Fusilli con fiori e pesto di zucchine




Per chi ha la fortuna di avere un orto e la pazienza di curarlo, questo è il periodo ideale per goderne appieno il risultato. Io non possiedo nè la fortuna nè tantomeno la pazienza, ma ne godo i frutti (anzi, le verdure) attraverso il lavoro di mio padre, ultraottantenne. Ogni giorno torno a casa con borse colme di insalata, pomodori, peperoni, melanzane e zucchine. Il profumo di queste verdure appena colte è strepitoso! Nemmeno lontanamente paragonabile a quello che si trova nei supermercati. E allora via libera alla fantasia in cucina. Ecco il piatto che vi propongo per la cena...


Ingredienti Ricetta per 2 persone: 

200 g di fusilli Grano Armando 

2 zucchine
 bianche
8 fiori di zucchina

2 filetti di acciughe sott'olio

una manciata di mandorle pelate e tostate
2 cucchiai di parmigiano reggiano

olio extra vergine di oliva

sale
mandorle a lamelle tostate per decorare

Per prima cosa tagliate le zucchine a dadini e saltatene in padella circa un terzo, con un cucchiaio di olio, aggiustate di sale e cucinate per circa 10 minuti.
Lavate delicatamente i fiori di zucchina, eliminate il pistillo centrale e tagliateli a striscioline. Fate rosolare in una padella antiaderente due filetti d'acciuga con un filo d'olio extra vergine di oliva, aspettate che si sfaldino quindi aggiungete le striscioline dei fiori di zucchina. Fate cuocere per qualche minuto.
Ora prepariamo il pesto di zucchine: inserite in un mixer i dadini di zucchina rimasti (quindi a crudo), 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva, una manciata di mandorle precedentemente spellate e tostate e due cucchiai di parmigiano reggiano; frullate il tutto fino a ottenere una crema. Se necessario aggiungere altro olio.
Lessate la pasta, scolatela al dente e versatela nella padella saltapasta, versate il pesto di zucchine che avete preparato, amalgamate bene. In ultimo unite alla pasta le zucchine a dadini cotte e i fiori di zucchina a striscioline. Decorate con lamelle di mandorle tostate.

4 commenti

consuelo tognetti
So bene cosa significa avere la fortuna di disporre di questi prodotti della terra nati dall'amore e dalla cura dei nostri cari ^_^ Stasera siamo in piena sintonia :-)
Questo piatto è strepitoso, complimenti!
andreea manoliu
Beata te che hai tuo padre vicino e li puoi godere, i miei abitano troppo lontano e non posso esserli di aiuto almeno quando non si sentono bene. Del resto delle verdure mi passa una mia amica che suo marito essendo che è in pensione, fa l'orto nelle terre del figlio sposato e so che c'è tanta differenza tra quelle comprate e quelle che si comperano. Questo primo piatto è semplice e gustoso, sano e giusto di stagione ! Felice giornata !
conunpocodizucchero Elena
io anche attingo dall'orto di papà, ma devo dire che siccome è enorme, adesso che loro sno in ferie e ci devo badare io da sola, sto impazzendo!
Però, certo, che zucchine...e che pomdori e che melanzane!!! :)
Mi prendo qst tua pasta con leggerezza e un sorriso sano e naturale! un bacione
Mila
I prodotti diretti dell'orto hanno profumi e gusti diversi da quelli comperi. Molto bella la tua ricetta

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli