Bugie di plin



E gira che ti rigira, ci ritroviamo un'altra volta nel periodo carnevalesco. Il carnevale è una festa prettamente cattolica, ma le sue origini sono ben più antiche. Basti citare, per esempio, le festività dionisiache greche o i saturnali romani. Durante queste feste si realizzava un temporaneo scioglimento dagli obblighi sociali e dalle gerarchie per lasciar posto al rovesciamento dell'ordine, allo scherzo e anche alla dissolutezza. Da un punto di vista storico e religioso il carnevale rappresentò, dunque, un periodo di festa ma soprattutto di rinnovamento simbolico, durante il quale il caos sostituiva l'ordine costituito. Ed io adoro tutto questo.

Nella mia cucina succede un po' la stessa cosa...non friggo quasi mai, ma, in questi giorni, il forno cede il posto a pentole, fuoco e olio di arachidi.

Eccovi un dolcissimo assaggio....

Ingredienti:


400 g di farina 400 W
60 g di zucchero a velo
30 g di tuorlo (io ho messo un tuorlo, anche se pesa meno, circa 20 g)
85 g di uova intere (io ho messo due uova intere)
6 g di lievito chimico
4 g di sale
10 g di aceto
40 g di latte fresco intero
40 g di burro
7 g di vaniglia bourbon in bacche
scorza di limone grattugiata

Per il ripieno:

150 g di marmellata biologica di albicocche Fiordifritta Rigoni di Asiago
150 g di Nocciolata Rigoni di Asiago
olio di semidi arachide

*Farina forte, sostituibile con farina per lievitati o farina per pizza


Impastate la farina con lo zucchero a velo, le uova e i tuorli sbattuti insieme, il lievito, il sale, l’aceto e il latte. Se utilizzate la planetaria, montate il gancio.

Formate un impasto omogeneo cercando di non lavorarlo troppo, quindi unite il burro ammorbidito poco alla volta e, infine, la vaniglia e la scorza di limone grattugiata.

Formate una palla, avvolgetela nella pellicola per alimenti e mettette a riposare in frigorifero per circa 12 ore.

Trascorso il tempo, stendete la pasta molto sottile (io mi sono aiutata "tirando" la pasta con l'apposita macchina); sul lato rivolto verso di voi, mettete la marmellata di albicocche (o la Nocciolata) a formare un cordone, poi ripiegate la pasta ottenendo così una lunga sigaretta.

Pizzicate il rotolino conil pollice e l’indice (plin in piemontese significa appunto “pizzicotto”) e formate dei raviolini, che andranno poi separati con una rotella dentellata.

Portate abbondante olio di semi a 170 °C e friggete le bugie fino a doratura.

Una volta pronte, scolatele su carta assorbente e servite.

Ricetta tratta da Alice




9 commenti

patatina
fanno proprio festa!! :* buona giornata tesoro!
Dolci a gogo
Queste bugie sono davvero uno spettacolo e che voglia di fritti in questo periodo!!Chiara approfitto di questo commento per invitarti al mio contest"I dolci del cuore""...trovi tutto nel banner pubblicato nel mio blog!!Un bacione,Imma
i5mondi
ce buoni i fritti! e queste bugie,fantastiche!!! bisognerebbe arrivare al carnevale sottopeso!! ma qui .....il peso è sempre troppo!!
baci
Luna Nera Azzurra
Chiaretta bedda!!! Mamma quanto mi piacciono le tue bugie di plin e le foto... parlano da sole!!! Tra l'altro il fatto che si fanno al forno sono un punto mooooolto grosso a loro vantaggio!!! Bravissima come sempre
Kucina di Kiara
Ciao Luna! Bello ritrovarti! Ma in realtà le mie bugie nn sono al forno, ma fritte.... ti sei lasciata ingannare dalla temperatura dell'olio.... :-)))
Luca and Sabrina
Non abbiamo mai fatto tanti dolci di carnevale come quest'anno e se troviamo delle ricette per noi nuove meglio ancora! Queste bugie ripiene sono piccole meraviglie, va da sè che questo fine settimana ce le prepariamo anche noi, troppo golose!
Bacioni da Sabrina&Luca
Ely Valsecchi
Kiaretta sei già in versione carnevale, sei troppo avanti :-) Dai te ne rubo due o tre in attesa di rifarle! Un bacione!
Erica Di Paolo
Bugie di plin.... tu sei spettacolare!!! Scherziamo e divertiamoci a più non posso, non mi tiro certo indietro ^_^
Bravissima Kiara.
Vanessa
Goloseeeee!!!...che vogliaaa di dolcini fritti che mi hai messo!!! ^_-

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli