Torta di grano saraceno pere e cioccolato

Torta di grano saraceno pere e cioccolato
Cari amici buongiorno! Da qualche giorno è ormai attivo il mio nuovissimo sito! Vi piace la nuova veste? Con questo template, le ricette sono facilmente consultabili, soprattutto da tablet e smartphone. Poi non dite che non vi penso. Per tutto questo bel lavoro, non posso fare altro che ringraziare la bravissima Sara Bardelli .  Ma ora passiamo subito alla ricettina, tutta dolce! 200 g burro ammorbidito a temperatura ambiente 200 g di zucchero bianco semolato 6 uova intere 1 pera biologica BioExpress 250 g di farina di grano saraceno 250 g di nocciole tritate BioExpress 100 g di marmellata pere biologica Fiordifrutta Rigoni di Asiago 100 g di Nocciolata biologica Rigoni di Asiago 1 cucchiaio di estratto di vaniglia home-made zucchero a velo In una ciotola lavorate a crema il burro ammorbidito con 100 grammi di zucchero.  Separate i tuorli dagli albumi. Incorporatevi un tuorlo alla volta e sbattete con le fruste elettriche fino a ottenere un composto omogeneo.  Amalgama

Pasta con gamberi e colatura di provola affumicata

Pasta con gamberi e colatura di provola affumicata
Oggi vi lascio una ricetta velocissima ma gustosa! La pasta con gamberi e colatura di provola affumicata. L'idea mi è venuta dopo aver letto la ricetta della colatura di provola sul primo libro dello chef Cannavacciuolo. L'avevo già sperimentata sulla sua Parmigiana . Ma devo dire che anche sulla pasta è divina. Provare per credere. Ingredienti per 4 persone: 360 g di pasta tipo Cannerone Pasta Armando 8 gamberi freschi un cucchiaino di olio extra vergine di oliva origano in polvere Per la Colatura di provola affumicata: 400 g di provola affumicata 240 ml di latte 160 ml di panna   Cuocere la pasta in abbondante acqua salata. Tagliare e disporre, in un contenitore adatto per il microonde, la provola a cubetti, aggiungere il latte e la panna e cuocere alla massima potenza (700 watt) per 15' oppure potete cuocere a bagnomaria per mezz'ora. Lasciar intiepidire e passare al colino.  Lavate e pulite i gamberi, quindi scottateli un minuto per parte in una

Polpettone di fagiolini e funghi

Polpettone di fagiolini e funghi
Il Polpettone di fagiolini e funghi è una ricetta mitica, tipica della cucina ligure, in particolar modo genovese. Si tratta di una confortante realtà gratinata da gustare a quadrotti. Il problema (se di problema si può parlare), è che uno tira l'altro. Peggio delle ciliegie. Tovaglietta Green Gate Ingredienti per 4 persone: 600 g di fagiolini Bioexpress 300 g di patate BioExpress 1/2 cipolla BioExpress 15 g di funghi porcini secchi 4 uova 80 g di parmigiano reggiano grattugiato 80 g di pangrattato 1 mazzetto di maggiorana 1/2 spicchio d'aglio olio extra vergine di oliva sale pepe Per prima cosa mettete i funghi in ammollo in acqua tiepida. Sbucciate le patate, spuntate i fagiolini, lavateli e lessateli separatamente. Passate le patate cotte nello schiacciapatate e i fagiolini nel passaverdura. Strizzate i funghi e tritateli con aglio e cipolla, quindi soffriggeteli con un po' d'olio a fuoco moderato. In una terrina, mescolate le patate, i

Zucchine ripiene alla Lodigiana

Zucchine ripiene alla Lodigiana
Eccoci ritrovati al consueto appuntamento mensile con le ricette tipiche delle nostre regioni, a cura de L'Italia Nel Piatto . Il tema di questo 2 giugno, Festa della Repubblica (Auguri Italia!) è "Contorni e Dintorni". Per la Lombardia, ho pensato di proporvi un contorno di stagione che potrebbe trasformarsi tranquillamente anche in un gustoso secondo piatto vegetariano, basta aumentare le dosi. Si tratta delle Zucchine ripiene alla Lodigiana. Scopriamo insieme come prepararle: Preparazione per 6 porzioni  Ingredienti: 6 zucchine medie biologiche Bioexpress 50 g di mascarpone lodigiano 50 g di formaggio granone lodigiano 30 g di burro 1 cucchiaio di farina bianca 00 200 ml di latte 1/2 cipolla Bioexpress 20 g amaretti 20 g di uva sultanina 1 uovo+ 1 tuorlo Noce moscata qb Sale qb Pepe qb Pulire le zucchine e tagliarle in due, nel senso della lunghezza e, dopo aver inciso con il coltello la parte interna, farle cuocere in acqua salata, scolarle e

Tagliatelle alla spirulina con fave, pomodori e gamberi

Tagliatelle alla spirulina con fave, pomodori e gamberi
Oggi mi sono superata, ho preparato la pasta fresca, quella all'uovo, fatta in casa. Quella che piace tanto a mio marito. Ma lungi da me dirgli che ho usato la spirulina. Lui, come tanti altri, ha la testa invasa da pregiudizi, soprattutto per quanto riguarda il cibo. Ho preparato quindi la mia pasta fresca mentre lui era al lavoro, l'ho tirata, trasformata in tagliatelle, cotta, condita e impiattata. Dopo aver divorato ben due piatti di pasta, e accingersi a servirsi col terzo, mi dice: "Buonissime queste tagliatelle! Verdi, agli spinaci, proprio come piacciono a me!" "Mah, veramente ho usato la spirulina..." "La sbirulina??? E che cos'è?" "La SPI-RU-LI-NA è un'alga, e io ne ho usato un cucchiaio in polvere, quella buonissima dell' Algheria , per aromatizzare le tagliatelle" "Ah, ecco...sentivo io un sapore strano...." "Si, infatti...ho visto proprio che non ti sono piaciute" Piatti e tovaglie

Torta con crema alla ricotta e cioccolato

Torta con crema alla ricotta e cioccolato
E' con estremo piacere (e a grande richiesta) che oggi pubblico la Torta con Crema alla Ricotta e Cioccolato. Si tratta di un dolce pa-ra-di-siaaaaacooooooo! Ho trovato la ricetta per caso sul blog della bravissima ChiaraPassion ! Avevo in casa mezzo chilo di ottima ricotta di bufala, acquistata al caseificio. Bella soda, non acquosa, era necessario trovarle una degna fine. Beh, questa torta lo è stata! Sembra quasi una torta magica, per via dei tre strati che si formano una volta cotta ed estratta dal forno!  Piatto, tovaglietta e ciotole Green Gate Ingredienti per la torta con crema alla ricotta e cioccolato Per la Base (teglia quadrata 22x22 cm o stampo tondo diam. 24 cm) 130 g di farina 00 2 uova a temperatura ambiente 150 g di zucchero bianco semolato 50 g di olio di semi 60 g di latte 1 bustina di lievito per dolci Per la crema  500 g di ricotta di bufala (o quella che volete, purchè asciutta) 2 uova 40 g di amido di mais o fecola di patate 100 g di zucc

Torta di patate emiliana

Torta di patate emiliana
Come tutte le ricette della tradizione, anche la torta di patate cambia a seconda della provincia, della famiglia ecc... io vi propongo questa ricetta, trovata su un libro di ricette tipiche emiliane, preso in prestito alla biblioteca comunale del mio paese. Una ricetta semplice ma buona e gustosa. Potete anche pensare di farcirla con scamorza e prosciutto cotto o con quello che volete. Piatto e tovaglietta Green Gate Ingredienti: 1 kg di patate bianche biologiche BioExpress 2 uova 100 g di Parmigiano 
Reggiano Pangrattato Burro 
qb Noce Moscata 
qb 
 Sale e Pepe qb Portare a bollore in una pentola abbondante acqua salata Nel mentre lavare bene le patate sotto all'acqua corrente. Appena l'acqua bolle tuffarvi le patate e farle lessare per circa 30-40 minuti, a seconda delle dimensioni delle patate (controllare la cottura inserendo la punta di un coltello in ogni patata).
 Una volta che le patate sono cotte, scolarle leggermente e schiacciarle con lo s

Ciambella alle fragole senza grassi

Ciambella alle fragole senza grassi
Questa ve la devo raccontare. Mi è appena successa... Sto per entrare in biblioteca quando mi suona il cellulare. E' mio fratello. Discutiamo dello stato di salute dei nostri genitori che, ultimamente, non se la passano molto bene. Passa una signora anziana, molto anziana (praticamente era in classe con Gesù). Mi dice che ha appena sentito in tv che in Italia sono aumentati i casi di tumore al cervello dovuti all'uso dei cellulari, e se ne va. Con tutto rispetto signora, ma un vaffanculo non te lo leva nessuno (ahahahaah). Detto questo passiamo a cose più dolci, tipo questa golosissima ciambella senza grassi. Esatto, avete capito bene, non contiene nè burro nè olio, eppure è strabuona! Provatela! La ricetta è semplicissima, quasi imbarazzante.   Ingredienti: 200 g di farina 00 150 g di zucchero 3 uova 200 g di ricotta vaccina 1 bustina di lievito per dolci un cucchiaino di estratto di vaniglia 250 g di fragole biologiche BioExpress zucchero a velo Mon

Pan di Nuvola

Pan di Nuvola
Il Pan di Nuvola è una torta farcita, soffice e morbida, ideale per la merenda dei bambini. Potete arricchirla con crema al latte , crema pasticcera oppure semplice crema di cacao e nocciole, come ho fatto io. I vostri bambini ne andranno matti! Ingredienti per 8 persone: 3 uova 170 g di zucchero bianco semolato 120 g di olio di semi 130 ml di latte intero 250 g di farina 00 20 g di cacao 1 bustina di lievito 1 cucchiaino di estratto di vaniglia Per farcire: 250 g di Nocciolata Rigoni di Asiago Per decorare: Zucchero a velo qb In una terrina montate le uova con lo zucchero (aiutandovi con uno sbattitore elettrico), poi aggiungete anche il latte, l'estratto di vaniglia e l'olio, continuando a mescolare bene. Aggiungete la farina, il cacao, e il lievito e amalgamare il tutto. Trasferite l'impasto in una tortiera imburrata e infarinata e cuocete in forno a 180°C per circa 30 minuti. Fate sempre la prova stecchino prima di estrarla dal forno. Una

La Vignarola Romana

La Vignarola Romana
La Vignarola è un contorno tipico della cucina romana a base di carciofo romanesco, fave, piselli e cipollotto. Un tripudio di verdure che fa subito primavera, altro che rondini! Su internet ho visto versioni vegetariane e non. Io, questa volta, ho deciso di proporvi quella con l'aggiunta di pancetta tesa, molto più saporita. Ingredienti per 4 persone: 5 carciofi biologici BioExpress 1 kg di fave fresche sgusciate BioExpress 1 kg di piselli sgusciati 60 g di pancetta tesa 1 cipollotto affettato sottilmente BioExpress 1/2 limone BioExpress 3 cucchiai d’olio extra vergine di oliva sale pepe Eliminate le foglie più dure dei carciofi e rideceteli a fettine sottili. Immergetele quindi in acqua acidulata con succo di limone affinchè non anneriscano. In una casseruola scaldate l’olio, fatevi dorare la pancetta finemente tritata, unite il cipollotto, spruzzate uno-due cucchiai d’acqua e lasciate insaporire. Dopo qualche minuto aggiungete i carciofi ben sgocciolati, un me

I Cannoli Lodigiani

I Cannoli Lodigiani
Questa uscita di maggio de L'Italia nel Piatto, avente come titolo "FOR-Maggio" vede come protagonisti i Formaggi (non l'avevate capito, vero?). Abbiamo esteso il termine anche ai latticini, così da comprenderne un maggior numero. Ogni regione d'Italia, ha un formaggio tipico di tutto rispetto da presentare e, con esso, tantissime gustose ricette della tradizione. Per la Lombardia è stata un'impresa ardua. Non tanto per la scelta del formaggio (avevo solo l'imbarazzo della scelta) ma quanto per la ricerca della ricetta prescelta. Di questa ricetta nello specifico. Quella dei famosi Cannoli Lodigiani . A tal proposito è d'obbligo ringraziare il gruppo di Facebook "Sei di Lodi se..." da cui è nato tutto, in particolare grazie di cuore a Caterina Oprandi, Carla Marzani e a Giorgio Gandelli. Senza di voi non ce l'avrei mai fatta. Grazie per le dritte, le "spifferate", il supporto e tutto il resto! Grazie anche a Giovanna Me

Zita con pesto di fave e salsiccia lodigiana

Zita con pesto di fave e salsiccia lodigiana
Oggi una ricetta con le fave. Ogni volta che uso questo legume penso sempre al nonno Aldo, un dolcissimo vecchietto che abitava accanto alla nostra casa al mare, in Liguria. Era solito regalarmi ceste colme di fave. Se ho imparato a mangiarle è solo grazie a lui. Prima le snobbavo, ora invece... Un bacio al nonno adottato che mi guarda da lassù! Via la tristezza, vi regalo questa ricetta fatta con pesto di fave e pomodorini, una vera delizia! Arricchito con la magnifica salsiccia lodigiana e a completare una pioggia di briciole croccanti aromatizzate. Ingredienti per 4 persone: 360 g di pasta Zita Pasta Armando 1 salsiccia lodigiana 120 g di fave sgranate BioExpress 1 cucchiaio di fior di capperi Citres (in mancanza vanno bene anche i capperi) 1 cucchiaio di pinoli tostati 2 pomodori secchi sott'olio Citres olio extra vergine di oliva sale una fetta di pane raffermo un rametto di rosmarino Lessare le fave in acqua bollente salata per 3 minuti, scolarle e eli

Ciambella all'acqua

Ciambella all'acqua
Oggi nella Kucina di Kiara prepariamo una deliziosa Ciambella all'acqua. Il nome, di per sè, è decisamente poco invitante, ma posso assicurarvi che non è così. Nonostante siano assenti uova e burro, il gusto di questa ciambella è squisito! Un impasto soffice e leggero vi conquisterà! E' golosissima già da sola ma, se volete, potete arricchirne il contenuto con quello che più vi piace (uvetta, cioccolato, frutta disidratata, frutta secca ecc...). Io questa volta ho provato ad aggiungere un superfood biologico di Algheria , l' Activity per essere precisi. Un Superfood tutto naturale in grado di aiutarti in qualsiasi momento grazie alla sua speciale composizione a base di 6 super ingredienti. Activity Alga Smart Food è un mix di meraviglie: spirulina, frutta, bacche, semi e alghe marine che possiedono una quantità di principi attivi nettamente superiore rispetto a quella contenuta nei cibi che consumiamo comunemente. Integrare la dieta quotidiana con pochi grammi di quest

Caffè M'ama, a ognuno il suo caffè

 Caffè M'ama, a ognuno il suo caffè
Oggi nella Kucina di Kiara si parla di caffè. Conosco ben poche persone che non amano questo tipo di bevanda. Esistono molte leggende sull'origine del caffè. Voi le conoscete? Io ricordo quella più famosa, dove si narra che un pastore chiamato Kaldi portava a pascolare le capre in Etiopia. Un giorno queste, incontrando una pianta di caffè, cominciarono a mangiarne le bacche e a masticarne le foglie. Arrivata la notte, le capre, anziché mettersi a dormire, si misero a girovagare con vivacità, come se nulla fosse. Vedendo questo, il pastore ne individuò la ragione e abbrustolì i semi della pianta, poi li macinò e ne fece un'infusione, ottenendo così il caffè. La zona si origine del caffè, si suppone quindi sia l’Etiopia, ma Pellegrino Artusi, nel suo celebre manuale La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene, sostiene che il miglior caffè sia quello di Mokha (città nello Yemen), e che questo sarebbe l'indizio per individuarne il luogo d'origine. In ogni caso

Chocolate fridge cake

Chocolate fridge cake
Dopo la Pasqua, a molti di voi (forse alla maggior parte di voi) capita di dover smaltire in qualche modo le montagne di cioccolato chiuse in dispensa. A me questo non capita MAI. Ci penso da sola a smaltirlo. Vivrei di cioccolato, ve l'ho mai detto? Comunque, tornando a noi, poi ditemi che non vi penso. Ho pensato di proporvi questa ricetta di Lorraine Pascale con del cioccolato comprato appositamente (già, perchè quello di pasqua l'ho terminato già da tempo). Beh, dovrebbero considerarsi illegali certe godurie. Mannaggia quanto è buono! Io vi riporto la versione classica del Chocolate fridge cake con semplici digestive, Maltesers e cioccolato fuso. Ingredienti per circa 16 cubotti (per uno stampo quadrato di 20 cm): 125 g di burro 400 g di cioccolato al latte o fondente di buona qualità, tritato 2 cucchiaiate di miele Mielbio Miele di Fiori (o melassa secondo la ricetta originale) 250 g di biscotti digestive leggermente schiacciati 135 g di palline Maltesers

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli