"Macarons" di mozzarelline al pesto di fave e capperi

"Macarons" di mozzarelline al pesto di fave e capperi
Piatto Green Gate Ho trovato questa ricetta furbissima sul nuovo numero di Sale&Pepe. Ne sono rimasta subito affascinata...non vi dico dopo averle assaggiate! Questo pesto di fave è squisito e la presentazione è a dir poco originale! Un mix di sapori mediterranei che per un attimo sembra di essere in vacanza... Ingredienti per 12 pezzi: 12 bocconcini di mozzarella 120 g di fave sgranate BioExpress 1 cucchiaio di fior di capperi Citres (in mancanza vanno bene anche i capperi) 1 cucchiaio di pinoli 2 pomodori secchi sott'olio Citres olio extra vergine di oliva Lessare le fave in acqua bollente salata per 3 minuti, scolarle e eliminare la pellicina. Trasferire le fave in un mixer con i capperi, i pinoli e i pomodorini secchi. Azionare il mixer unendo olio a filo fino a ottenere una crema densa e omogenea. Trasferire in composto in una sac-a-poche. Sgocciolare le mozzarelline e asciugarle con carta da cucina. Tagliarle a metà, farcirle con il pesto di fave e

Spaghetti al pesto di barbabietola e feta

Spaghetti al pesto di barbabietola e feta
Piatti e tovaglietta Green Gate Oggi per la prima volta nella mia cucina, vi propongo un piatto a base di barbabietola. Questo tubero non mi è mai piaciuto particolarmente, per via del suo retrogusto "terroso". Ho dovuto ricredermi con questa pasta. Tra l'altro è anche velocissima da fare! Inoltre la rapa rossa è ricca di preziosi sali minerali come sodio, calcio ferro, fosforo e potassio, oltre che di vitamine, prime fra tutte la A e la C. Quindi forza, provate i miei spaghetti al pesto di barbabietola e feta e poi mi direte! Ingredienti per 4 persone: 340 g di spaghetti al farro integrale Pasta Armando 400 g di barbabietole precotte BioExpress 50 ml di olio evo 50 g di noci 1 cucchiaio di pomodorini secchi tritati Citres peperoncino secco tritato 100 g di feta sale Mettete le barbabietole, le noci, il peperoncino e i pomodorini secchi in un mixer e azionatelo a intermittenza bagnando via via con l’olio, in modo da ottenere una crema. Aggiustate di sa

Torta di pere e cioccolato

Torta di pere e cioccolato
La Torta di pere e cioccolato è un classico della pasticceria che non tramonta mai, una combinazione di sapori paradisiaca! Quella che vi propongo non è che l'ennesima versione, tra le migliaia esistenti. Un solo consiglio: per rendere questa torta davvero irresistibile, fate in modo che l'impasto al cioccolato sia fluido. In caso contrario, aggiungete latte per ammorbidire. Per la pasta frolla, vi consiglio la ricetta di Knam che trovate qui . In alternativa usate la vostra ricetta preferita. Per il ripieno: 75 g di zucchero 75 g di farina 75 g di burro 25 g di cacao amaro in polvere 20 g di mandorle tritate 50-100 ml di latte 3 pere biologiche BioExpress 1 uovo 1 cucchiaino di lievito per dolci Stendere la frolla con il mattarello tra due fogli di carta da forno, quindi trasferitela in uno stampo per dolci. Mescolare l'uovo con lo zucchero, la farina e il burro fuso. Incorporare poi le mandorle tritate, il cacao e il lievito. Aggiungere il latte q

La Focaccia Genovese delle sorelle Simili

La Focaccia Genovese delle sorelle Simili
Tovagliette Green Gate La focaccia genovese è una preparazione tipica ligure. Risulta un poco lunga per quanto riguarda i tempi di lievitazione, ma è per contro molto facile e di sicura riuscita. Potete farla liscia o guarnita, in ogni caso, qualunque sia la guarnizione scelta, ricordatevi che quest'ultima va cosparsa sulla pasta prima di aggiungere olio, acqua e sale. Ingredienti per una teglia 30x40: 500 g di farina 00 275 g di acqua, circa 10 g di lievito di birra 10 g di sale 1 cucchiaio di olio di oliva Per pennellare: 3 cucchiai di olio di oliva 3 cucchiai di acqua una presa di sale In una ciotola sciogliere il lievito con parte dell'acqua, poi unire un poco di farina, il cucchiaoo d'olio, sale e ancora la rimanente farina e acqua in due riprese alternandole e sempre battendo l'impasto. Mettete sul tavolo e lavorate battendo per 7-8 minuti, rimettete nella ciotola unta di olio e fate raddoppiare (ci vorranno circa 2 ore, dipende dalla temperatu

Spaghetti con sugo di gallinella e Tapenade

Spaghetti con sugo di gallinella e Tapenade
Porcellane e tovaglietta Green Gate La gallinella di mare è conosciuta in Italia anche come "coccio" o "cappone". Chiamatelo come vi pare, ma rimane un pesce dalle carni molto saporite e deliziose. La ricetta originale, tipica della Costiera Amalfitana, prevede l'utilizzo del pesce intero: con gli scarti, infatti, andrebbe preparato un brodetto nel quale cuocere direttamente la pasta. Io, per accelerare i tempi, ho utilizzato la gallinella già sfilettata, e vi posso assicurare che il risultato è altrettanto gustoso! Poi ho aggiunto la Topinade, una crema squisitissima a base di capperi e olive che conferisce al piatto un gusto deciso e particolare, tutto da provare! 350 g di spaghetti Pasta Armando 400 g di filetti di gallinella già puliti 1 bicchiereVino bianco secco 250 g di pomodorini pachino BioExpress qualche pomodorino giallo 5 cucchiai di olio extravergine di oliva 1 ciuffo di prezzemolo fresco 1 spicchio di aglio Tapenade (crema di o

Spongada Camuna, dolce tipico pasquale di Breno

Spongada Camuna, dolce tipico pasquale di Breno
Piatti, tazze e tovagliette Green Gate Per questa uscita di aprile, con i membri dell ’Italia nel piatto , abbiamo pensato di proporvi piatti tipici di Pasqua e Pasquetta. Per la Lombardia, oltre alla classica Colomba Pasquale proposta lo scorso anno, ho pensato di farvi conoscere ancora un dolce, la Spongada , ovvero una focaccia dolce, preparazione tradizionale della cucina della Valcamonica. Questa delizia necessita di quasi 24 ore di lievitazione, ma credetemi, ne vale la pena. L'aspetto è quello di una piccola pagnotta cosparsa di zucchero. Questo prodotto da forno è tipico del periodo pasquale, ma ormai viene preparata e consumata anche in altri periodi dell'anno. La preparazione del dolce segue una ricetta che può presentare variazioni nelle proporzioni degli ingredienti a seconda delle tradizioni dei singoli borghi camuni. Il termine spongada compare già nel vocabolario Bresciano-Italiano del Melchiori del 1817, e viene definita: "Focaccia, schiacciata, b

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli