Torta di datteri alla tunisina


Ciao a tutti amici e buone feste ancora! Le avete trascorse bene? Mi auguro di sì! Io le ho passate insieme alla mia famiglia e saperci tutti uniti è sempre il regalo più bello e desiderato.
Tra le mille portate mangiate, magari non avrete voglia di leggere questa ricetta. Ma io ve la lascio ugualmente, magari da proporre a capodanno o alla befana. Si tratta di una torta di origini tunisine che vede come protagonista il dattero. Lo sapevate che questo frutto possiede innumerevoli proprietà benefiche? I datteri, infatti, sono ricchi di ferro, vitamine e sali minerali. Contengono zuccheri naturali che li rendono adatti per dolcificare alimenti e bevande. Il consumo regolare di datteri inoltre può contribuire ad abbassare il colesterolo. Ciliegina sulla torta, sono un vero e proprio antinfiammatorio naturale adatto in caso di raffreddore e irritazioni alle vie respiratorie. 
E allora via libera alla preparazione del dolce!


Ingredienti:
250 g di datteri freschi BioExpress
1 cucchiaio di miele di fiori di arancio biologico Mielbio Rigoni di Asiago
4 uova
30 g fecola di patate
100 g di mandorle pelata
100 g di gherigli di noce BioExpress
80 g zucchero a velo
60 g  burro
i semi di una baccello di vaniglia
1 cucchiaio di succo di arancia BioExpress

Per la glassa:
1 albume
1 cucchiaio di succo spremuto di limone BioExpress
200 g di zucchero a velo

Per decorare:
15 datteri interi freschi BioExpress
Zuccherini argentati

Eliminate il nocciolo dei datteri freschi e tritate la polpa. 
Tritate finemente anche i gherigli di noci e le mandorle. 
Amalgamate il trito di datteri e frutta secca con il miele, 80 g di zucchero a velo e il burro fuso. Sgusciate le 4 uova e separate i tuorli dagli albumi.
Lavorate i tuorli in una ciotola fino a farli divenire chiari e spumosi (aiutatevi con delle fruste elettriche per circa 5 minuti). Aggiungete i semi di vaniglia e il succo d’arancia, unite poi la fecola e il composto di datteri e frutta secca. 
Montate gli albumi a neve ben ferma e incorporateli all’impasto.
Versate il tutto in uno stampo del diametro di 24 cm dal fondo rimovibile, ben imburrato, e livellate con il dorso di un cucchiaio inumidito.
Infornate a 220°C per 20 minuti. Abbassate la temperatura del forno a 200° e proseguite la cottura per altri 15 minuti. Sfornate la torta su una gratella e fatela raffreddare.

Intanto, preparate la glassa: mescolate con una frusta 200 g di zucchero a velo con il succo di limone e l'albume, creando una crema omogenea. Incidete in senso verticale i datteri interi, eliminate il nocciolo e ricomponeteli. 
Sformate la torta di datteri, fatela intiepidire e copritela bene con la glassa. Decoratela con i datteri interi denocciolati, disponendoli a raggiera lungo il bordo, prima che la glassa si sia solidificata.
Completate con gli zuccherini argentati.

Un'altra golosa e facile ricetta a base di datteri freschi la trovate qui.



1 commento

Tomaso
Cara Chiara, lo sai guardando le foto, non ci resisto, e già mi sto leccando le labbra.
Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli