sabato 18 aprile 2015

Gnocchi di zucca su fonduta di Fior di Mugello

Dopo una settimana estenuante, sotto tutti i punti di vista, finalmente mi concedo un po' di relax. Sveglia alle 7 (nonostante Iris sia rimasta a dormire dai nonni), alle 8,30 inforno la prima torta per il pranzo di domani da Fede. Intanto preparo l'impasto per il pane e per la pizza. Mentre lievitano stendo i panni, finisco le varie faccende domestiche, vado in biblioteca, preparo il pranzo e alle 13 esco a prendere un po' di sole. Mi sdraio sul lettino e assaporo la pace e tranquillità del mio giardino. Si sentono gli uccellini cinguettare, qualche vicino starnutire, due vespe ronzare. Nient'altro. Sono spalmata da mezz'ora e già mi sento rigenerata! Pronta per infornare la prima teglia di panini...e si riparte.

Ingredienti per gli gnocchi di zucca:

1 kg di zucca con la buccia (possibilmente verde)
150 g di farina
150 g di semolino di riso
1 cucchiaio di grana grattugiato
1 uovo

Pulite la zucca da semi e filamenti, privatela della buccia e tagliatela a pezzi piccoli. Cuocetela in forno, avvolta da carta stagnola, a 200°C per circa 40 minuti o comunque fino a che non risulterà tenera.
Lasciatela intiepidire poi passatela al passaverdure, quindi mettete il composto in una casseruola a fuoco basso e mescolate finchè non risulterà ben asciutto.
Unite l'uovo intero e le farine e impastate con le mani. Aggiungete il grana (questo me l'ha insegnato la mia mamma) fino ad ottenere un composto consistente.
Lavorate l'impasto sulla spianatoia infarinata formando dei cilindri grossi come un dito medio e tagliateli a cilindretti di circa 2 cm.
Cuoceteli in acqua bollente salata e scolateli man mano che verranno a galla.

Ingredienti per la fonduta di Fior di Mugello:

200 ml di latte
1 cucchiaino di amido di mais
200 g di Fior di Mugello
sale e pepe qb

In un pentolino antiaderente fate scaldare il latte con l'amido, continuando a mescolare usando una frusta. Quando si sarà addensato abbassate la fiamma e aggiungete il Fior di Mugello tagliato a pezzettini. Continuate a mescolare aggiustando di sale e pepe.

Per l'impiattamento, disponete una cucchiaiata di fonduta sul fondo del piatto, adagiatevi sopra gli gnocchi sparsi qua e là. Spolverizzate con semi di papavero (a piacere) e decorate con fiori di rosmarino.
Il gusto saporito della fonduta a base di Fior di Mugello, ben si sposa con la dolcezza degli gnocchi di zucca.


Con questa ricetta partecipo al contest Latti da mangiare

venerdì 17 aprile 2015

Brownies allo yogurt greco


A volte, anzi a dirla tutta spesso, ti guardo di nascosto. Ti fisso per l'esattezza, e rimango incantata. Mi domando come ho fatto. Sei proprio uscita dal mio corpo? Io che mi considero un'eterna incapace, io che faccio sempre fatica a dirmi brava, questa volta non posso proprio negarmelo. Vedo quel dolce profilino dove un nasino all'insù ti rende ancor più bella. Due occhioni che fissano, anzi, sfidano il mondo, incorniciano il tuo bel faccino. Quelle paroline che fanno così fatica a uscir dalla tua bocca, per me sono musica. Io ti capisco, io traduco agli altri ciò che tu vorresti dire. Le parole sono come mattoncini di Lego. Vanno messe una vicino all'altra, oppure incastrate, per formare una frase. Vedrai che riuscirai a fare anche quello mio piccolo fiorellino. Io intanto continuo a guardarti e a dirmi che sono proprio stata brava...

Ingredienti
260 g di yogurt greco
140 g di farina 00
140 g di zucchero
90 g di cacao amaro in polvere
130 ml di latte intero
50 g di cioccolato fondente (opzionale)
½ cucchiaino di lievito in polvere
2 uova
essenza di vaniglia q.b.
zucchero a velo q.b.
un pizzico di sale

Procedimento
In una ciotola capiente mischiare la farina, lo zucchero, il sale, il cacao ed il lievito. A parte sbattere le uova ed aggiungere lo yogurt greco, l’essenza di vaniglia ed il latte. Unire il cioccolato fondente spezzettato. Unire gli ingredienti umidi a quello asciutti e mescolare velocemente per amalgamare il tutto. Versare il composto in uno stampo rettangolare foderato di carta forno e cuocere a 180° per 20-25 minuti, finché l’impasto non sarà ben cotto fuori ma ancora umido all’interno. Far raffreddare, quindi tagliare a quadrotti e spolverizzare di zucchero a velo.

La ricetta l'ho trovata sul simpatico blog A little place to rest.


Related Posts with Thumbnails