venerdì 24 febbraio 2017

L'ABC della merenda


Sono mamma da soli 5 anni, e come tutte ho a cuore la salute e il benessere di mia figlia. Mi assicuro che prima di uscire di casa sia ben coperta, che abbia dormito bene, che sia sazia a sufficienza, che pratichi sport, che giochi e si diverta. Potrei continuare credo all'infinito. La cosa che più mi sta a cuore (oltre al fatto che sia felice, ovviamente) è la nutrizione. Per me in particolare è sempre stata un tasto dolente. Io stessa, fin da piccola, ho sempre dato scarsa importanza al cibo. Ne bastava poco, il minimo indispensabile, per darmi energia. Sarà per questo che ora amo così tanto cucinare? Per la carenza avuta in passato? Eppure ricordo che mia madre cucinava e cucinava, e anche bene. Devo a lei tutto quello che ho imparato. Lo stesso problema lo riscontro con mia figlia. Per questo miro a cibi non troppo elaborati, ma gustosi, che la stimolino e la incuriosiscano. Soprattutto se si tratta di mini pasti (dato il suo scarso interesse), come la colazione o la merenda.
Soprattutto quest'ultima è spesso un pasto che si trascura, perché facilmente sostituibile con qualche snack confezionato. Invece anche lo spuntino a scuola deve essere equilibrato, perché i piccoli bambini abbiano le energie necessarie a proseguire le ore di lezione senza arrivare all’ora di pranzo affamati come leoncini. Inoltre dovrebbe essere nutriente per placare la fame, ma facilmente digeribile per non appesantire.
Purtroppo, se noi mamme lavoriamo tutto il giorno, non sempre riesce facile la preparazione di una merenda completa e equilibrata.
Per fortuna a salvarci ci ha pensato Parmareggio che ha studiato la merenda perfetta per i bambini e per noi mamme, poichè ricca di vitamina A e C, calcio e carboidrati, necessari per sostenere le attività di studio, gioco e sport in modo naturale e senza appensantire. L'ABC della merenda è un pratico KIT in cui si trovano riunite 3 componenti essenziali per un fuoripasto gustoso e nutriente, ed è disponibile in 4 diverse combinazioni con: un prodotto a base di Parmigiano Reggiano (Parmareggio Snack, Formaggini Parmareggio o Parmareggio Snack Bio), grissini o frutta secca e un frullato 100% frutta. Inoltre L'ABC della merenda può stare fino a 4 ore fuori dal frigorifero e risulta pertanto ideale per essere tranquillamente portata in borsa o nello zaino dei bambini come spuntino di metà mattina o merenda pomeridiana, ovunque: a scuola, al parco o durante le attività sportive. È possibile trovare l'ABC della merenda in tutti i supermercati, nel reparto merende/dessert per bambini del banco frigo.
Per approfondire le caratteristiche dell'ABC della merenda: http://l12.eu/parmareggio-1332-au/07ZU5HM31KRZNJVXB6UW
Ma non è finita qui! Parmareggio, sempre attenta ai piccoli consumatori, ha predisposto sul proprio sito una sezione tutta dedicata ai bambini, completa di giochi, fumetti, papertoys, suonerie e tante altre divertenti e interessanti attività, tra cui la possibilità di scaricare giochi da tavolo legati alla promozione "A spasso nel Temporeggio” e un concorso "Canta con Parmareggio" dove i piccoli artisti possono diventare protagonisti cantando L'ABC della merenda Rap (scade il 28/2).

Buzzoole


giovedì 23 febbraio 2017

Graffe Napoletane


Che Carnevale è senza fritto? Vedo tante ricettine buone buone di dolci fatti al forno, ma suvvia, per una volta friggiamo!!! E che Carnevale è senza tutti quei dolci fritti che lo contraddistinguono?! Le Graffe napoletane sono uno di questi. La ricetta originale pare sia quella con le patate, che donano morbidezza alla ciambella. Io ho provato questa versione trovata su una vecchia rivista, e devo dire che è piaciuta molto, ma va consumata il giorno stesso.

Tovaglietta Green Gate

420 g di farina40 g di burro
80 ml di latte
4 uova
15 g di lievito di birra
100 g di zucchero
1 limone biologico BioExpress
olio di arachidi per friggere

Fate intiepidire il latte e tenetelo da parte.
Versate 400 g di farina nella ciotola, sbriciolatevi sopra il lievito di birra, unite 10 g di zucchero, il burro ammorbidito a temperatura ambiente, la scorza del limone grattugiata e le uova sbattute. Impastate aggiungendo il latte a filo e lavorate gli ingredienti per 15'.
Quando l'impasto diventa liscio e omogeneo, spolverizzate con la farina restante, copritelo e fatelo lievitare in un luogo tiepido per circa 1 ora, fino a quando non raddoppia il volume.
Riprendete la pasta, lavoratela brevemente, tagliatela in 6 parti e formate altrettanti panetti arrotondati; con gli indici infarinati, praticate un foro al centro di ogni panetto e allargatelo fino a formare una ciambella. Fate lievitare ancora per 30'.
In una padella fonda, fate scaldare l'olio di arachidi, immergetevi le graffe una alla volta e cuocete rigirandole un paio di volte finchè risultano gonfie e dorate.
Scolatele, cospargetele di zucchero a velo e servite.


Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...