mercoledì 27 luglio 2016

Panzanella finger food in guscio di pane croccante


La Panzanella è conosciuta con svariati nomi: pansanella, panmolle, panmòllo e tutti stanno a indicare un piatto povero e del riciclo, dove si recupera pane raffermo.
E' di origine toscana, diffusa poi nelle Marche e Lazio.
La ricetta originale prevede il pane tipico toscano senza sale, conosciuto anche come pane "sciocco".
In Umbria, Lazio e Marche le fette di pane vengono bagnate ma non spezzettate e gli ingredienti sono disposti direttamente sopra le fette, come una bruschetta.
Io vi propongo una versione finger food, dove la panzanella è servita all'interno di scrigni di pane croccante.

Ingredienti per 4 persone:
4 fette di pancarrè senza crosta
3 fette di pane tipo toscano raffermo
1 cetriolo biologico BioExpress
2 cipollotti rossi
400 g di pomodorini datterini BioExpress
Basilico qb
Aceto qb
Olio extra vergine di oliva qb

Con un mattarello appiattite le fette di pane e con l'aiuto di un coppapasta rotondo ricavate 8 cerchi.



Disponeteli all'interno di una teglia per muffin e infornate a 180°C per 15-20' o comunque fino a che non diventa dorato e croccante.
Lavate e pelate il cetriolo, quindi tagliatelo a fettine.
Sbucciate i cipollotti e tagliateli a fettine sottili, poi metteteli in ammollo in una ciotola con acqua e aceto, per addolcirne il sapore.
Lavate e riducete infine i pomodorini a tocchetti.
Scolate i cipollotti e disponeteli in un'insalatiera, unite il cetriolo e i pomodori quindi condite con olio e aceto. Regolate di sale, profumate con qualche foglia di basilico e mescolate.
Bagnate le fette di pane toscano raffermo con acqua fresca, strizzatele, eliminate la crosta e sbriciolatele grossolanamente. Trasferite il tutto nell'insalatiera insieme alle verdure.
Riponete in frigorifero per almeno 20 minuti.
Mettetela nei cestini di pane poco prima di servirla, così da non farli ammorbidire troppo.

Per questa ricetta ho ridotto le quantità di pane raffermo per via della presenza dei cestini di pane.
Se non avete tempo e voglia di farli, raddoppiate la dose di pane raffermo.


martedì 26 luglio 2016

Forno a microonde multifunzione Severin MW 9722 #loveseverin


Buongiorno a tutti, oggi parliamo di un alleato per la nostra cucina: il forno a microonde. Si tratta di un vero e proprio aiuto nelle preparazioni cilinarie e non solo.
In molti usano il microonde solo per scaldare i cibi, il latte per la colazione oppure scongelare qualche alimento all’ultimo minuto. Invece si può utilizzare questo elettrodomestico per tantissime altre cose.
Per il progetto #loveseverin ho avuto modo di testate per voi il forno a microonde di ultima generazione Severin multifunzione MW 9722, con il quale è possibile creare qualsiasi ricetta e non solo.
Ma facciamo qualche pratico esempio. 




Lievitare

 
Il forno a microonde è un’ottima camera di lievitazione: se vi piace impastare e fare in casa pane o pizza, mettete l’impasto a lievitare in una ciotola di plastica o altro materiale adatto al microonde, coprite con l’apposito coperchio e infornate a media potenza per una decina di minuti. Spegnete e lasciate l’impasto dentro il forno fino al termine della lievitazione, che in questo modo avverrà in metà tempo.

Essicare o Tostare

 
Se avete piante aromatiche come alloro, salvia o rosmarino, e volete fare scorta per l’inverno, provate a essiccare le foglie nel forno a microonde: mettetele direttamente sul piatto del forno per 5 o 6 minuti ad una potenza bassa e conservatele poi in barattoli di vetro.
Il microonde è utilissimo anche per tostare la frutta secca, soprattutto quando la quantità è ridotta e non conviene accendere il forno tradizionale. Non so a voi, ma a me capita spessissimo! Basta mettere nel piatto le mandorle o le nocciole che dovete tostare, ed infornate alla massima potenza per 3-4 minuti al massimo.
 

Sterilizzare 
 
Con il microonde è possibile sterilizzare alcuni contenitori di vetro: dai barattoli per le marmellate e le conserve fino ai biberon e ai piatti che si utilizzano per le pappe dei bambini piccoli. Quando Piccola Peste era piccina, questo sistema di sterilizzazione veloce, semplice e pratico è stato per me una manna dal cielo.

Si possono disinfettare anche tutti gli oggetti in plastica che lo richiedano: la ciotola del cane, un tagliere utilizzato per la carne, il ciuccio del vostro piccolo... è sufficiente lavare bene i barattoli o gli oggetti da sterilizzare e metteteli nel microonde ancora bagnati per un minuto alla massima potenza.
Sempre per quanto riguarda il potere sterilizzante del forno a microonde, funziona splendidamente anche per le spugne dei piatti: basta mettere le spugne bagnate nel microonde alla massima potenza per due minuti, e lasciatele freddare prima di riutilizzarle.

Trucchi della Nonna

Se avete comprato delle arance o altro agrume da spremere che però non rendono molto succo, provate a passarle per pochi istanti nel forno a microonde a media temperatura: riuscirete ad ottenere molto più succo.

Se vi piace la schiuma di latte sul cappuccino e non avete l’apparecchio apposito, utilizzate il microonde per farla in meno di un minuto: mettete la quantità di latte che vi serve in un barattolo con coperchio (utilizzando un contenitore adatto), senza superare la metà della capienza, chiudete, agitate per 30 secondi, mettete nel microonde ed attivatelo ad alta potenza per 20 secondi: la schiuma riempirà il barattolo fino al coperchio mentre il latte si scalderà fino alla giusta temperatura.

Se avete dimenticato una scatola di zucchero di canna nella dispensa e si è solidificato in un blocco unico, per ammorbidirlo mettetelo in una ciotola aggiungendo 2-3 gocce di acqua, ed azionate il microonde a media temperatura per alcuni secondi.

Ma torniamo al nostro forno a microonde multifunzione Severin: è possibile utilizzarlo come un forno tradizionale ventilato, come grill o anche combinando le due funzioni in base alle ricette, ma non solo, potete preparare golosi dolci come crostate e torte, donando loro una bella doratura e non un dolce pallidino come nei vecchi forni a microonde.

Troverete i programmi preimpostati per la cottura automatica come ad esempio pizza, pasta, dolci, carne, selezionando semplicemente la manopola centrale e stabilendo i tempi per la cottura.

Il Severin multifunzione MW 9722 è dotato inoltre di 2 griglie per cuocere due cibi contemporaneamente.


Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...