CROCCHETTE “GELATO” di patate saporite



Spero di non avervi ingannato col nome della ricetta…crocchette “gelato” non perché sono fredde gelate di freezer (anche perché, va bene che per essere in autunno fa ancora calduccio, ma proporvi del gelato ora mi sembra un po’ fuori luogo…) ma semplicemente per come le si mangiano, proprio come un gelato, tipo Mottarello per intenderci. Lo stecco facilita l’uso ed il consumo! Essendo uno street-food, ossia cibo da passeggio, che si mangia mentre si cammina, cosa c’è di più comodo e pratico di un gelato?! E allora eccovi le mie crocchettine…


Ingredienti per 4 persone:


2 grosse patate vecchie a pasta gialla

40 g di salame

un pizzico di peperoncino

4 belle strisce di Le Gruyère - Formaggi dalla Svizzera

100 g di spinaci freschi mondati

2 uova

1 cucchiaio di Sbrinz - Formaggi dalla Svizzera grattugiato

pangrattato

olio extra vergine di oliva

olio di semi di arachidi per friggere

sale e pepe




Cuocete le patate con la buccia in acqua fredda per circa 40’, spella tele e schiacciatele ancora calde in una terrina. Incorporatevi il salame tritato finemente, il peperoncino, lo Sbrinz grattugiato, un uovo sbattuto e aggiustate di sale e pepe. Impastate bene il tutto e lasciate raffreddare. Fate appassire per meno di 1’ gli spinaci in una padella con 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva, poi allargateli su un vassoio e fateli raffreddare. Su di un piatto, appiattite una manciata di composto di patate – cercando di dargli una forma rettangolare all’altezza di circa 1 cm - distribuitevi sopra un po’ di spinaci, completate con la striscia di Le Gruyère e richiudete bene il tutto, dandogli la forma di una crocchetta. Continuate fino a terminare gli ingredienti. Sbattete l’uovo rimasto con il sale e con il pepe e passatevi le crocchette. Rigiratele poi nel pangrattato e friggetele in abbondante olio di semi di arachide fino a farle dorare. Scolate le crocchette su carta assorbente e terminate la cottura in forno a 200°C per 10’ circa. Infilate in ognuna uno stecco di legno e servitele ben calde. 



12 commenti

Meggy
Anche se fossero di gelato "vero" a me piacerebbero ugualmente, sono carinissime ed assolutamente squisite!Che bell'idea!baci e buona settimana <3
Ileana Pavone
Che belle le crocchette sullo stecco! Sono davvero appetitose ^_^
Erica Di Paolo
Spettacolo!!!! Idea veramente creativa, mi piace!! Brava, davvero brava! ^_*
Roberta
Effettivamente il nome inganna...ma poi si capisce subito la bontà che hai saputo creare!!!! Bravissima!!! :))))
la cucina della Pallina
sono davvero carini e appetitosi questi stecchi!
Giuliana Manca
Un'idea geniale, stupende anche per una festa di bambini!!!!!
Giulietta | Alterkitchen
Mi piacciono queste crocchette a ghiacciolo.. belline e, naturalmente, buonissime!
Tamtam
che belle Chiara, sono stupende, originali, un caro abbraccio
Silvia M
Un perfetto street food comodo e godurioso! Bella idea.
Baci!
Cinzia Tamburo
Che bello questo modo di presentare le crocchette!
Giulia Possanzini
buone kiara!!! complimenti e in bocca al lupo!
Annalisa Sandri
hai avuto una bellissima idea! sono magnifiche!!! como mangiarsele cosi!!!

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli