Parmigiana di bietole


Buongiorno ma, soprattutto, Buon ANNO!!! Spero abbiate passato delle feste serene...
Noi de L'Italia nel Piatto siamo pronte ad accogliervi in questo freddo 2 gennaio con piatti a base di verdure, vegetariani o vegani. Un modo gustoso, ma più leggero, per affrontare il nuovo anno, dopo gli immancabili bagordi delle feste.

Per la Lombardia vi propongo la Parmigiana di bietole, piatto tipico cremasco.
In gergo, si definisce parmigiana o alla parmigiana, un qualunque preparato di verdure già cotte, passate poi in forno con un qualsiasi condimento e formaggio parmigiano.

Al contrario di quanto si potrebbe credere è un piatto di origine napoletana e non emiliana; ma siccome entra nella gastronomia lombarda già dal "Nuovo Cuoco Milanese" del Luraschi (1829, coste alla parmigiana), può vantare una larga diffusione in tutta la regione. Nella corretta dizione cremonese, le biide, costole delle bietole o biete, si mangiavano “cotte e condite con burro e cacio” (Peri, Vocabolario Cremonese-Italiano, 1847).



Ingredienti per 4 porzioni:

500 g di Bietole
150 g di Burro
300 g di Grana Padano Dop grattugiato
100 ml brodo vegetale
Sale qb
Pepe bianco qb

Lavare con cura i gambi (le coste), quindi farli lessare in acqua salata.
Scolarli, ponendoli in un setaccio e, una volta freddi, spremerli, senza spappolarli, per farne uscire i liquidi residui.
Sistemarli a strati in una teglia da forno, condendo ogni strato con burro, formaggio Grana grattugiato e una spruzzata di pepe bianco.
Infornare per 20-25 minuti, avendo cura di bagnare con un po’ di brodo vegetale (o sugo d'arrosto, come prevede la ricetta originale) ogni qualvolta dovessero asciugarsi troppo.

L’utilizzo dei gambi delle bietole presuppone lo scarto delle foglie verdi, che tuttavia è impensabile finissero nell’immondizia, in una società come quella tradizionale abituata a consumare tutto ciò che potesse essere consumato. Così le foglie scartate da preparazioni gastronomiche di maggior momento, finivano nelle farciture per le torte salate, nei minestroni o in gustose minestre di riso (in Lombardia si è sempre preferito la bietola, più delicata, agli spinaci, meno adatti, per il loro sapore intenso alla cucina padana).

La bietola, o bieta da costa, o semplicemente costa, è un ortaggio della famiglia delle Chenopodiacee, cioè delle barbabietole.
Al contrario delle altre varietà della famiglia, di cui si utilizza la radice, della bietola si utilizzano le grandi foglie e i gambi bianchi e carnosi.
Denominate anche erbette (in Emilia), le bietole hanno sapore delicato e solitamente si consumano dopo una breve lessatura, nelle stesse preparazioni usate per i cardi (la bietola è chiamata anche cardonetto).
Le bietole hanno modesto apporto calorico, ma sono ricche in ferro (quasi quanto gli spinaci), in potassio ed in vitamina A, oltre che di fibre facilmente digeribili.




E ora vediamo cos'hanno preparato le altre regioni:

9 commenti

Profumo di Sicilia
Come rendere un ingrediente semplice spettacolare!!!! UN abbraccio e buon anno LA
Un'arbanella di basilico
Mi piace molto questa parmigiana, in alternativa al mio popettone! Buon anno
elena
Ma sai che in dialetto piacentino si chiamano biide, e queste coste così gratinate le conosco bene... sono una bonta!
buon anno!







































































































































































































































































































Natalia
Ecco la dritta che mi serviva: io le coste non le strizzo mai e infatti mi lasciano sempre un po' di acqua di cottura. Grazieee e buon anno a te!!!!
marina riccitelli
Ha un aspetto veramente invitante! ciao Chiara e buon anno nuovo!
SSUK
Delicious and you have nicely put this recipe together. You have put a lot of effort into writing this blog. Will try to cook for my hubby as he is very particular to taste. Also, I noticed that you quite have skills in writing. If you are ok then please visit my web page Fun livin' and let me know where I can improve. Much appreciated!
Elisa- il fior di cappero
Le biete mi piacciono moltissimo, quindi credo proprio che Provero a farle sicuramente anche così!
Ciao,
Elisa
Sabrina
Ero curiosissima di leggere questa ricetta che già solo dal titolo mi allettava non poco!
E l'attesa non ha deluso affatto le mie aspettative, anzi: una ricetta davvero gustosa che replicherò quanto prima!
In ritardo ma tanti auguri di buon anno
Unknown
Amo i piatti della tradizione anche mia nonna nostante sia campana mi faceva spesso la parmigiana di bietole troppo buona
Ti auguro buon anno kiara a presto
Veronica
https://www.essenzadelgusto.com/

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli