venerdì 10 febbraio 2017

Red Velvet Cake, ricetta originale


Gli Stati Uniti, come i loro dessert, sono semplicemente esclusivi, complicati e difficili da classificare. Prendete per esempio una torta come la Red Velvet Cake. Io riuscirei a definirla con una sola parola: esagerata! Sotto tutti i punti di vista. Esagerata nelle dimensioni, esagerata nel sapore fantastico e unico, esagerata (ahimè) nelle calorie! Ma almeno una volta nella vita (ma poi, perché solo una volta?) è necessario provarla.
Realizzarla non è così difficile, basta armarsi di calma. Io l'ho preparata in occasione del 5° compleanno della mia principessa Iris, che tra le altre cose cade proprio oggi: auguri amore mio!
Chiusa la piccola parentesi personale, preparate, se potete, le basi la sera prima. Sarà tutto più semplice.
Per il latticello (o buttermilk), sappiate che è di uso frequente nei dolci americani ma pressoché sconosciuto in Italia. Viene utilizzato perché è un ingrediente acidulo, come lo yogurt, e dona una piacevole nota aspra a dolci e prodotti da forno. Questa acidità aiuta i lieviti ad agire, e ammorbidisce il glutine nell’impasto, donando una consistenza più soffice a torte, pane, biscotti, muffii ecc.
Potete ottenerlo facendo in casa il burro. Trovate il procedimento qui.
Ecco un surrogato del latticello, facile e veloce: mescolate insieme metà dose di yogurt magro con metà dose di latte scremato e un paio di gocce di succo di limone. Lasciate riposare a temperatura ambiente da 5 a 15 minuti prima dell’uso. Per essere più precisi vi faccio un esempio pratico: 250g di latte + 250 g di yogurt + 1 cucchiaino di succo di limone = finto buttermilk!

Per l’impasto:
330 g di farina 00
300 g di zucchero
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di sale
2 cucchiaini di cacao
2 uova (a temperatura ambiente)
330 g di olio di semi
240 g di latticello
3-4 cucchiaini di colorante rosso in gel
1 cucchiaino di aceto bianco

Per la farcia al formaggio (Cream Cheese Frosting):
350 g di formaggio spalmabile
350 g di burro ammorbidito
350 g di zucchero a velo

Per la decorazione io ho usato panna fresca montata e granella di fragole disidratate

Scaldate il forno a 180°C.
Imburrate 2 stampi rotondi dal diametro di 20 cm cad.
Rivestite il fondo di ciascuno con dischi di carta da forno, ottenuti usando la base come sagoma, e imburrate anche questi.
Infarinate il tutto e buttate la farina in eccesso.
In una terrina setacciate la farina, lo zucchero, il bicarbonato, il cacao e il sale (ingredienti secchi) e mettete da parte.
In un’altra ciotola sbattete le uova, il latticello, il colorante alimentare e l’aceto (ingredienti umidi) fino a che non saranno ben amalgamati.
Aggiungete altro colorante, se necessario, per ottenere un impasto dal colore rosso intenso.
Versate il composto della farina e mescolate per amalgamare bene il tutto.
Suddividete l’impasto nei due stampi e infornate per circa 25-30 minuti.
Potete anche usare una sola teglia e tagliare poi in due la torta ottenuta, una volta raffreddata. In questo caso raddoppiate i tempi di cottura e fate sempre la prova stecchino prima di sfornare.
Nel frattempo preparate la farcia, che servirà anche da finitura.
Frullate il formaggio e il burro fino ad amalgamarli, per circa 5 secondi. Unite lo zucchero a velo e frullate per altri 10 secondi.
Quando le torte saranno ben fredde, sistematene una su un piatto da portata e spalmatene la superficie con metà della farcia, distribuendola uniformemente fino ai bordi della torta.
Appoggiatevi sopra l’altro strato di torta e coprite il tutto con la restante farcia.
Per un semplice gusto personale, ho rivestito ulteriormente tutta la superficie con panna fresca montata (circa 200 ml) e decorato con granella di fragole disidratate.


4 commenti:

  1. Il buttermilk lo trovo facilmente negli ipermercati in Piemonte e anche nei negozi bio quindi potrò replicarla 😍 Bellissima

    RispondiElimina
  2. Magnifica da vedere e sicuramente golosissima!!Concordo pienamente con quanto scrivi:una volta ogni tanto uno strappo alla regola si può anche fare,tanto torte così ricche non le mangiamo certamente tutti i giorni ma solo in occasioni speciali;).
    Grazie infinite per la condivisione,i miei migliori complimenti:ti è venuta meravigliosamente bene e non immagini l'acquolina incredibile che mi ha fatto venire!
    Un bacione,buona domenica e tantissimi auguri alla tua piccola:)).
    Rosy

    RispondiElimina
  3. Bella e buona, grazie per la ricetta! :)

    http://blog.giallozafferano.it/dolcisalatidielisabetta/

    http://ilblogdielisabettas.blogspot.it

    RispondiElimina
  4. Grazie di cuore a tutte ragazzuole!!!!

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...