La mia Cream Tart

La mia Cream Tart
Finalmente sono riuscita a farla anch'io! Non credevo fosse così semplice da realizzare... si tratta di un dolce tipicamente primaverile, ma nulla vi vieta di realizzarlo in altri momenti dell'anno. Due strati di pasta frolla ripieni di crema al mascarpone completati da una decorazione fatta spesso con fiori freschi edibili, macarons, caramelle e chi più ne ha più ne metta. Io l'ho realizzata in occasione del settimo compleanno di Iris. L'ho decorata con baci di dama (al posto dei macarons), primule fresche e zuccherini argentati. Per prima cosa procuratevi una dima, realizzata in cartone oppure disegnate direttamente il numero prescelto direttamente sulla carta da forno. Preparate una pasta frolla con la ricetta che più vi aggrada. Io ultimamente uso la versione di Adriano che trovate qui . Dopo averla fatta riposare in frigo il tempo necessario, stendete la pasta frolla su un foglio di carta forno, utilizzando poca farina fino ad ottenere uno spessore di

Fusilloni con olive nere al forno, carciofi e burrata

Fusilloni con olive nere al forno, carciofi e burrata
Pasta e carciofi, un matrimonio perfetto che dà vita ogni volta a piatti semplici, veloci ma sorprendenti. La quintessenza del sapore! Ingredienti per 4 persone: 360 g di fusilloni Pasta Armando 4 carciofi bio BioExpress 100 g di olive nere al forno Citres 1 cipolla dorata piccola BioExpress 1 gambo di sedano BioExpress 200 g di burrata paprika in polvere 1/2 limone biologico BioExpress olio extra vergine di oliva sale Per prima cosa mondate i carciofi, eliminate i gambi, punte e fieno e tagliateli finemente, quindi metteteli a bagno in acqua acidulata con succo di limone, per evitarne l'annerimento. Tritate la cipolla e il sedano e rosolateli in padella con un filo d'olio e un pizzico di sale. Unite al soffritto i carciofi e rosolateli per una decina di minuti, fino a che saranno teneri. Aggiungete le olive nere tagliate a rondelle e lasciate cuocere ancora qualche minuto. Lessate la pasta, scolatela al dente e versatela nella padella con il condimento.

#100CENE per Emergency... sei dei nostri?

 #100CENE per Emergency... sei dei nostri?
Ciao a tutti cari amici! Oggi nessuna ricetta, ma restiamo in tema di cibo e di cene. Già, perchè ritorna l’iniziativa di #foodraising a favore del Programma Italia di EMERGENCY, quest'anno alla loro VI edizione. Un matrimonio perfetto tra l’amore per l'ottima cucina e quello per le giuste cause. Durante il mese di marzo, in tutta Italia, le #100cene vedranno coinvolti cuochi, ristoratori, buone forchette e volontari di Emergency a sostegno del Programma Italia. Una serie di serate organizzate per l'occasione vi aspettano per farvi bere, mangiare, degustare piatti particolari e divertire, il tutto in ottima compagnia. Ma queste piacevoli serate rappresenteranno anche l’occasione per incontrare lo staff dell’organizzazione e conoscere da vicino il lavoro di Emergency. I fondi raccolti in occasione di queste splendide cene, andranno a sostenere il Programma Italia di EMERGENCY, istituito ormai 18 anni fa, dedicato alla cura delle persone vulnerabili del nostro Paes

Cornetti allo yogurt soffici come nuvole

Cornetti allo yogurt soffici come nuvole
Oggi vi posto una ricetta stracollaudata negli anni. Sempre ottima da proporre a colazione. Sto parlando dei Cornetti allo yogurt supersoffici, una ricetta della meravigliosa Paoletta di Anice e Cannella . Vogliamo vedere come prepararli? Per la ricetta originale di Paoletta o Adriano, cliccate sul link soprastante. Tovaglietta, piatto, tazzina e cucchiaino Green Gate Ingredienti:   500 g farin di cui 250 g di Manitoba e 250 g di farina 00 100 g di latte intero 150 g di yogurt intero 2 uova intere + 1 tuorlo 60 g di burro fuso 70 g di zucchero bianco semolato 1 cucchiaio di miele biologico Mielbio Rigoni di Asiago 12 g lievito di birra fresco (metà di quello in panetti per intenderci) 7 g di sale 2 cucchiai limoncello (io non l'avevo e l'ho sostituiti con cherry) zeste grattugiata di 1 limone e ½ biologico BioExpress 1 uovo per spennellare Al mattino presto, prima di andare a lavorare, sciogliamo 1 cucchiaino di miele, il lievito e le zeste di 1/2 limone nel latte

Frutta mista fritta

Frutta mista fritta
Dopo i Tortelli di San Giuseppe , ancora fritto. D'altra parte, siamo nel pieno fervore del Carnevale...come si può non friggere? Voi direte, basta cuocere in forno...come darvi torto. Non sono un'amante del fritto, però quando ci vuole...ci vuole! Inutile negarlo! Come nel caso di questo semplice piatto, di origine asiatica, la Frutta mista fritta. Se però la ragionate come mia mamma, la Gianna, che vi direbbe "anche se è fritto, comunque sempre frutta è, quindi un piatto light", sarete a posto con la coscienza! ;-D Ingredienti per 4 persone: 1/2 ananas BioExpress 1 banana Bioexpress 1 mela Bioexpress 100 g di farina di riso 120 g di farina bianca 00 2 cucchiai di zucchero a velo 1 cucchiaino di lievito in polvere birra cinese o acqua gassata (nel mio caso, quest'ultima) olio di semi di arachide per friggere Pulite l'ananas e tagliate la polpa a triangolini. Lavate la mela e tagliatela a spicchi fini o rondelle. Sbucciate la banana e affettate

Tortelli di San Giuseppe

Tortelli di San Giuseppe
Buongiorno cari amici! Eccoci finalmente arrivati anche al 2 marzo, giorno di uscita di meravigliose ricette legate alla tradizione culinaria italiana. Il tema di oggi è "Dolce Primavera"...sarà vero? Meteorologicamente parlando, non so da voi, ma qui fa ancora molto freddo. Speriamo che questa uscita sia un vero e proprio invito all'arrivo della tiepida stagione. Ma passiamo alla ricetta. Per la Lombardia ho pensato di proporvi i Tortelli di San Giuseppe, delle deliziose frittelle che si preparano nel periodo carnevalesco (quindi in questi giorni vanno alla grande) fino ad arrivare alla Festa del Papà. Sono i famosi tortelli del Crapa Pelada, tipica filastrocca meneghina in dialetto milanese. Piccola nota sulla cottura: se non disponete di una friggitrice, usate due pentole: la prima a calore vivace, per tuffare i tortelli, la seconda, a calore dolce, per ultimarne la cottura. I tortelli vuoti si possono farcire di marmellata o crema pasticcera. Nella zona dell&#

Polpette con tonno, ricotta e catalogna

Polpette con tonno, ricotta e catalogna
Tovaglietta Green Gate Una ricetta come tante, ma sta di fatto che le polpette non passano mai di moda. A casa mia vanno via come il pane, ma sono sicura che anche da voi è così. A volte cerco di mettere quell'ingrediente in più, in questo caso la catalogna. Visto che la stagione di questo ortaggio è ormai giunta al suo apice, eccovi la ricetta. Ingredienti: 2 confezioni di tonno da 80 g cad. 250 g di ricotta di pecora un cucchiaio di capperi Citres 3/4 alacce Citres (in aalternativa vanno benissimo anche le acciughe) catalogna qb BioExpress 2 cucchiai di grana grattugiato 1 fetta di pane ammollata precedentemente nel latte 1 uovo sale qb pangrattato qb olio di arachidi per friggere burro qb Per prima cosa pulite e mondate la catalogna. Togliete le foglie esterne se appassite o rovinate. Quindi eliminate la base e tagliate le foglie a pezzi, anche grandi e sciacquatela sotto l’acqua corrente, muovendo la verdura con le mani in modo da rimuovere tutta la ter

Mafalda con pasta di pistacchio, cavolfiore viola e ricotta

Mafalda con pasta di pistacchio, cavolfiore viola e ricotta
I pistacchi, con il loro aroma delicato, sono l'ingrediente perfetto per potenziare ogni piatto, dall'antipasto al dolce. Piacciono a tutti, soprattutto se già sgusciati e pronti all'uso. Se poi non vanno nemmeno masticati, il godimento è perfetto! Con i prodotti Sciara, la Terra del Pistacchio , ho fatto bingo in ogni portata. I loro prodotti di qualità, realizzati con un'esperienza trentennale alle spalle, rendono ogni piatto unico. Come questa pasta... Ingredienti per 4 persone: 320 g di pasta tipo Mafalda Pasta Armando 100 g di ricotta vaccina 60 g di pasta di pistacchio Sciara, la Terra del Pistacchio 80 g di cavolfiore viola olio extra vergine di oliva pepe nero sale Lavate e sciugate il cavolfiore. Mescolate la ricotta in una ciotola con qualche cucchiaio di olio, una presa di sale e una macinata di pepe nero. Unite 50 g di pasta di pistacchio e mescolate. Portate a ebollizione una capiente pentola con abbondante acqua, salate e aggiungete la past

Torta brioche a spirale

Torta brioche a spirale
Stavo cercando in rete una torta o una brioche da realizzare, da farcire con Nocciolata, di cui Iris va matta. Guarda quà e là, ecco l'apparizione! Sul blog " I dolci di Tam Tam " vedo comparire questa torta stratosferica, che ha tutte le caratteristiche che cercavo! La realizzazione non è semplicissima, ma seguendo tutti i passaggi, direi che si può fare tranquillamente e il risultato è da urlo! Per la ricetta originale vi rimando al blog sopra citato. Io ho cambiato tipo di farcitura, dosi lievito e tempi di lievitazione. Ingredienti per una teglia diam. 28 cm: 500 g di farina 0 
 250 g di latte intero tiepido 10 g di lievito di birra fresco 
 1 uovo 
intero 60 g di zucchero 
 80 g di burro morbido 
 un pizzico di sale 
 Nocciolata Rigoni di Asiago qb 
 Nocciolata bianca Rigoni di Asiago qb Zucchero a velo 
per decorare Prima di tutto sciogliere il lievito nel latte tiepido. Versare nella ciotola della planetaria, con la frusta a gancio, la farina,

Torta salata al cavolo viola e feta

Torta salata al cavolo viola e feta
Questa torta salata è stata una vera e propria rivelazione! L'ho trovata per caso sul blog CheZuppa (tra l'altro fantastico) e me ne sono subito innamorata! L'unica mia variante è stata quella di utilizzare il cavolo viola anzichè quello nero. Il paradiso! Da quello che potete leggere sul blog di Alessandro, questa torta salata non è che una classica torta di origine greca, la Spanakopita, realizzata in origine con spinaci e feta. L'idea di sostituire gli spinaci con il cavolo è a dir poco superba! Bravo Alessandro! Per la versione originale, vi rimando al suo blog. Ingredienti per 6-8 persone: 1 confezione di pasta fillo da 12 fogli 500 g di cavolo cappuccio viola bio BioExpress un panetto di feta da 200 g 100 g di ricotta vaccina 50 g di burro 3 uova intere sale olio extravergine di oliva semi di chia Melandri Gaudenzio Lavate per bene il cavolo e mondatelo. Mettete sul fuoco una padella con un filo di olio e fate appassire il cavolo viola tagliato a listar

Cacio e Pepe alle zucchine

Cacio e Pepe alle zucchine
Ciotola e tovaglietta Green Gate Cacio e pepe è sinonimo di italianità. Questo piatto, insieme a mille altri tipici della nostra tradizione culinaria, è entrato a far parte della quotidianità. E' una pasta relativamente semplice da cucinare (se si seguono attentamente tutti i passaggi, fondamentali) e, con un tocco in più, può variare il gusto, rendendola unica e appetitosa sempre. D'obbligo usare un pecorino romano di qualità, con la crosta nera, e siate generosi quando lo aggiungete alla pasta. Deve essere "incaciata", intesi? Ingredienti per 4 persone: 320 g di pasta tipo mezze maniche o rigatoni, se preferite, Pasta Armando 2 zucchine medio piccole biologiche BioExpress 200 g di pecorino romano di ottima qualità sale pepe olio di arachide per friggere Tagliate un paio di la zucchine a tocchetti piccoli, e tuffateli nell’olio di arachide bollente. In pochi minuti si friggeranno diventando croccanti, quindi metteteli su carta assorbente per togliere

Tagliatelle alla Santa Giuletta

Tagliatelle alla Santa Giuletta
Buongiorno cari amici affezionati alla cucina tipica regionale. Oggi è il 2 febbraio, quindi giorno di ricette tipiche italiane per noi de L'Italia nel Piatto . In questa nuovissima uscita vi proponiamo "Il piatto del Santo Patrono" ovvero u n piatto che viene consumato o preparato in occasione di una festa patronal. Devo dire che non è stata un'impresa così semplice. Se non l'avessi già pubblictata, per la Lombardia vi avrei presentato la ricetta dell a Büseca (o Trippa) , preparata in occasione della festa patronale di San Bassiano (19 gennaio) a Lodi. Cercando in rete e chiedendo quà e là, ho scoperto invece questo piatto tipico dell'oltrepò pavese, noto come 'Tagliatelle alla Santa Giuletta" dal nome del paese in provincia di Pavia da cui sembra essere originario. Questo piatto è legato a una leggenda (quanto mi piacciono queste cose): il 19 maggio 1859 il marchese e Ciambellano Imperiale Lorenzo Isimbardi, di ritorno da un giro di perlus

Torta alla ricotta, clementine e cioccolato

Torta alla ricotta, clementine e cioccolato
Oggi vi presento la ricetta di una torta umida e pastosa, al profumo di clementine. Sfogliando il libro di Gordon Ramsay "Natale con Gordon", mi sono imbattuta in questa sua ricetta, che io ho modificato in base ai miei gusti e alle mie esigenze. La base della torta è uguale alla sua. Per la decorazione, anzichè clementine caramellate e anice stellato, ho usato marmellata di arance amare e cioccolato al latte. Ingredienti per 8-10 persone: 140 g di burro morbido 140 di zucchero 375 g di ricotta vaccina di ottima qualità 3 uova medie (tuorli e albumi separati) più altri 2 tuorli la scorza grattugiata di 3 clementine biologiche BioExpress 3 cucchiai di succo di clementine 175 g di farina autolievitante 1 cucchiaino di lievito in polvere un pizzico di sale Per decorare: Fiordifrutta alle arance amare biologica Rigoni di Asiago qb 200 g di cioccolato al latte tritato grossolanamente Preriscaldate il forno a 160°C. Imburrate e infarinate uno stampo a cerni

Focaccia di patate farcita in padella

Focaccia di patate farcita in padella
Avete capito bene, una focaccia di patate, pure farcita ma, soprattutto, cotta in padella. Una figata da tenere in considerazione tutto l'anno. Sia in inverno, per la velocità di esecuzione, che d'estate per evitare la rottura dell'accensione del forno. La ricetta è di Sonia Peronaci. Ve la riporto qui di seguito con le mie modifiche. Ingredienti per una padella di 24 cm di diametro: 500 g circa di patate a pasta gialla BioExpress 50 g di grana padano grattugiato 1 uovo 100 g di farina 00 200 g di prosciutto cotto 100 g di scamorza a fette qualche filetto di acciuga (per me Alacce Citres ) sale e pepe q.b. 20 g di olio extravergine di oliva Sbuccia le patate e tagliale a tocchetti, quindi lessale in abbondante acqua salata bollente, oppure nel microonde (io le metto in un contenitore di vetro coperto con pellicola per microonde forata con qualche taglietto qua e là per favorire la fuoriuscita del vapore, a 650W per circa 7-8 minuti). Passale nello sch

Muffin con mango, yogurt greco e cocco

Muffin con mango, yogurt greco e cocco
Se poteste tornare indietro nel tempo, molto indietro...in quale epoca storica vi piacerebbe approdare? E perchè, soprattutto? Io sono indecisa. Avendo alle spalle studi artistici, di primo acchito, mi verrebbe da rispondere Rinascimento. Legandolo in un certo senso al mio stato d'animo attuale. Ciò di cui avrei bisogno, più di ogni altra cosa. Se invece mi fermo un attimo a riflettere, risponderei senza dubbio il 1700...vi darei anche il luogo, la Germania...dove pare sia nata l'epoca del Romanticismo. Dove l'uomo si rende finalmente conto che la ragione non può spiegare tutta la natura umana, ma deve necessariamente ricorrere al sentimento. Questo rifiuto della realtà, quest'insofferenza per ogni limite e costrizione, quest'inquietudine romantica che mi contraddistingue...ecco, forse in quell'epoca sarei apparsa come una persona normale. Riconosciuta ufficialmente. Pensate solo a "Il bacio" di Hayez...non vi batte forte il cuore, ammirandolo? A m

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli