La colomba in volo delle Simili


Si avvicina la Pasqua e questa volta voglio proporvi una ricetta insolita ma talmente golosa che non saprete più farne a meno! Si tratta di una curiosa colomba, opera delle mitiche sorelle Simili, ideale sia nel pranzo di Pasqua, come antipasto che per la scampagnata di Pasquetta.


Eccovi la ricetta.

500 g di farina 00
150 g di patate lessate (per me sempre BioExpress)
100 g di olio (non è specificato quale, io ho usato quello di oliva)
80 g di latte
80 g di acqua
35 g di lievito di birra (io ne ho messi 20 g, allungando leggermente i tempi di lievitazione)
100 g di provola affumicata a dadini
100 g di prosciutto (non è specificato quale, io ho usato quello cotto a dadini)
1 cucchiaio raso di sale
1 uovo
2 o 3 mini peperoncini gialli e rossi Citres
5 o 6 pomodorini secchi a filetti Citres
una manciata di olive verdi denocciolate Citres
una manciata di fior di cappero Citres

In un'ampia ciotola (o nella boule della planetaria) sciogliete il lievito con il latte e l'acqua tiepidi.
Unite la farina, le patate, il sale, l'uovo e avviate l'impastatrice con il gancio (oppure impastate a mano). Lavorate per dieci minuti o comunque fino a che non avrete ottenuto un impasto morbido e elastico. A questo punto unite 80 g di olio, il prosciutto, il formaggio e i peperoncini tritati. Impastate bene per altri 5 minuti.
Lasciate lievitare per un'ora, poi dividete la pasta in due parti, delle quali una deve risultare un poco più grande dell'altra e lavorate brevemente.
Con la parte più piccola formate un ovale un po' allungato e disponetelo sulla teglia.
Con l'altra parte dell'impasto formate un triangolo con il vertice arrotondato e disponetelo trasversalmente sull'ovale, tendendolo leggermente per assottigliarlo.


Piegatene la punta a formare la testa della colomba, torcetene la base a formare la coda. Con i rebbi di una forchetta fate dei segni sul bordo della coda, pennellate con l'olio rimasto e guarnite con i pomodori, le olive e i capperi. Fate lievitare ancora per 50-60', quindi infornate a 200°C per 15-20', poi a 180°C per un'altra mezz'ora. Se si colora troppo, coprite con carta stagnola.

1 commento

Mila
Prova a farla volare fin qua da me per favore!!!!
Buona giornata e serena Pasqua

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli