lunedì 15 aprile 2013

MADELEINES DI PIERRE HERMÉ

Vi capita mai di ripensare ai tempi passati? A quando eravate delle spensierate ventenni? A me capita spesso...ho la fobìa del tempo che passa, vorrei fermarlo, ma lui scorre inesorabile...quantomeno ci lascia dei bei ricordi! Ogni tanto mi capita di pensare al periodo in cui avevo appena preso la patente. Con le mie amiche si andava in macchina (che i genitori ci lasciavano solo il sabato e la domenica e ad orari ben precisi si doveva rincasare) e ci sembrava di essere padrone del mondo. Ingenue, sfrontate, cantavamo a squarciagola, con il chewing-gum sempre in bocca...bei tempi...i problemi si riducevano al fatto che non si sapeva in che locale andare (tra quelli che offriva la zona intorno a casa, visto gli orari tassativi e inderogabili di rientro) o che ragazzo "puntare"...ora invece la responsabilità incombe ad ogni angolo. Mi ritrovo moglie, mamma, lavoratrice...chi l'avrebbe mai detto? Io che credevo di rimanere single a vita...il veggente che c'è in me ha fatto cilecca un'altra volta, per mia grande fortuna!
Ma ora passiamo alla ricetta, un dolce stavolta, rubacchiato allo splendido blog Le Temps des Cerises. Riporto qui di seguito la sua ricetta, pari pari perchè è spiegata alla perfezione:

100 g di farina
100 g di burro
125 g di zucchero a velo
2 uova
3 g di lievito per dolci
1 limone biologico

In un pentolino portare il burro a fusione e lasciarlo intiepidire. In una ciotola montare le uova con lo sbattitore elettrico ed unire, a poco a poco, lo zucchero a velo, sempre mescolando per non creare grumi fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Setacciare la farina con il lievito ed aggiungerla al composto, sempre con lo sbattitore elettrico azionato; poi versare il burro a filo ed infine la scorza grattugiata del limone. Coprire la ciotola con della pellicola e riporre in frigo per qualche ora (io lo lascio tutta la notte). Infine accendere il forno a 220° e fare riscaldare bene; imburrare gli stampini da madeleines (non è necessario se usate quelli in silicone), versare un po’ di composto appena tolto dal frigo in ciscuna forma (senza esagerare, altrimenti, in fase di cottura, fuoriuscirà dalla sua forma) ed infornare lasciando il forno a 220° per qualche minuto, poi abbasssarlo a 180° per completare la cottura (basteranno una decina di minuti). Fare raffreddare su una griglia e servire con il té.

15 commenti:

  1. perfette e meravigliose, mi sembra di sentirne l'odore complimenti

    RispondiElimina
  2. Perfette queste madeleines!! Buona settimana!

    RispondiElimina
  3. ...oggi ho fatto una considerazione di tutt'altro tipo: mi ha attraversato la strada una signora anziana, un bel portamento, un passo deciso e qualcosa nel volto...l'ho immaginata da ragazza: sfrontata e sicura di sé...il bello del passare degli anni è restare quello che sei fino alla fine...senza paure....sentendosi libere anche a novantanni con tutti i fardelli al seguito! Notte cri

    RispondiElimina
  4. Anche a me a volte capita di ricordare gli anni in cui ero una ragazza spensierata, certo con un po' di nostalgia, ma amo vivere il presente.
    Non mi dispice il tempo che passa, anche perché ogni anno lascia dei ricordi che mi piace custodire (giuro che questa frase non è presa dai Baci Perugina :-D)
    Complimenti per le madeleines, ti sono venute perfette ;-)
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  5. ciao ! =)mmmm sembra buonissima questa ricetta!!!
    ora ho iniziato una rubrica settimanale anche io, se passi a dare un occhiata mi farebbe molto piacere=) e ovviamente sono graditi ogni tipo di suggerimento =) http://www.styleandtrouble.com/2013/04/kitchen-trouble-cheesecake-ai-mirtili.html

    grazie a presto ele

    RispondiElimina
  6. Io sono una ventenne..quindi non nripenso a tempi passati..ma cerco di vivere i miei anni il più serenamente possibile..ce la farò?!

    RispondiElimina
  7. mmmmh deliziose!! un bacio bella miaaaaa! :*

    RispondiElimina
  8. Già il titolo fa figo!! Chissà che bontà :-)

    RispondiElimina
  9. Ti capisco... anche io pensavo di essere invincibile e che avrei potuto fare qualsiasi cosa, che bel periodo. Invece poi ti accorgi che non è così. Mi consolo con le tue madeleines.

    RispondiElimina
  10. a volte sembra davvero che il tempo voli, da quando me ne sono reso conto cerco sempre di vivere al meglio il momento carpe diem!
    ottime le madeleines|

    RispondiElimina
  11. Sì, ricordo di aver avuto vent'anni, ma non di essere mai stata spensierata :o)
    Le madeleines, così piccole e delicate, mi fanno sempre venire in mente le sale da tè parigine e tu ti sei confrontata col mitico Hermé, quindi davvero complimenti.
    Un bacione.

    RispondiElimina
  12. eccome se mi piacerebbe tornare indietro. I ricordi sono tutto in una vita, aiutano a vivere meglio il presente abbracciando il futuro con una di queste madeleine in mano ;)
    Cla

    RispondiElimina
  13. Buone, anche io le ho fatte tempo fa, pensavo di rifarle con qualche variante!

    RispondiElimina
  14. Non pensavo che le madeleines erano cosi semplice di preparare,e con cosi pochi ingredienti,non mi lascio scapare questa ricetta ,mi la sebo adesso.Un abbraccio

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...