comprendo di rado, i venti del destino soffiano quando meno ce lo aspettiamo. A volte hanno la furia di un uragano, a volte sono lievi come brezze. Ma non si possono negare, perché spesso portano un futuro impossibile da ignorare. Tu, mio caro, sei il vento che non mi aspettavo, il vento che ha soffiato più forte di quanto potessi immaginare. Tu sei il mio destino. Mi sbagliavo, eccome, ignorando ciò che era ovvio, e ti supplico di perdonarmi. Come un viaggiatore prudente, cercavo di proteggermi dal vento, e invece perdevo la mia anima. da "Le parole che non ti ho detto" - di Nicholas Spark  FOCACCIA DI PATATE CON POMODORI E ORIGANO 400 g di semola macinata fine 200 g di farina bianca per pizza 150 g di patate 400 ml di acqua 15 g di lievito di birra sale pomodorini origano olio extra vergine di oliva Lessate le patate con la buccia in abbondante acqua salat

CROSTATA di FRAGOLE

CROSTATA di FRAGOLE
Tovaglietta Green Gate Ho letto questo passo in un libro, qualche tempo fa. Ne ho preso nota (tranne che per il titolo del libro e l'autore...mannaggia a me) e vorrei condividerlo con voi: "...Ma come fanno le donne ad essere così fragili eppure così forti? Di quanti strati è composta la loro personalità? Quale segreto nascondono nel fondo dell'anima? Lo sanno, loro, almeno, lo sanno? Io credo di no, altrimenti non si porterebbero dentro quel sottile disagio esistenziale, quell'impalpabile senso di inadeguatezza che le rende così misteriose e vulnerabili, così sensibili e complicate, così imprevedibili." Ps - Grazie alla segnalazione di Renza, riporto autore e titolo del libro: Lorenzo Licalzi frase tratta dal libro " Che cosa ti aspetti da me? " CROSTATA di FRAGOLE 500 g di fragole 300 g di farina 00 185 g di burro 100 g di zucchero a velo 35 g di limoncello 5 tuorli sodi 2 albumi limone zucchero semolato sa

Torta di pesche e crema cotta

 Torta di pesche e crema cotta
Tovaglietta Green Gate Con quest'umore astratto ed esitante, da sola in casa, la nostalgia e lo sconforto mi giocano un brutto scherzo e tutti i buoni propositi di temporeggiare soccombono quando la parte irrazionale di me prende il sopravvento su quella razionale, della cui esistenza spesso dubito. Mi sento un'entità ondeggiante tra lo schifo e il peggio dello schifo...avrà mai fine tutto ciò? Ingredienti per 6 persone: 80 g di farina 00 60 g di burro 190 g di zucchero semolato 5 g di lievito vanigliato in polvere 1-2 cucchiaini di estratto di vaniglia home-made (facoltativo) 200 g   di fecola mezzo litro di latte 5 uova mezzo litro di panna fresca 400 g di pesche sale Montate il burro morbido con 60 g di zucchero fino ad ottenere un composto cremoso, poi incorporate un uovo, 1-2 cucchiai di estratto di vaniglia, la farina setacciata con il lievito e un pizzico di sale. Versate l’impasto in uno stampo rotondo a cerciera del diametro di 22 cm

Linguine al pesto di melanzana

Linguine al pesto di melanzana
La solitudine è la condizione umana. Devo imparare a coltivarla. Il vuoto che scava dentro di me consentirà alla mia anima di espandersi, non credete? E non devo aspettarmi di vincere la solitudine con il passare degli anni…anzi. Non devo sperare mai di trovare chi mi comprenda, qualcuno che riempia quello spazio vuoto. Una persona intelligente e sensibile ormai è l’eccezione, la rarissima eccezione che conferma la regola. Se spero di poter trovare chi mi capisca, la delusione mi riempirà di amarezza – e Dio solo sa quanta ne ho ingoiata - La cosa migliore che io possa fare, sempre, è solo cercare di capire me stessa, sapere che cosa voglio, senza permettere che una mandria di bestiame m’intralci la strada. E’ così dura come prospettiva? Di certo è triste….molto triste…ma io sono brava a nascondere tutto dietro uno splendido sorriso, dietro il mio umorismo contagioso, le mie battute sarcastiche, le mie pacche sulle spalle… Ingredienti per 4 persone: 400 g di melanzana 350 g

CROSTATA di PESCHE allo ZENZERO

CROSTATA di PESCHE allo ZENZERO
--> Tovaglietta Green Gate Cos’è l’ebbrezza?   Una piccola lanterna magica che sta dentro di noi. Di solito è spenta, e forse dice a se stessa: non mi usano perché amano questo buio troppo grande che mi circonda. Poi, a volte, ha un moto d’orgoglio. Avverti lo scatto dell’interruttore che ancora funziona, l’accendi. Ma per mancanza d’esercizio, un filamento è ballerino. Per cui si spegne, si riaccende, come capita con certe lampadine. LO SCATTO E’ QUELLO CHE SERVE. GIRARE L’INTERRUTTORE, NIENT’ALTRO. (A. Bevilacqua – Gli anni struggenti) Tovaglietta Green Gate  CROSTATA di PESCHE allo ZENZERO    400 g di pesche gialle 150 g di farina 00 50 g di burro 80 g di zucchero di canna + 40 g 1 tuorlo marmellata di pesche biologica Fiordifrutta Rigoni di Asiago zenzero in polvere sale Lavorate la farina con il burro morbido e lo zucchero (80 g), poi unite il tuorlo e 50 g di acqua con un pizzico di sale, fatene una palla e avvolgetela nella pe

Farfalle con fagiolini e pesto di nocciole

Farfalle con fagiolini e pesto di nocciole
Ciotolina a pois Green Gate Il post di oggi ha una vena un po’ triste quindi siete avvisati e ancora in tempo per non andare avanti a leggere e passare direttamente alla ricetta. Ti darò del tu qui (solitamente ci diamo del lei…), intanto so che non lo leggerai mai. E’ difficile incominciare, ho già le lacrime agli occhi. Strano. Mi commuovo per le cazzate poi, di fronte a eventi seri, non riesco a piangere. Ora invece si. Il nodo in gola c’è. Eccome. Non oso immaginare il tuo. Ci vediamo più di otto ore al giorno, dal lunedì al venerdì…bella media direi. Tu sei il capo. Quello supremo. Il leader. Quello di cui tutti hanno timore. Ed ora…molti penseranno che giustizia è stata fatta…che i famosi nodi sono fermi, incastrati, in quel cazzo di pettine. Beh, io no. E non voglio passare per la leccaculo. Questo post non lo leggerà nemmeno un collega, quindi…però, per l’amor di Dio, non hai ucciso nessuno. E la mia mente ritorna lì, davanti alla porta dei PERCHE’??? Oggi mi hai sc

Biscottini Alla Lavanda

Biscottini Alla Lavanda
Se vuoi capire che cos'è un anno di vita, chiedilo ad uno studente che è appena stato bocciato all'esame di maturità. Un mese di vita: parlane con una madre che ha partorito un bimbo prematuro e aspetta che esca dall'incubatrice per stringerlo tra le sue braccia, sano e salvo. Una settimana: chiedilo ad un uomo che lavora in fabbrica per dar da mangiare alla propria famiglia. Un giorno: domandalo a due innamorati persi che non aspettano altro che vedersi. Un'ora: chiedilo ad una persona che soffre di claustrofobia, bloccata in ascensore. Un secondo: osserva l'espressione di un uomo che è appena scampato ad un incidente d'auto. Un millesimo di secondo: chiedilo all'atleta che alle Olimpiadi ha vinto la medaglia d'argento e non quella d'oro per la quale si era allenato una vita. Perciò, TI PREGO, APPROFITTIAMO DI OGNI SECONDO CHE CI RESTA... E ora una ricettina golosa segnalata da Pulini qui e ripresa dal sito francese Papilles et Pup

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli