Muffin al latte di mandorla con crema al limone

Muffin al latte di mandorla con crema al limone
Oggi su Kucina di Kiara la ricetta dei Muffin realizzati con latte di mandorle e arricchiti con una deliziosa crema al limone. Ideali per una merenda o per una colazione davvero gustosa e leggera. Sappiate che perfino Iris li ha mangiati, il che dovrebbe spiegarvi la bontà di questi dolcetti. Ma passiamo subito alla ricetta! Ingredienti (per circa 15 muffin): 200 g di farina 00 100 g di fecola 120 g di zucchero semolato una bustina di lievito per dolci 2 uova 100 ml di olio di semi 100 ml di latte di mandorle Per la crema al limone: 70 g di zucchero semolato 1 uovo il succo di un limone biologico Bioxpress la scorza grattugiata di ½ limone biologico Bioxpress 25 g di fecola 200 ml di latte di mandorle 2 cucchiai di marmellata di limoni biologica Fiordifrutta Rigoni di Asiago zucchero a velo (con queste dosi otterrete una dose più che sufficiente per farcire i vostri muffin; la crema è ottima da mangiare anche da sola, con quella che avanzerete riempite delle

Matteo Morra Restaurant & Personal Chef

Matteo Morra Restaurant & Personal Chef
Oggi sul blog voglio parlarvi di passione. Passione per la cucina! Vi giunge nuova? Direi di no... ma l'attenzione questa volta la vorrei focalizzare su un giovane chef che sicuramente molti di voi già conosceranno: Matteo Morra . Ma c osa c ontraddistingue lo chef Morra dagli altri? Perchè oggi voglio parlarvi di lui? Per l a sua duplice attività.  La prima è quella di Personal Chef . Cosa non si darebbe per avere a casa propria uno chef per una cena romantica o con amici ? Matteo Morra è tutto questo e anche di più. Già perchè lo chef offre anche un servizio catering per grandi occasioni quali matrimoni o eventi aziendali, dove tutto deve essere perfetto e curato nei minimi dettagli. La seconda attività invece riguarda il suo nuovo ristorante, Matteo Morra Restaurant , caratterizzato da una cucina di alta qualità e situato a Barolo, nel cuore delle langhe (territorio patrimonio dell'Unesco) , all'interno della rinomata cantina Sibylle. Una volta entrati ne

Caponata tiepida con capperi e mandorle tostate

Caponata tiepida con capperi e mandorle tostate
Ho trovato questa ricetta per caso, sfogliando una rivista in chissà quale occasione. Per chi mi conosce sa che sono difettosa. Quando trovo una ricetta che mi piace, stampata sulla carta patinata, che io mi trovi dal parruchiere, in spiaggia, dal dentista o altrove, ho il vizio di strappare furtivamente la carta per poi portarmela a casa, studiandola in ogni minimo particolare in tutta calma. Così è stato per questa fantastica caponata. La ricetta è dello chef autoctono e ingegnoso Maurizio Billardello, che lavora per esaltare gli ingredienti locali. In questo caso si parla di Pantelleria. Non ci sono mai stata in questo paradiso, ma prima di morire gradirei farci un salto.  Pochissimi i ristoranti, discoteche, club: la vita sociale si svolge all'interno delle case, intorno a grandi tavoli. Dicono che se t'innamori di quest'isola l'amerai per sempre. Chissà cosa la rende così magica... Ingredienti: 4 melanzane Bioexpress 1 cipolla media Bioexpress 50 g di

Quando Healthy & Genuine è sinonimo di Bottega Ghiotta

Quando Healthy & Genuine è sinonimo di Bottega Ghiotta
Amici alla ricerca di posti nuovi in cui cenare o pranzare a Milano, affinate i vostri sensi. Oggi voglio parlarvi di un posto incantevole che si trova a pochissimi passi dal Duomo, precisamente nella meravigliosa Piazza Diaz: " Bottega Ghiotta. Healthy e Genuine ” . Vi basterà guardarne la vetrina per invogliarvi ad entrare! Ad accogliervi un Bar, Ristorante, Bottega dall'aspetto curato e moderno che vi farà sentire a casa. Il comun denominatore della Trattoria Milano è Sud, calore, accoglienza e si potranno gustare cibi di alta qualità cucinati con prodotti freschi, sani e genuini. Aperti fin dal mattino, è anche possibile acquistare prodotti come pane e conserve. Tutto viene cucinato al momento. I cibi congelati sono assolutamente banditi. Avete quindi trovato il Ristorante Milano per eccellenza! Il piatto cult di Bottega Ghiotta Diaz è rappresentato dalla vera pizza napoletana. Forno a legna e impasto morbido (rigorosamente con Farina Caputo), con il “cornicion

Croque Monsieur Cake

Croque Monsieur Cake
Oggi in Kucina di Kiara si va in Francia, precisamente a Parigi. Ci andiamo col pensiero perchè io, di fatto, non ci sono ancora stata. Quest'estate ho avuto la fortuna di visitare Menton e me ne sono innamorata...chissà cosa succederà vedendo Paris!  Ma torniamo coi piedi per terra e a quello che sto per proporvi, ovvero una rivisitazione del famoso street food parigino per eccellenza: il Croque Mounsier! Si tratta di un sandwich a base di prosciutto e formaggio, simile al nostro toast, che si accompagna all'attrettanto famoso Croque Madame, versione che prevede la presenza dell'uovo (e ricorda tanto i cappelli delle donnine parigine). Ho visto questa proposta in rete e l'ho fatta subito mia! Sta diventando sempre più spesso un ottimo salvacena, basta variare gli ingredienti! Ingredienti per uno stampo da plumcake: Besciamella preparata con 20 g di burro, 20 g di farina, e 20 cl di latte 2 uova intere una confezione di pancarrè senza crosta (5 fette lungh

Giulio

Giulio
Giulio non è nient'altro che il nome dell'ennesimo capolavoro di Ernst Knam. Io lo adoro come adoro tutti i suoi dolci, alcuni dei quali fattibili anche a casa propria. Mi mancano le parole per descrivere questa meraviglia! Se come me amate in cioccolato e il caramello morbido salato, questo dolce vi farà impazzire! Mi spiace non avere una foto dell'interno, ma ho preparato la torta come dono in occasione di una cena a casa di amici. Ingredienti:   la ricetta originale prevede 300 g di pasta frolla al cacao io ho variato con 300 g di pasta frolla integrale dove ho omesso gli 80 g di cacao in favore della farina integrale (in totale 480 g) 200 g di ganache al cioccolato Per il mou salato: 100 g di zucchero semolato 100 g di panna fresca 90 g di burro 2 g di sale di Maldon Preparazione: Preparate la pasta frolla e ponetela in frigorifero per almeno un'ora. Ricoprite una tortiera di 20/24 cm di diametro con la pasta frolla, che deve esse

Spaghetti vongole e zenzero

Spaghetti vongole e zenzero
Gli spaghetti con le vongole e zenzero possono sembrare di primo acchito un abbinamento insolito. Invece riesce benissimo! L'aroma fresco e pungente dello zenzero esalta in maniera straordinaria la sapidità delle vongole. In poche parole: un piatto di pasta meraviglioso! Ingredienti per 4 persone: 400 g di spaghetti Grano Armando 500 g circa di vongole un pezzo di zenzero olio extravergine d'oliva 1 o 2 mestoli di acqua di cottura delle vongole prezzemolo qb sale qb Fate spurgare per bene le vongole in acqua fredda salata per 2-3 ore (che va cambiata ogni mez'ora, se possibile). Ponete una pentola d'acqua salata sul fuoco e portarla ad ebollizione (servirà per la pasta). Una volta spurgate le vongole, lavatele, sgocciolale, e fatele aprire a fuoco vivo in un tegame coperto. Sgusciatele tenendone da parte qualcuna intera e filtrate due mestolini del loro liquido. Nel frattempo fate scaldare l'olio extravergine d'oliva insieme allo zenzero spel

Torta in tazza gluten free

Torta in tazza gluten free
Tovaglietta, tazza e cucchiaino Green Gate Nelle ultime due settimane mi è capitato spesso di tornare a casa tardi (rispetto al solito) dopo il lavoro. Mio marito non è uno di quelli che si mette a cucinare all'occorrenza. Se io non ci sono o torno tardi, si prepara un panino o una piadina e via. A volte preparo io qualcosa la sera prima ma non sempre ne ho voglia o mi ricordo. Non parliamo del dolce. Se torno tardi di lunedì gli va di lusso perchè ha gli avanzi delle torte che cucino nel week end, ma se capita durante la settimana il mio povero marito non sa dove sbattere la testa. Santa pace!  Ma ecco trovata la soluzione a questo suo grandissimo problema. Le torte in tazza pronte in microonde in pochissimi minuti. Torte furbe, anzi, furbissime! A prova di bambino. Perfino Iris sarebbe in grado di farla.  La ricetta l'ho trovata in rete e prevede tantissime varianti.  Iniziamo con questa versione gluten free che prevede l'utilizzo di soli tre ingredienti. P

Festa delle Attività in proprio e il Vertical Food

Festa delle Attività in proprio e il Vertical Food
Da qualche anno a questa parte, la nuova forma di condivisione e di tendenza è identificabile nel mondo del food. Io che posseggo questo blog dal 2010 ne so qualcosa. Il cibo, come nessun altro, è in grado di congiungere le very normal people con appassionati e professionisti del settore. Ma non è tutto qui.  Dopo l'esperienza dell'Expo di Milano dello scorso anno, che ha rafforzato il concetto di nutrimento, il cibo diventa, oltre che qualcosa da gustare, anche un modo di confrontarsi. E qui entra in gioco METRO Cash and Carry, protagonista nel mondo della ristorazione . A Milano nasce il “vertical food”, ovvero un nuovo modo di progettare il cibo, dando valore agli spazi. In una città come Milano, svilupparsi in verticale è una necessità ed ecco che, dopo i giardini e gli orti verticali, ecco arrivare questa strabiliante novità. Ed è proprio in occasione della " Festa delle attività in proprio " che METRO lancia a Milano questo nuovissimi modello di risto-ba

Zucchine nobili ovvero zucchine croccanti al forno

Zucchine nobili ovvero zucchine croccanti al forno
Le zucchine nobili sono un'idea di Simonetta, anzi della sua mamma che, secondo i suoi commensali, è riuscita con questa ricetta a "nobilitare" le zucchine. E come darle torto! La ricetta io l'ho trovata da Misya qualche giorno fa e appena vista l'ho fatta subito mia! Ingredienti per 4 persone: 4 zucchine biologiche BioExpress 1 cucchiaio di farina di semola 1 cucchiaio di grana padano grattugiato sale pepe olio extra vergine di oliva Lavate e pulite le zucchine, poi tagliatele a bastoncini della dimensione e consistenza delle patatine fritte per intenderci. Mettete le zucchine in una ciotola capiente con la farina di semola, il grana, sale e pepe (se volete una versione light e vegana, anzichè aggiungere il grana, mettete ancora 2 cucchiai di semola). Mescolate bene per far aderire la panatura alle zucchine. Mettete le zucchine in una teglia antiaderente, rivestita da carta da forno, poi aggiungete un filo d'olio e cuocete in forno già c

Insalata pantesca

Insalata pantesca
L’insalata pantesca, chiamata anche insalata alla pantesca, è una ricetta tipica dell’isola di Pantelleria, da cui prende il nome. Si tratta di una ricetta a base di patate lesse arricchita con semplici ingredienti tipici della zona: i capperi di Pantelleria, i pomodori pachino, i cipollotti di Tropea, l’olio extravergine d’oliva e, ovviamente, erbe aromatiche mediterranee come l’origano, il timo e il basilico. Molto importante è lasciare riposare l’insalata in frigorifero dopo la preparazione, in modo da permettere alle patate di assorbire tutti gli aromi. La ricetta dell'insalata pantesca è adatta a una dieta vegana, ma ne esistono svariate varianti che prevedono l'aggiunta di altri ingredienti, come ad esempio pesci (tonno o sgombro), oppure formaggi come feta o ricotta salata. Personalmente devo ringraziare mia suocera e Manuela per avermi fatto conoscere questa deliziosa insalata. Magda, mia suocera, la preparò per una cena al mare ad agosto, cuocendo le cipolle an

Salsa di pomodoro fatta in casa

Salsa di pomodoro fatta in casa
Era da tanto che volevo preparare un post del genere. La salsa in casa mia si fa da quando ho un cervello che me lo ricorda! Non è estate senza questa preparazione fatta in casa! Bisogna attendere che i pomodori diventino belli maturi, alla fine di agosto e, una volta portato a casa quel quintale di polposi e rossissimi San Marzano, si aprono le danze. Per una famiglia media di 4 persone si calcolino circa 100 kg di pomodori. Con queste dosi si consuma una media di 2 vasi a settimana. Noi in casa usiamo soprattutto vasetti da 500 g e poi qualche bottiglia da litro per i pranzi della domenica in famiglia. Scegliete vasetti con chiusure sicure, come tappi a vite.  I più popolari e utilizzati per le conserve sono i Bormioli. Ma noi, durante l'anno, conserviamo anche i barattoli dei sott'olio o sott'aceti, così è sufficiente acquistare solo i tappi nuovi. Utilizzate sempre tappi integri, sani, senza danni. Se non siete certi è sempre meglio utilizzare tappi nuovi

Parmigiana di Melanzane con Colatura di Provola Affumicata

Parmigiana di Melanzane con Colatura di Provola Affumicata
Cannavacciolo insegna. Ho avuto il piacere di leggere il suo libro "Il piatto forte è l'emozione". Ho trovato tantissime ricette interessanti, alcune corredate dalla storia della sua famiglia. E' stata una bellissima lettura, ricca di spunti per piatti con cui stupire. Ho preparato questa parmigiana in occasione di una cena in famiglia. Un successo. Provare per credere! La colatura di provola poi è proprio la ciliegina sulla torta! Per quanto riguarda le dosi, mi sono attenuta a quanto riportato dallo chef ma per me ne bastava la metà. Ottima consumata anche il giorno dopo, se volete un consiglio, con queste dosi sfamate 6-8 persone. Dosi per 4 persone: 6 melanzane nere BioExpress 800 g di pomodori pelati 100 g di parmigiano grattugiato 200 g di mozzarella di bufala 6 uova 1 spicchio d'aglio farina 00 sale pepe olio extra vergine di oliva olio di semi di arachide basilico fresco Colatura di provola affumicata (circa 800 g) Per la Parmi

I vincitori del contest "Colazioni Dolci e Salate"

I vincitori del contest "Colazioni Dolci e Salate"
Finalmente ci siamo! Ecco i bravissimi vincitori del contest "Colazioni Dolci e Salate" conclusosi lo scorso 20 agosto. Dopo un'attenta selezione da parte di Tizzy, la simpaticissima titolare del meraviglioso Bed and Breakfast " Villa Tilli " nonchè autrice del blog Cucina Storie , siamo arrivate al verdetto finale. Le partecipazioni sono state numerose, nonostante il periodo vacanziero e un clima non propriamente adatto per le preparazioni da forno. Quindi vogliamo prima di tutto ringraziare di cuore tutti i partecipanti. E ora....festeggiamo!!!!! Eccoli!!!! La vincitrice del 1° Premio è Anna Torte  Crostata di fichi, noci e mele La vincitrice del 2° Premio è Un girasole in cucina   Sfogliatine con basilico e tofu   La vincitrice del 3° Premio è ER Creazioni   Biscotti noci e uvetta Le vincitrici sono pregate di contattare Tizzy via mail (info@villatilli.it) per la fornitura dei dati (per il 2° e 3° premio) e per concordare le date de

Pasta con pesto di peperoni, tonno e cipolle

Pasta con pesto di peperoni, tonno e cipolle
  Lo so, lo so a cosa sta pensando la maggior parte di voi. Che la ricetta che sto per prepsentarvi la digerirete a Pasqua dell'anno prossimo. Invece posso assicurarvi che non è così. Certo, se siete proprio debolucci di stomaco ve la sconsiglio, ma perchè rinunciare a cotanto gusto? Per questa saporita scoperta devo ringraziare Caterina! :-) Ingredienti per 4 persone: 280 g di pasta tipo Trecce Grano Armando 2 peperoni rossi laziali (quelli stretti e lunghi, ma vanno benissimo anche quelli classici, ma usatene solo uno) una manciata di mandorle tostate 1 cipollotto rosso un vasetto di tonno in filetti olio extra vergine di oliva sale pepe Lessate la pasta in abbondante acqua salata. Nel frattempo lavate e pulite i peperoni, tagliandoli per il lato corto (pare siano più digeribili) privandoli dei semi e dei filamenti e riducendoli a tocchetti. Mettete i peperoni in un frullatore con le mandorle, sale e pepe e avviate fino a ottenere una crema molto liquida. In

Pulpete de persegh (Polpette di pesca)

Pulpete de persegh (Polpette di pesca)
Piatto Green Gate Eccoci al consueto appuntamento mensile de L'Italia nel Piatto , post ferie. Il tema di questa nuova uscita riguarda le Delizie di fine estate , ovvero frutta e verdura tipica di questa stagione, protagonista di queste ricette tradizionali regionali. Per quanto concerne la Lombardia, ho pensato a questo dolce realizzato con le pesche che in realtà si mangia un po' in tutte le regioni, ma ognuna ha la propria particolarità. Questa ricetta l'ho scovata su un vecchio ricettario di cucina lodigiana (vedi anche il titolo nel dialetto originale). Gli amaretti utilizzati sono i Nosotti, tipici di Sant'Angelo Lodigiano. Lavare accuratamente e tagliare a metà otto pesche Bioexpress , non eccessivamente grosse e non molto mature. Togliere il nocciolo, asportare un poco della polpa e metterla in una terrina. Sistemare le mezze pesche in una teglia imburrata, aggiungere mezzo bicchiere di marsala e mezzo cucchiaio di zucchero. Nella terrina

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli