Albero di Natale di pasta sfoglia

Albero di Natale di pasta sfoglia
Oggi vi propongo un'idea super veloce per il vostro aperitivo delle feste: l'Albero di Natale di pasta sfoglia. Niente di nuovo, a dir la verità, ricetta vista e rivista in rete, ma sempre attuale, perchè veloce da fare, semplice da realizzare e versatile. Nel mio caso ho usato come farcitura una crema di pomodorini secchi davvero deliziosa! Ingredienti per un alberello di circa 25x40 cm: 3 confezioni di pasta sfoglia rettangolare Per la farcitura: 1 vasetto di pomodorini secchi sott'olio Citres 3 alacce sott'olio Citres (o acciughe) 100 g di robiola olio extra vergine di oliva qb Per il tocco finale: grana padano grattuggiato qb un uovo sbattuto Mettete nel mixer tutti gli ingredienti della farcitura e tritate fino a ottenere una consistenza cremosa. Aggiungete un filo d'olio evo all'occorrenza. Prendete la leccarda del forno, rivestitela con carta da forno. Tagliate a listarelle di circa 2 cm la pasta sfoglia rettangolare. Farcite ogni

Pasta e legumi red hot

Pasta e legumi red hot
Oggi vi propongo un'alternativa alla classica pasta e fagioli o pasta e ceci. Si tratta di una pasta squisita accompagnata a un mix di legumi e cereali, legati tra loro da un'armonia di sapori forti. E' decisamente un piatto per palati robusti, data la presenza dell 'nduja calabrese (un salame piccante tipico di questa regione). Ingredienti per 4 persone: 320 g di pasta mista Grano Armando 500 g di Primiera legumi misti Melandri Gaudenzio 2 fette di salame 'nduja calabrese 3 cucchiai di passata di pomodoro 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro 1 carota biologica BioExpress 1 cipolla dorata bio BioExpress 1 mazzetto di prezzemolo BioExpress 500 ml di brodo vegetale olio extra vergine di oliva qb sale qb pepe qb Mettete i legumi in ammollo come indicato sulla confezione (io la sera prima, cambiando spesso l'acqua) poi cuoceteli per un paio d'ore (se avete la pentola a pressione, saranno sufficienti 20' circa). Io li ho scolati piut

Tronchetto di Natale (Buche de Noel)

Tronchetto di Natale (Buche de Noel)
Premetto che questo è un dolce che ho preparato lo scorso anno, in occasione del pranzo di Natale ma, tra una cosa e l'altra, mi sono obbligata a postarvelo ora. Già, perchè poi se non lo faccio, in un attimo ci ritroviamo a Pasqua e poi è un macello. Qualcuno ha capito poi come fermare il tempo? :-) La ricetta del classico tronchetto natalizio si trova in rete in milioni di versioni differenti. Io mi sono affidata alla bravura e all'esperienza di Valentina, autrice del famosissimo blog " Ho voglia di dolce ". Ecco come fare. Non spaventatevi, i passaggi sono tanti, ma la realizzazione è semplice. Vedrete, vi divertirete! Ingredienti per Pan di Spagna   120 g di farina 00 140 g di zucchero bianco semolato 5 uova medie (a temperatura ambiente) 1 cucchiaino di estratto di vaniglia 1 cucchiaino di lievito (facoltativo) 1 pizzico di sale Rivestire una leccarda con carta da forno. Separare i tuorli dagli albumi. Montare i tuorli con lo zucchero

BIOEXPRESS - Idea Regalo e Servizio Ufficio

BIOEXPRESS - Idea Regalo e Servizio Ufficio
Collaboro con BioExpress ormai da un paio d'anni e la cosa che mi spinge a continuare, con aziende di questo tipo, sono la serietà, la professionalità e l'onestà delle persone che ci lavorano. Oltre alla qualità altissima dei loro prodotti, s'intende. E allora, se per questo Natale cercate un regalo simpatico, genuino e particolare, perché non regalare una cesta ricca di prodotti biologici? Bioexpress è rappresentata da un gruppo di produttori dell’Alto Adige che si dedica alla coltivazione di frutta e verdura applicando le regole dell´agricoltura biologica. La consegna a domicilio e il rapporto diretto tra produttore e consumatore sono il punto di forza di Bioexpress che presta particolare attenzione alla produzione locale nel rispetto delle caratteristiche di stagionalità. Si possono scegliere una vasta fornitura di frutta e verdura di stagione da inserire nella cassetta regalo tra tutti quelli indicati nel listino. Inoltre è possibile aggiungere altri prodotti tra

Pane alla zucca

Pane alla zucca
Tovaglietta Green Gate Una delle poche cose che adoro dell'autunno sono gli ortaggi di stagioni, tra cui la zucca. Versatile, buona, economica, ci puoi fare di tutto, dall'antipasto al dolce. E pure il pane. Eccovi una ricetta presa in prestito dalla bravissima Chiarapassion . Ovviamente le mie pagnotte non sono belle come le sue, ma buone si...tanto... Ingredienti: 400 g di farina 0e 100 g di farina Manitoba 500 g di zucca con la buccia da cui ricaverete circa 350 g di purea di zucca (per me zucca bio BioExpress ) 1 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva 6 g di lievito di birra fresco 6 g di sale Lavate e tagliate la zucca a tocchetti e fatela cuocere per circa 10 minuti in padella insieme al sale e l'olio, senza aggiungere acqua, coprendola con coperchio e girando con cucchiaio in legno. Una volta cotta riducetela in purea con un mixer o un minipimer. Mescolate la farina con il lievito sbriciolato e la purea di zucca, divenuta ormai tiepida. Impastate

Le Offelle di Parona

Le Offelle di Parona
Per questa uscita di dicembre de L'Italia nel Piatto , in occasione della vicinanza del Natale, vi proponiamo come tema "Dolcetti e Biscotti preziosi". Per la Lombardia, la scelta è caduta sulle Offelle di Parona. Ora vi spiego il perchè. Parona è un comune italiano che si trova in provincia di Pavia, nella Lomellina settentrionale. Il paese è noto soprattutto per questo suo particolare biscotto dalla forma ovale. Di per sè la preparazione è semplice, ma ovviamente la ricetta è segreta. In rete si trova di tutto, io ho cercato di avvicinarmi il più possibile all'originale, seguendo in particolr modo questa ricetta del Nanni , alla quale però ho sostituito lo zucchero semolato con lo zucchero a velo. Le Offelle di Parona furono inventate dalle sorelle Pasqualina e Linin Colli alla fine del XIX secolo, indovinando un impasto di ingredienti semplici. Inizialmente le Offelle erano considerate molto preziose e vendute a numero, non a peso. Proprio per questa loro pe

Pollo alla cacciatora con patate

Pollo alla cacciatora con patate
Oggi, nella Kucina di Kiara, si prepara il Pollo alla Cacciatora con patate, ricetta tipica della cucina italiana (più precisamente toscana, ma credo si cucini in ogni regione, ognuna con piccole varianti). Dati i suoi ingredienti a base di carne bianca e verdure risulta essere un piatto economico, ma ricco di gusto. Per questa ricetta, ho usato ingredienti di altissima qualità, tra cui il pollo Greco Carni . La particolarità del loro pollo italiano, sta nel fatto che è allevato all'aperto e senza antibiotici. Scusate se è poco! :-) 1,2 kg di pollo a pezzi Greco Carni 400 g di pomodorini bio BioExpress 80 g di olive nere Citres 1 bicchiere di vino bianco secco (anche se ci vorrebbe quello rosso) 1 spicchio d'aglio orsino BioExpress 1 carota bio BioExpress 1 costola di sedano bio BioExpress 1 rametto di rosmarino sale pepe nero   30 g di alacce (o acciughe) sott'olio Citres qualche fogliolina di alloro olio extra vergine di oliva Per prima cosa preparare

Madeleine e tutti i trucchi per una realizzazione perfetta

Madeleine e tutti i trucchi per una realizzazione perfetta
Chi non conosce la storia delle Madeleine? Per noi foodblogger, credo sia quasi obbligatorio l'aggancio a Marcel Proust. Le Madeleine, sono tipici dolci francesi soffici con una caratteristica forma a conchiglia – derivata dallo stampo in cui vengono cotte – e introducono nel libro "Alla ricerca del tempo perduto" il tema della memoria involontaria: mentre ne assaggia una, lo scrittore ricorda quando le mangiava da piccolo, preparate ogni domenica dalla zia Léonie. Nel corso degli anni, la metafora delle madeleine, è diventata una delle più famose della letteratura del Novecento. In un certo senso mi sento un po' come Proust. Ho un ricordo di me, da piccola, mentre assaggio questi meravigliosi dolcetti. Ovviamente mia madre me li aveva comprati confezionati (lungi da lei queste preparazioni da certosino). Ma il loro sapore...unico... è così che mi è venuta una voglia pazza di cucinarle. Lo stampo ce l'avevo. Mi mancava una ricetta originale, collaudata, p

Linguine ai legumi cacio, pepe e pistacchi

Linguine ai legumi cacio, pepe e pistacchi
Direttamente da una ricetta dello chef Daniel Canzian, eccovi un primo piatto semplice, quasi elementare, a patto che vengano usati ingredienti di prima qualità. Piccola postilla sui pistacchi, ritenuti erroneamente grassi. O meglio, è risaputo che la frutta secca fa bene alla salute, ma fa anche ingrassare e si rimane così in dubbio se mangiarla, quale scegliere e quanta mangiarne. I pistacchi sembrano conciliare linea e piacere, e questo “oro verde” è stato riconosciuto per il suo ruolo nella gestione del peso, la salute del cuore, il controllo della pressione sanguigna, il potere antiossidante e la salute degli occhi. Penso possa bastare, no?   Ingredienti per 4 persone: 320 g di linguine ai legumi Pasta Armando 4 cucchiaini di olio extravergine di oliva una presa di pepe nero macinato fresco 80 g di pecorino romano abbastanza giovane grattugiato fresco 100 g di pistacchi Sciara La Terra del Pistacchio  un pizzico di sale Saltare in padella con sale, senza olio, i pi

Crostata di mele con nocciole e confettura di mandarino e curcuma

Crostata di mele con nocciole e confettura di mandarino e curcuma
Spesso, in tempi passati, ho usato il blog come una sorta di diario. Non proprio segreto, anche se so che gli affari miei non andrete a dirli a nessuno. A volte, però, mi è proprio necessario confidarvi i miei pensieri. Tipo che nel corso degli anni mi sono costruita un muro. Un grande muro attorno. Il problema è che poi, a forza di costruirlo, sono diventata io stessa il muro. Un muro che si può percorrere, ma non oltrepassare. Forse, uno dei miei tanti problemi, è che non chiedo niente a nessuno ma ho bisogno di tutti. Ho sempre cercato di non deludere gli altri, di non essere un peso o una preoccupazione. A volte però è diffcile. Si, diffcile... Va beh, basta tediarvi... Passiamo a cose più golose, dolci e facili da fare e da dire. Oggi vi posto la ricetta di una crostata davvero molto buona, dai sapori particolari ma armonici. E' partita con l'essere una semplice crostata di mele, ma poi ha voluto contraddistinguersi dalle altre. Quindi aggiungi le nocciole, per nasco

Spaghetti ai quattro cavoli

Spaghetti ai quattro cavoli
Pasta e cavoli. Un matrimonio perfetto in cucina. Le ricette non si contano...cappuccio, cavolfiore, broccoli...i condimenti a sorpresa sono pronti per essere maritati. Ed ecco che arrivano gli Spaghetti ai quattro cavoli... Ingredienti per 4 persone: 350 g di spaghetti Pasta Armando 150 g di broccolo romanesco Bioexpress 100 g di cavolo cappuccio rosso Bioexpress 100 g di cavolo cappuccio bianco Bioexpress 150 g di broccoletti Bioexpress 4-5 filetti di pomodorini secchi Citres 1 limone non trattato Bioexpress 1 cipolla rossa Bioexpress 1 cucchiaio di aceto di vino bianco 2 cucchiai di mandorle sfilettate olio extra vergine di oliva fiocchi di peperoncino sale Affettate sottilmente tutti i tipi di cavolo e riducete in piccole parti i broccoli. Sbucciate e affettate la cipolla rossa, conditela con una presa di sale, l'aceto e lasciatela macerare per 5 minuti. Unite il cavolo rosso, mescolate e lasciate riposare ancora per qualche minuto. Cuocete gli spagh

Crema di zucca e amaretti

Crema di zucca e amaretti
Eccoci con l'uscita di novembre de L'Italia Nel Piatto . Mannaggia, siamo già quasi a fine anno. Come vola il tempo. Per questo mese abbiamo pensato di proporvi un tema attinente al periodo: "Colori e Sapori d'Autunno". Per la Lombardia mi è venuto in mente questo piatto, legato ai miei ricordi d'infanzia. Una crema deliziosa avente la zucca come protagonista, accompagnata dalla nota croccante e amarognola degli amaretti. Tipici lombardi ci sono quelli di Saronno e i famosi amaretti Gallina di Sant'Angelo Lodigiano. Ingredienti per 4 persone: 600 g di zucca preferibilmente mantovana (al netto dello scarto) BioExpress 200 g di patate (preferibilmente a pasta bianca) Bioexpress 1 litro di brodo vegetale 1 spicchio d'aglio Bioexpress 1 rametto di rosmarino 3 cucchiai di panna fresca (facoltativa) 12 amaretti di Saronno sale pepe olio extravergine di oliva Pulite, sbucciate e tagliate a cubetti sia la zucca che le patate. In una pento

Risotto con salsiccia e cavolo rosso

Risotto con salsiccia e cavolo rosso
Ormai le tiepide temperature dei giorni scorsi hanno lasciato posto al freddo reale dell'autunno. Non poteva continuare per sempre questo caldo anomalo, anche se confesso non mi sarebbe affatto dispiaciuto. La nota positiva è che ho più voglia di stare in casa a cucinare, per il resto... Ma non voglio rattristarvi, quindi guardate un po' cosa ho cucinato per voi?! Un risotto semplice ma gustosissimo, con salsiccia e cavolo rosso! Pochi ingredienti che, se di qualità, vi daranno una grande soddisfazione. Ingredienti per 4 persone:  320 g di riso Carnaroli Cavalieri d'Italia 250 g di salsiccia lodigiana 200 g di cavolo cappuccio rosso bio Bioexpress 500 ml di brodo vegetale 1 piccola cipolla dorata Bioexpress 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva 20 g di burro mezzo bicchiere di vino rosso parmigiano grattugiato sale pepe nero Prendete una casseruola e versateci dentro due cucchiai di olio. Aggiungete la cipolla affettata finemente e lasciatela

Plumcake allo yogurt, proprio come quello del Mulino Bianco!

Plumcake allo yogurt, proprio come quello del Mulino Bianco!
Tovaglietta e tazze Green Gate Leggendo il titolo, penserete a un eccesso di zelo da parte mia. Non è così. Conosco ben poche persone (a dir la verità, forse nemmeno una) a cui non piaccia la famosa merendina citata. Nella sua semplicità, è così golosa! Dal momento in cui Iris, mia figlia, non mangia quasi nulla, quando l'ho vista addentare con gusto questo delizioso rettangolino giallo mi sono detta che dovevo assolutamente provare a farlo in casa, avvicinandomi il più possibile all'originale. Di enorme aiuto il post di Chiarapassion . Cosa dire, un successo! Ingredienti per uno stampo rettangolare da plumcake (28 cm): 250 g di farina 00 200 g di zucchero bianco semolato 3 uova a temperatura ambiente 2 vasetti di yogurt intero gusto albicocca (da 125g) a temperatura ambiente 100 g di olio di semi di arachidi 25 g di burro molto morbido (facoltativo) 30 ml di latte intero 1 bustina di lievito per dolci (da 16 g) 1 pizzico di sale la buccia grattugiata di un

Vellutata di lenticchie rosse con gamberi e pepe rosa

Vellutata di lenticchie rosse con gamberi e pepe rosa
Piatti e ciotola Green Gate Oggi prepariamo un piatto semplice ma di effetto (i vostri ospiti ne saranno felici): la vellutata di lenticchie rosse. Questo legume si presta molto bene come base per gustose zuppe e vellutate, poiché ha la tendenza a sfaldarsi in cottura. Non necessitano di ammollo, basta sciacquarle e cuocerle. Sono deliziose abbinate a curcuma, curry e zucca e, grazie al loro caratteristico colore rosso-arancio, rendono invitante qualsiasi piatto. Per questa preparazione vi consiglio di usare le lenticchie rosse Melandri Gaudenzio . Tempo fa preparai questo delizioso dahl indiano , giusto per darvi qualche altro spunto. Per preparare la versione base della vellutata di lenticchie rosse mettete in una pentola una cipolla, una carota, una costa di sedano (per me BioExpress ) tritata con un paio di cucchiai d’olio. Fate soffriggere e aggiungete 200 g di lenticchie rosse, 4 bicchieri di brodo vegetale e una foglia d’alloro. Fate cuocere per 15-20 minuti finché le l

Caramelle alle Erbe Digestive Giuliani

Caramelle alle Erbe Digestive Giuliani
Ricordo ancora quando, da bambina, i miei genitori, rientrati a casa dopo una delle tante cene fuori con amici o parenti, aprivano l'anta in alto a destra della credenza della cucina e tiravano fuori quella magica bottiglietta. Si trattava di un digestivo ma io, essendo piccina, non avevo possibilità alcuna di assaggiare. Ricordo anche quando ne posavano i bicchierini vuoti sul tavolo e io, con aria furtiva che manco Arsenio Lupin, andavo a bermi l'ultima goccia rimasta sul fondo (naturalmente di nascosto).  Quanto mi piaceva! Quest'abitudine di tenere una bottiglia di digestivo in casa, è stata ovviamente tramandata di generazione in generazione. Anche a casa mia, infatti, non manca mai (anche se io la tengo nascosta in soggiorno, lontano dalla portata di Iris). A volte però, quella sensazione di pesantezza allo stomaco, ha bisogno di essere subito alleggerita. Di certo non mi posso tenere una bottiglia di digestivo in borsa, ma una scatola di caramelle sì! Se po

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli