lunedì 29 agosto 2016

Latte di mandorle home-made


Era da tanto che volevo provare a farlo in casa, ma chissà perchè, credevo fosse difficile, invece mi sbagliavo! Niente di più facile al mondo! Infatti la preparazione del superlatte vegetale richiede un quantitativo di energie davvero minimo, quasi pari a zero.
Fatto in casa e bevuto freschissimo ha tutto un altro sapore rispetto a quelli comprati in negozio.
La ricetta?


Acquista le mandorle già pelate oppure, per risparmiare qualche soldino, usa quelle con la pellicina (per toglierla ti bastera immergerle in acqua bollente per pochi minuti e pelarle).
Mi raccomando NON TOSTARLE perchè rischieresti di compromettere il risultato.
Fai ammollare le mandorle in una quantità d'acqua (o tè se preferisci) pari a tre volte il suo volume per tutta la notte.
Dolcifica con due cucchiai di miele (per me Mielbio Rigoni di Asiago) e frulla il tutto (io ho utilizzato un comunissimo frullatore a immersione).
Filtra con un colino a maglie strette o con una garza di lino il nettare et voilà!
Dissetante e benefico, ricco di acidi grassi omega 3 e 6.
E non è tutto.
Le mandorle che rimarranno nel colino non vanno assolutamente buttate! Io non faccio testo perchè, amante come sono di questo frutto, le ho mangiate al cucchiaio. Ma se condite questo impasto con olio e un pizzico di sale e pepe, spalmato sui crackers o crostini, diventa un ottimo "formaggio" vegano! Potete poi aromatizzarlo con erba cipollina oppure origano fresco.



4 commenti:

  1. ADORO QUESTA RICETTA,COMPLIMENTI!

    RispondiElimina
  2. Una ricetta veloce e salutare e immagino che le mandorle rimaste dopo averli spremute bene vanno molto bene anche per usarli in un dolcetto, dandoli un buon gusto !

    RispondiElimina
  3. Adoro il latte di mandorla e ti ringrazio tantissimo per aver condiviso questa splendida ricetta,da replicare sicuramente e quanto prima:))).
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  4. In Calabria per realizzare il latte di mandorla homemade esiste la pasta di mandorle già fatta che basta farla sciogliere nell'acqua.

    Ma il tuo metodo mi sembra proprio intelligente!
    Un saluto
    Angelica

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...