Torta di datteri alla tunisina

Torta di datteri alla tunisina
Ciao a tutti amici e buone feste ancora! Le avete trascorse bene? Mi auguro di sì! Io le ho passate insieme alla mia famiglia e saperci tutti uniti è sempre il regalo più bello e desiderato. Tra le mille portate mangiate, magari non avrete voglia di leggere questa ricetta. Ma io ve la lascio ugualmente, magari da proporre a capodanno o alla befana. Si tratta di una torta di origini tunisine che vede come protagonista il dattero. Lo sapevate che questo frutto possiede innumerevoli proprietà benefiche? I datteri, infatti, sono ricchi di ferro, vitamine e sali minerali. Contengono zuccheri naturali che li rendono adatti per dolcificare alimenti e bevande. Il consumo regolare di datteri inoltre può contribuire ad abbassare il colesterolo. Ciliegina sulla torta, sono un vero e proprio antinfiammatorio naturale adatto in caso di raffreddore e irritazioni alle vie respiratorie.  E allora via libera alla preparazione del dolce! Ingredienti: 250 g di datteri freschi BioExpress 1 cuc

Torta Cookie

Torta Cookie
Si tratta di una torta classica americana, una versione più grande e ricca dei classici biscotti d'oltreoceano che tutti noi conosciamo. Un'esagerazione di bontà (e di calorie) che va mangiata almeno una volta nella vita. Per una versione ancora più golosa, ho inserito all'interno uno strato cremoso di Nocciolata. Ingredienti: 230 g di farina 00 70 g di zucchero semolato 70 g di zucchero di canna 1 uovo 120 g di burro morbido 2 cucchiaini rasi di lievito per dolci 1/2 cucchiaino di bicarbonato 1 cucchiaio di estratto di vaniglia 200 g di gocce di cioccolato Un vasetto di Nocciolata Rigoni di Asiago Per prima cosa, disegnate un cerchio del diametro di circa 22 cm (io userò una teglia da 24 cm) su un foglio di carta da forno. Giratela e distribuitevi sopra la Nocciolata. Riponete il vostro "disco" nel freezer per almeno un'ora. In questo modo otterrete una crema morbida, di quelle che al taglio fuoriescono in maniera prepotente... Ma ora p

Insalata d'inverno

Insalata d'inverno
  Non so se capita anche a voi, ma spesso, durante le cene che organizzo, mi blocco sul contorno, proponendo alla fine le solite cose un po' banali, anche se gradite, come ad esempio le patate al forno. Ma se ci si impegna un pochino di più, soprattutto a livello fantasioso, possono uscire idee originali, semplici e gustosissime, come questa Insalata d'Inverno (a cui nessuno vieta di mangiarla anche d'estate!). L'anno scorso proposi questa Insalata delle Feste . Spero di avere le stesso successo con questa nuova versione saporita. Ingredienti per 4 persone: 300 g di patate biologiche BioExpress 180 g di Speck Alto Adige IGP 1 cucchiaio di frutta essicata mista tagliata a dadini (in alternativa va bene anche l'uvetta) 1 cucchiaio di pinoli 200 g di spinaci freschi biologici BioExpress aceto balsamico olio extra vergine di oliva sale pepe Sbucciare le patate, tagliarle a dadini e rosolarle in padella con un po' d'olio e lo speck tagliato a

Tartine con pomodorini secchi, mascarpone e Pata Negra

Tartine con pomodorini secchi, mascarpone e Pata Negra
Ciao amici! Oggi, nella Kucina di Kiara, si preparano delle tartine chic, ideali da portare in tavola in questi giorni di festa imminenti. Si tratta delle Tartine con pomodorini secchi, mascarpone e Pata Negra. Si prepara un pane in cassetta aromatizzato ai pomodorini secchi e si combina con uno dei prosciutti più buoni del mondo, il Pata Negra. Il mio l'ho fatto arrivare direttamente dalla Spagna, dal mio ex collega Mattia. Lui sa che ad ogni ritorno in patria, ha l'obbligo di fornitura di prodotti tipici iberici nei miei confronti. Ma passiamo subito alla ricetta! Per prima cosa prepariamo il pane. Impastate in una terrina 350 g di farina 0, passata prima in forno a 150°C per qualche minuto, con 1 cucchiaio di zucchero, 8 g di lievito di birra fresco sbriciolato e 300 ml di acqua tiepida. Unite una presa di sale, un cucchiaio di olio extra vergine di oliva e 80 g di pomodorini secchi spezzettati sott'olio Citres . Impastate ancora per qualche minuto e trasferite

Muffin pere e cioccolato

Muffin pere e cioccolato
  La coppia "pere e cioccolato" è da sempre uno dei matrimoni meglio riusciti della storia. Un abbinamento classico per un dolce da presentare in ogni occasione: una festa, un fine cena, una merenda o una colazione golosa. Io ho pensato di proporvelo in versione muffin, per una merenda coi fiocchi all'insegna della bontà!   Ingredienti: 250 g di burro morbido 150 g di zucchero semolato 4 uova medie a temperatura amiente separate 50 g cioccolato fondente 250 g di farina 00 20 g di cacao amaro 1/2 bustina di lievito per dolci 80 ml di latte intero 1 cucchiaino di estratto di vaniglia un pizzico di sale Per le pere: 3 pere abate Bioexpress 1 cucchiaio di zucchero 1 bicchierino di liquore a scelta 1 cucchiaino di maizena qualche goccia d'acqua Procedimento: Preriscaldare il forno a 175°C in modalità ventilato. Sbucciare le pere, mondarle e tagliarle a tocchetti piccoli. In una padella antiaderente versare lo zucchero, le pere, far caramellare

La Crema Lodigiana

La Crema Lodigiana
  Buongiorno amici! Finalmente il 2 dicembre è arrivato, e con esso l'uscita de L'Italia nel Piatto ! Tema del mese? Ovviamente Natale, doni di gusto ! Per la Lombardia ho pensato di farvi conoscere la Crema Lodigiana, conosciuta anche come "Crema al Mascarpone". Originaria dei territori agricoli intorno a Lodi, dove si produce appunto il Mascarpone. La ricetta risale agli inizi dell'ottocento, quando veniva servita assieme al Panettone o alla Mostarda di Cremona. Oggi si preferisce servirla in coppette accompagnata da biscotti secchi come le lingue di gatto oppure a dolci non farciti come la torta margherita. Visto il suo alto contenuto calorico e la presenza di liquore, è preferibile gustarla in inverno. A volte si usa sostituire il rum ad altri ingredienti, a seconda dei gusti. A casa mia, negli anni, abbiamo sperimentato cacao, caffè o cannella. A voi la scelta. Sta di fatto che nelle feste natalizie non manca mai. Ingredienti per 6 persone: 200 g d

Vellutata di zucca alla birra e yogurt

Vellutata di zucca alla birra e yogurt
Piatti e ciotola Green Gate In questo periodo dell'anno, la zucca è spesso protanista indiscussa di molti piatti, siano essi antipasti, primi, secondi o dolci. Personalmente lo trovo un ortaggio fantastico. Talmente versatile da poter essere utilizzato in innumerevoli ricette insolite. Complice il numero di novembre di Sale&Pepe, vi presento una ricetta rivisitata trovata sulla rivista. Ingredienti per 4 persone: 800 g di zucca Butternut BioExpress pulita (ho scelto questa varietà, per il suo piacevole retrogusto di nocciola fresca, che si sposa bene con il resto degli ingredienti) 1/2 cipolla tritata finemente Bioexpress 1/2 costola di sedano tritata finemente Bioexpress 1/2 carota tritata finemente BioExpress 4 bacche di ginepro 250 ml di birra artigianale rossa La Marchesa 300 ml di brodo vegetale 150 g di yogurt greco 50 ml di panna fresca qualche goccia di limone un rametto di rosmarino qualche fetta di pane bianco una fetta di pane raffermo olio e

Ciambella all'arancia

Ciambella all'arancia
Non sono una grande amante di arance e mandarini. Per dirla tutta, non vado matta per gli agrumi in generale. Però devo dire che, all'interno delle varie preparazioni, siano esse primi, secondi o dolci, danno carattere al piatto. Sono la nota aggiuntiva in grado di rendere ogni ricetta unica. Questa ciambella all'arancia ne è un esempio. Leggera, profumata e tanto buona. Provare per credere! Ingredienti per 6 persone: 370 g di farina 00 200 g di zucchero 5 arance biologiche BioExpress 4 uova 3 cucchiaini di lievito per dolci in polvere 1 noce di burro zucchero a velo 20 ml di olio extra vergine di oliva sale In una terrina, mescolate la farina con il lievito e un pizzico di sale. In una ciotola sbattete le uova, aggiungete lo zucchero e lavorate gli ingredienti con le fruste elettriche per 3 minuti, fino a quando lo zucchero non si è sciolto completamente. Unite alle uova sbattute la farina e l’olio (un cucchiaio per volta, alternandoli), continuando a

Torta rovesciata all'ananas

Torta rovesciata all'ananas
La ricetta della torta rovesciata all'ananas è un dolce davvero goloso! Umido, profumato e dal gusto avvolgente! Si prepara solitamente con ananas sciroppato, ma io questa volta ho preferito sostituirlo all'anans fresco di BioExpress . Ingredienti per uno stampo da 24 cm: 3 di uova 100 g di zucchero semolato 150 g di burro 150 g di farina 00 1 bustina di lievito per dolci 1 cucchiaino di estratto di vaniglia 50 g di succo di ananas 300 g di ananas a fette bio BioExpress (oppure va bene anche sciroppato) 100 g di zucchero per il caramello Procedimento: Sciogliete lo zucchero con il succo d'ananas (potete usare quello già presente nel barattolo dell'ananas sciroppato; nel mio caso ho comprato del succo d'ananas) e portate ad ebollizione in un pentolino. Cuocete fino ad avere un caramello leggero, quindi versatelo in uno stampo ricoperto di carta forno. Adagiateci subito sopra le fette di ananas: una al centro e le altre intorno. In una ciotol

Le Reginette di Vittorio Emanuele II

Le Reginette di Vittorio Emanuele II
Oggi vi propongo un vero piatto da re! Le Reginette di Vittorio Emanuele II! Pare fosse stato uno dei suoi preferiti, arricchito da una cascata di tartufo bianco. La ricetta l'ho trovata su uno dei libri di Benedetta Parodi. Semplicemente squisita, da provare. Ingredienti per 4 persone: 300 g di reginette Pasta Armando 200 g di speck a dadini (la ricetta originale prevedeva il prosciutto cotto, ma non mi appagava) 200 g di funghi porcini surgelati 3 uova intere vino bianco qb 1 cipolla bio BioExpress grana padano grattugiato qb prezzemolo tritato BioExpress olio extra vergine di oliva pepe sale Preparazione: Affettate la cipolla sottilmente e rosolatela in una padella antiaderente con lo speck e un filo d'olio. Aggiungete i porcini, salate e sfumate con il vino. Lessate nel frattempo la pasta in abbondante acqua salata. Quando è pronta, scolate la pasta e saltatela con il sugo ai funghi. A fuoco spento aggiungete le uova, precedentemente sbattute con il gran

Viennesi al miele

Viennesi al miele
Piattino, tazzina e cucchiaino Green Gate Oggi nella Kucina di Kiara si cucinano i biscotti. L'avvicinarsi del Natale mi porta spesso a questo tipo di preparazioni. Questa volta mi sono affidata a una ricetta del maestro Montersino, i Viennesi al miele, una dolcezza che non contempla la presenza dello zucchero saccarosio. Americano a forma di tulipano ER Creazioni   Ma vediamo subito come si preparano: 150 g di burro 60 g di miele biologico Mielbio Rigoni di Asiago ai fiori di acacia 1 uovo intero 130 g di farina di farro 50 g di farina di kamut 15 g di fecola di patate la buccia grattugiata di un'arancia biologica BioExpress sale Montate in una planetaria con la foglia il burro morbido insieme al miele e alla buccia grattugiata dell'arancia. Unite poi a filo l'uovo e per ultimo incorporate tutte le farine setacciate insieme con il sale. Con il sac-à-poche munito di bocchetta dentellata modellate i biscottini su una teglia rivestita con carta da

Gnocchi al cacao su fonduta di gorgonzola e speck croccante

Gnocchi al cacao su fonduta di gorgonzola e speck croccante
Oggi ho superato me stessa. Non tanto per aver fatto gli gnocchi al cacao di per sè, ma quanto per aver "maneggiato" due etti di gorgonzola. Questo formaggio o lo ami o lo odi. Io appartengo alla seconda categoria. Ma con gli gnocchi al cacao, pare essere la morta sua. Dico pare perchè mi sono affidata all'entusiasmo dei miei ospiti dinnanzi a questo piatto. La scarpetta pare sia stata d'obbligo. Pare. Ma passiamo subito alla ricetta. Vi anticipo soltanto che la quantità di farina può essere variabile. Dipende dalla consistenza delle patate. Dovrete ottenere un panetto morbido ed omogeneo, nè troppo duro nè troppo morbido. Per la preparazione degli gnocchi, io solitamento uso patate a pasta bianca, ricche di amido e un po’ invecchiate poichè più povere di acqua. Ingredienti per 8 persone Per gli gnocchi al cacao: 600 g di patate biologiche BioExpress 300 g di farina 00 100 g di cacao amaro un pizzico di sale un tuorlo una manciata di grana grattugiat

Sottofiletto con salsa al vino rosso

Sottofiletto con salsa al vino rosso
  Il sottofiletto, noto anche come controfiletto, lombata, roastbeef, lombo, scorza o trinca a seconda delle regioni, è un taglio del manzo corrispondente alla zona dorsale. È la parte più pregiata dell’animale. Si tratta di un taglio tenero, adatto a cotture brevi o comunque delicate, che non asciugano la carne. Per la ricetta di oggi, ho pensato di proporvi il Sottofiletto accompagnato a salsa di vino rosso, realizzato con la tecnica "slow cook", ovvero una cottura lenta e dolce che non aggredisce l'alimento, preservandone tenerezza e succosità. Per un approfondimento della cottura, vi suggerisco di leggervi la ricetta contenuta in questo link . Ma torniamo alla nostra carne. Per questa preparazione mi sono affidata alla grandissima qualità delle Carni Greco . Grazie all’esperienza maturata in più di 50 anni di attivitàe alla costante ricerca della qualità, la GRE.CO. è in grado di offrire sempre il meglio ai propri clienti. I miei ospiti erano estasiati dalla bont

Minestrone alla milanese

Minestrone alla milanese
Il Minestrone alla Milanese , è una variante della conosciutissima minestra, cucinata nei territori della provincia di Milano. Si contraddistingue per la presenza del riso, delle cotenne e del lardo, prodotti tipici della tradizione lombarda. Soprattutto quest'ultimi due ingredienti, conferiscono al minestrone un gusto molto saporito e deciso. Le verdure presenti sono veramente tante, una lista infinita che può subire modifiche a seconda della zona. Mia madre, per esempio, ha sempre aggiunto anche la zucca. Quella lodigiana è molto gustosa. Un piatto della tradizione che vi riscalderà nelle giornate invernali e, grazie alle verdure, farà bene anche alla salute! Questa è la mia proposta per l'uscita del 2 novembre de L'Italia nel Piatto che vede come protagonista il cavolo: " Cavoli...è già novembre! ". 150 g di riso tipo Arborio 40 g di lardo 40 g di cotenna di maiale 3 pomodori ramati BioExpress 3 carote BioExpress 3 patate BioExpress 2 zucchine B

Baci di funghi

Baci di funghi
  I Baci di funghi sono un antipasto simpatico e originale, ottimo da presentare soprattutto in questo periodo dell'anno. Sono velocissimi da realizzare e si può tranquillamente sostituire la ricotta ad altro formaggio cremoso e la mortadella al salume che più vi piace. Ma vediamo subito come si preparano. Ingredienti per 4 persone: 16 champignon cremino tutti della stessa dimensione 100 g di ricotta 100 g di mortadella 40 g di grana grattugiato 100 g di granella di nocciole (o mandorle) 1/2 limone biologico BioExpress Passate al mixer la ricotta con la mortadella e il grana, trasferite la crema in una ciotola, copritela e ponetela in frigo. Mondate i funghi privandoli della parte terrosa, lavateli rapidamente, staccate delicatamente i gambi dalle cappelle e tuffate quest’ultime per pochi istanti in acqua bollente acidula con il succo di 1/2 limone, poi scolate e asciugate bene. Con i gambi rimasti potete farne funghi trifolati, aggiungerli a una torta salata o a un sugo d

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli