Saltimbocca di taccole


Oggi una delizia in baccello, i Saltimbocca di Taccole, ricetta trovata sul numero di giugno di GialloZafferano. E' stata una vera e propria rivelazione.

Ricetta per 4 persone:

Lessate circa 40 taccole (per me sempre BioExpress), scolatele e passatele sotto l'acqua fredda. Le taccole necessitano di una cottura breve (massimo 10 minuti).
Disponete su ciascuna taccola una strisciolina di prosciutto crudo (io ho usato il prosciutto cotto nella speranza (vana) che mia figlia le assaggiasse...) e una fogliolina di salvia e fissatele con uno stecchino ciascuna.
Rosolate i saltimbocca con una noce di burro e un filo di acqua calda.
Se volete dare maggiore sapore al piatto, potete cospargere i vostri saltimbocca con dell'emmentaler grattugiato, mettere il coperchio per qualche minuto, dando modo al formaggio di sciogliersi.
Salate, pepate e servite subito.

1 commento

Tomaso
Cara Kiara, ti sembrerà strano ma io non ho mai mangiato questa specialità romana, dicono che è buona.
Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli