Sbriciolata alla ricotta, amaretti e pere

Sbriciolata alla ricotta, amaretti e pere
Ecco una ricetta che vi conquisterà! Devo ringraziare Giulia Laservida per averla condivisa! La Sbriciolata alla ricotta, amaretti e pere! Ingredienti per una tortiera con stampo a cerniera da 22 cm: Per la sbriciolata: 400 g di farina tipo 00 30 g di farina di mandorle 2 uova intere 155 g di burro morbido 150 g di zucchero semolato 10 g di lievito per dolci 1 cucchiaino di estratto di vaniglia Per la farcitura: Amaretti q.b Fiordifrutta Rigoni di Asiago alle pere 400 g di ricotta di pecora 140 g di zucchero semolato Iniziate la preparazione della Sbriciolata alla ricotta, amaretti e pere lavorando, con una frusta, la ricotta con lo zucchero, inserire quindi l'estratto di vaniglia e tenere in frigo. Per la sbriciolata, lavorate velocemente tutti gli ingredienti ottenendo un composto sbriciolato, quindi foderate con carta forno la tortiera apribile e versate il primo strato di pasta facendo un po' di pressione, idem per i bordi. Riducete in briciole gli amaretti coprendo tutto

Spaghettone, cavolo nero, estratto di pepe nero e pecorino toscano

Spaghettone, cavolo nero, estratto di pepe nero e pecorino toscano
Questo piatto è di Davide Caranchini, cuoco del ristorante Materia a Cernobbio. Cercavo un primo piatto deciso e ricco di gusto e l'ho trovato! Ingredienti per 6 persone  500 g di Spaghettone Pasta Armando 500 g di cavolo nero mondato 250 g di pecorino toscano 200 g di pepe nero in grani 150 g latte sale olio extravergine di oliva Raccogliete il pepe in un contenitore, coprite con acqua fredda e lasciate in frigorifero per 12 ore.  Scolate i grani e passateli all’estrattore, ottenendo così un succo di pepe molto concentrato (in alternativa, potete frullare il pepe con un mestolino di acqua e passare tutto al colino fine foderato di garza). Conservate in frigorifero. Tagliate il pecorino a fette e lasciatele a bagno nel latte per un paio di ore. Trasferite tutto in una pentolino e fate sciogliere a bagnomaria, continuando a mescolare per evitare che si formino grumi. Tenete questa fonduta in caldo. Lavate accuratamente le foglie di cavolo nero e passate anche queste all’estrattore.

Dolce dimenticato

Dolce dimenticato
Sarà che sono particolarmente sensibile alle cose o alle persone dimenticate. Ecco perchè, non appena ho letto di questo dolce, è scattata subito l'empatia. Si tratta di una ricetta di Nigella Lawson. La cosa bella è che, fortunatamente, questa delizia, una volta mangiata, non può più essere dimenticata. Si tratta di una vecchia, vecchissima ricetta pubblicamente riesumata - si presume - dal defunto Richard Sax.  Va pensato come a una specie di pavlova dalla base di marshmallows. In pratica, si sbattono gli albumi come per fare una meringa, poi si adagiano in una teglia lisciandoli e poi si cuociono in forno (che però, attenzione, va spento immediatamente), lasciando lì per tutta la notte. Per questo il termine "dimenticato". E' un dolce adatto ai celiaci. Ingredienti per circa 12 pezzi: 6 albumi ½ cucchiaino di sale 250 g di zucchero semolato ½ cucchiaino di cremor tartaro 1 cucchiaino di aroma di vaniglia burro per ungere la teglia 250 ml di panna fresca 250 g di mi

Torta rovesciata con zucca, peperoni e zenzero

Torta rovesciata con zucca, peperoni e zenzero
La torta rovesciata con zucca e peperoni allo zenzero è una sfiziosa torta salata rovesciata, una ricetta vegetariana semplice da realizzare e dal risultato colorato e gradevole. Preparatela come antipasto o come secondo piatto. Vi sorprenderà! Ingredienti per uno stampo da 20-22 cm: 1 rotolo di pasta sfoglia rotonda 1 piccolo peperone rosso 1 piccolo peperone giallo 200 g di polpa di zucca già mondata zenzero fresco 100 g di provola a fette  20 g di burro 10 g di zucchero di canna olio extravergine di oliva sale La preparazione di questa torta rovesciata con zucca, peperoni e zenzero è piuttosto semplice e veloce. Lavate e asciugate i peperoni, spennellateli con poco olio, disponeteli sulla leccarda del forno rivestita con carta da forno e fateli abbrustolire sotto il grill a 180°C per circa 20'. Rigirateli su ogni lato in modo che abbrustoliscano in maniera uniforme. Una volta freddi, spellateli, puliteli e dividete la polpa in falde. Tagliate la zucca in fette dello spessore di

Parmigiana di bietole

Parmigiana di bietole
Buongiorno ma, soprattutto, Buon ANNO!!! Spero abbiate passato delle feste serene... Noi de L'Italia nel Piatto siamo pronte ad accogliervi in questo freddo 2 gennaio con piatti a base di verdure, vegetariani o vegani. Un modo gustoso, ma più leggero, per affrontare il nuovo anno, dopo gli immancabili bagordi delle feste. Per la Lombardia vi propongo la Parmigiana di bietole, piatto tipico cremasco. In gergo, si definisce parmigiana o alla parmigiana, un qualunque preparato di verdure già cotte, passate poi in forno con un qualsiasi condimento e formaggio parmigiano. Al contrario di quanto si potrebbe credere è un piatto di origine napoletana e non emiliana; ma siccome entra nella gastronomia lombarda già dal "Nuovo Cuoco Milanese" del Luraschi (1829, coste alla parmigiana), può vantare una larga diffusione in tutta la regione. Nella corretta dizione cremonese, le biide, costole delle bietole o biete, si mangiavano “cotte e condite con burro e cacio” (Peri, Vocabolario C

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli