RISOTTO CON PUNTE DI ASPARAGI E GUANCIALE

RISOTTO CON PUNTE DI ASPARAGI E GUANCIALE
 ...e trasloco fu. Ragazze sono distrutta! Non c'e' un muscolo nel mio corpo che non mi faccia male! Però la siddisfazione e' tanta....la mia cucina nuova è bella da morire! Il resto della casa è stupendo...ora ci vuole ancora un po' di pazienza per sistemare ogni cosa al suo posto...pian piano, con calma si fa tutto! Ed ora torniamo a noi...e' da un bel po’ che non posto più la ricetta di un risottino! Adoro i risotti, mi piacciono da morire e mi riescono anche discretamente bene. Sara' che quando li preparo ci metto tutta la cura e l’amore che ho, non mi stacco mai dalla padella se non per pochi attimi e continuo a mescolare, e mescolare, e mescolare, e mescolare… forse uno dei segreti sta proprio in questo… chissa'… Questa volta avevo in casa degli asparagi freschi da utilizzare, ai quali ho aggiunto del guanciale a listarelle che si scioglieva in bocca! Ingredienti per 4 persone: 350 gr di riso Carnaroli 500 gr di asparagi 100 gr di guancial

PORRI AL PROSCIUTTO

PORRI AL PROSCIUTTO
L’altra sera ho stupito il mio amore con questo semplice piatto… tornando dagli allenamenti alle dieci di sera, quale marito si aspetterebbe una bella cena così?! Ale sei fortunato, imprimitelo a caratteri cubitali nella capoccia! Ahahahaha! È la prima volta che cucino dei porri… anche questo ortaggio apparteneva alla categoria: “Cose che non mi piacciono” ; poi, per magia, l’ho scoperto! E mi piace! Lo chiamano il cugino gentile di aglio e cipolla, e ci credo! Ha un sapore così delicato. Ho trovato questa deliziosa ricettina sul mitico “Cucchiaio d’Argento”. Per 4 persone (io ho dimezzato le dosi): 1000 gr di porri (io meno) 100 gr di prosciutto cotto 70 gr di burro 100 gr di groviera (io l’ho sostituito al parmigiano) 50 gr di farina ½ litro di latte formaggio grattugiato pangrattato (la ricetta non lo prevede ma io l’ho messo) sale&pepe Eliminate la parte verde dei porri, lavateli e sbollenta teli in acqua salata per 5 minuti (io quasi dieci). Sgocciolatel

FLAN DI TREVIGIANO STUFATO AL BALSAMICO E PARMIGIANO

FLAN DI TREVIGIANO STUFATO AL BALSAMICO E PARMIGIANO
Ci sono ricascata… ancora lui… dopo aver postato una miriade di ricette nel quale la faceva da protagonista, mi ero ripromessa di abbandonarlo… almeno per un pochino di tempo; ma poi l’altra sera, andando a far la spesa e ritrovandomelo lì davanti bello violaceo e carnoso, non ho saputo resistere… ebbene si, ancora radicchio! Questa volta ve lo propongo in veste di flan; premetto che, non avendo gli stampini appositi, ho dovuto accontentarmi di una sorta di muffins schiacciati… questo è un messaggio per te, mio caro maritino: ho bisogno assolutissimamente degli stampini per i flan! Urgono, non posso stare senza… ;-) Ingredienti per 6 persone: 2 radicchi trevigiani 2 cipolle bionde 200 gr di ricotta di pecora 3 cucchiai di aceto balsamico 2 cucchiai di parmigiano 50 gr di burro 100 gr di vino bianco 1 uovo 5 cucchiai di pangrattato noce moscata sale e pepe Pelate e tritate finemente le cipolle, quindi stufatele in una casseruola con 20 gr di burro; quando

“NIDI” DI PATATE (o d'amore...)

“NIDI” DI PATATE (o d'amore...)
Tra poco il nido d’amore mio e di Ale sarà finalmente ultimato… ancora qualche piccolo dettaglio e ci siamo; ormai è questione di giorni (spero)… al massimo di due o tre settimane… al massimo… spero… cavoli non sto più nella pelle! Tanti sacrifici, tanti aiuti da parte dei rispettivi genitori (se non ci fossero stati loro, col piffero che facevamo il passo) e adesso ci siamo! EVVIVAAAAAAAAAAA!!!!!!!!! In onore di questo grande passo, un piccolo pasto, ma tanto carico di significato! ;-) Ale mi ha guardato un po’ stranito quando gliel’ho servito come secondo piatto, ma ancora non conosceva la storia celata dietro le quinte… Ah, la ricetta arriva direttamente dal Cucchiaio d’argento ! Per 4 persone: 4 patate grandi uguali 4 uova 25 gr di burro pasta d’acciughe (io ho usato 4 filetti d’acciuga) sale&pepe Lessate le patate per circa 10 minuti (io, in realtà, le ho lessate per 20 minuti). Sgocciolatele, tagliate la calotta superiore e con un cucchiaio svuota tele delicatame

TORTA AI BIANCHI D’UOVO DELL’AGNESE, FATTA DA ALICE E COPIATA DA ME! ;-)

TORTA AI BIANCHI D’UOVO DELL’AGNESE, FATTA DA ALICE E COPIATA DA ME! ;-)
Eccomi di nuovo qui a riproporre ricette già sperimentate da altre food-blogger, presentate così bene, dall’aspetto così invitante che proprio non riesco a trattenermi dal riprodurle! Quest’oggi è la volta della Torta ai bianchi d’uovo dell’Agnese , trovata sul blog di Alice: Coffee&Chocolate . Come lei e come tante altre, avevo il problema (se tutti i problemi fossero questi…) di smaltire gli albumi non utilizzati e debitamente congelati in freezer. Di far delle meringhe non ne avevo la minima voglia, volevo sperimentare qualcosa di nuovo, ed allora ecco la ricetta che fa per me!  Davvero buona… ce la vedrei accompagnata con della cioccolata calda! La prossima volta, magari, proverò ad aggiungere anche della farina di cocco!  Per la ricetta vi rimando a quella postata sul blog dell’autrice! Così cogliete l’occasione per dargli una sbirciatina… è davvero molto bello e interessante!

RISO CON POLLO E ASPARAGI ALLO ZENZERO

RISO CON POLLO E ASPARAGI ALLO ZENZERO
Ribattezzata anche “Liso con pollo e aspalagi allo zenzelo di Pin Pin” (Paola tu sai il perlchè…. ;-) Molte di voi magari questo piatto l’hanno visto in tv o, come me, l’hanno trovato sotto l’albero! Sto parlando del libro di Benedetta Parodi “Benvenuti nella mia cucina” ; ok, sono d’accordo, non stiamo parlando della scienza in cucina e dell’arte di mangiar bene dell’Artusi, però per la cucina di tutti i giorni e per un donnino come me (e tantissime altre) che hanno sempre poco tempo a disposizione, questo libro va sempre bene! E poi me l’ha regalato la mia “sister”, amica, nonché nipote Denise, quindi per me è e rimarrà un regalo speciale! Ma torniamo a noi. Come vedete questa è la terza ricetta con zenzero... Madre Superiora, ne ho comprato troppo, non so più come cucinarlo! Fortunatamente ne ho ancora mezza radice poi basta, stop, chiuso, capitolo zenzero: FINISH!!!! Nel salato, e usato a piccole dosi, mi piace sempre più che non nel dolce, questo è un dato di fatto FOR ME

DOLCE CON MELE E SEMI DI PAPAVERO

DOLCE CON MELE E SEMI DI PAPAVERO
Cosa c’è di meglio che iniziare l’anno nuovo in tutta dolcezza?!?! Di certo, dopo i bagordi di natale e capodanno, qualche giorno di dieta non guasterebbe, ma io non ce la faccio; sono a casa in completo relax col mio topolino, una bella fetta di torta tipida per merenda ci sta proprio! E poi ci sono quelle 4 mele che dal cestino mi strizzano continuamente l’occhio, minacciando guerra se non le mangio subito… accontentiamole! ;-D Ho trovato questa fantastica ricetta sul blog lillyinthekitchen e quando, leggendo gli ingredienti, non ho trovato né burro né olio mi sono subito incuriosita. All’inizio ho pensato che si fosse sbagliata, io non ho mai cucinato nessuna torta senza grassi, ma poi, assaggiandola…mhmhmhmh, non potete capire se non l’assaggiate! Vi riporto qui sotto la ricetta con le mie modifiche (io sono andata parecchio “ad occhio”!): Ah, dimenticavo… i semi di papavero sono della mia food-amicissima Libera !!!!! ;-) 4 uova 300 gr di mele grattugiate (io ne

SPAGHETTI CON CARCIOFI E GAMBERI

SPAGHETTI CON CARCIOFI E GAMBERI
I carciofi non mi hanno mai fatto impazzire, poi, dall’anno scorso, qualcosa dev’essere cambiato nel mio palato… ora li adoro! Ci sono infinite ricette che impiegano questo ortaggio, ma cucinato così, come mi ha insegnato la Gianna, non ce n’é! Io ho pulito bene 2 carciofi, privandoli della paglietta e delle prime foglie, li ho tagliati a tocchetti e li ho fatti rosolare in una padella con olio e uno scalogno tritato finemente. Si lasciano cuocere per una ventina di minuti poi si aggiungono i gamberi (io li ho pelati precedentemente, perché se no il mio carciofino non li mangia e li fa pelare da me…), si sfuma il tutto con un po’ di vino bianco secco e si lascia cuocere per altri 5 minuti. Salare, pepare e aggiungere la pasta al dente. Far insaporire e servire con una spolverata di prezzemolo fresco tritato.

MUFFIN AL TONNO, ARANCIA E ZENZERO

MUFFIN AL TONNO, ARANCIA E ZENZERO
Questo è uno dei mille antipastini preparati per il cenone di Capodanno, passato meravigliosamente in compagnia di gente stupenda: Paola, Fede, Luca, Tamara, Francesco, Doli e ovviamente io con il mio amore! Quanto ci siamo divertiti!!!! La ricetta di questi mini cake l’ho trovata sul blog “Mon Petit Bistrot” ; mi sono innamorata subito della foto, poi è venuto il resto. Cercavo in rete qualche idea originale e sfiziosa da preparare come finger-food e segnaposto, che nello stesso tempo richiedesse l’uso dello zenzero (dal momento in cui dovevo farlo fuori….); quando mi sono apparsi davanti ho pensato “Eccoli, sono loro!”, e così è stato! Per la ricetta vi rimando direttamente al blog di Claudia , così, per chi non lo conoscesse, s'illumina un po’ gli occhietti! Io non ho cambiato una virgola se non la quantità del tonno (per me 180 gr di tonno al naturale).  

Involtini di lonza ripieni di verdure

Involtini di lonza ripieni di verdure
Questo piatto l’ho copiato dalla mia mammina che, quando ero in casa, me lo preparava spesso accompagnato dal purè di patate…. Che bei ricordi… e che fame!!! Riporto di seguito la ricetta: 6 fettine di lonza 6 fettine di mortadella (o speck o pancetta affumicata) 3 carote 3 gambe di sedano 1 cipolla salsa di pomodoro vino bianco secco q.b. olio extra vergine di oliva sale e pepe Pulite le carote e il sedano, tagliatene a bastoncini una piccola parte (serviranno come ripieno agli involtini) e a tocchettini il resto insieme alla cipolla. Poi prepariamo gli involtini: battete bene le fettine di lonza, adagiatevi sopra una fettina di mortadella e qualche bastoncino di carota e sedano, chiudete l’involtino, avvolgendolo su se stesso, aiutandovi con uno o due stuzzicadenti o, se preferite, con dello spago da cucina. In una larga padella fate scaldare qualche cucchiaio d’olio, mettete gli involtini, fateli rosolare bene da tutti i lati, sfumate con del vino bianco, aggiungete i tocch

TORTA ALL’ARANCIA E SEMI DI PAPAVERO

TORTA ALL’ARANCIA E SEMI DI PAPAVERO
Come già promesso tempo fa, ogni volta che preparo qualche ricetta che contiene i semi di papavero, ti devo ringraziare e ricordare per la tua infinita dolcezza e generosità… si, si, si, sto parlando proprio di te cara Libera ! Sei arrossita?!?! Beh, ti dò anche un bacetto sulla fronte! ;-D La ricetta di questa meravigliosa (non per la foto ma per la bontà) torta, l’ho trovata sul blog nellacucinadiely , e vi rimando a lei per gli ingredienti ed il procedimento, in quanto non ho cambiato nemmeno una virgola! L’abbiamo mangiata insieme alla famiglia di Ale la sera di Natale (giusto giusto perchè non eravamo abbastanza sazi dal pranzo di mezzogiorno….ahahahah) e penso di riproporla molto presto!

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli