lunedì 26 agosto 2013

CROSTATA di FRAGOLE

Tovaglietta Green Gate
Ho letto questo passo in un libro, qualche tempo fa. Ne ho preso nota (tranne che per il titolo del libro e l'autore...mannaggia a me) e vorrei condividerlo con voi:
"...Ma come fanno le donne ad essere così fragili eppure così forti?
Di quanti strati è composta la loro personalità?
Quale segreto nascondono nel fondo dell'anima?
Lo sanno, loro, almeno, lo sanno?
Io credo di no, altrimenti non si porterebbero dentro quel sottile disagio esistenziale, quell'impalpabile senso di inadeguatezza che le rende così misteriose e vulnerabili, così sensibili e complicate, così imprevedibili."

Ps - Grazie alla segnalazione di Renza, riporto autore e titolo del libro:
Lorenzo Licalzi frase tratta dal libro "Che cosa ti aspetti da me?"
CROSTATA di FRAGOLE
500 g di fragole
185 g di burro
100 g di zucchero a velo Eridania
35 g di limoncello
5 tuorli sodi
2 albumi
limone
zucchero semolato Eridania
sale
Tovaglietta Green Gate
Impastate la farina con 160 g di burro morbido e lo zucchero a velo, ottenendo un impasto sbriciolato; unitevi un pizzico di sale, un albume, un po’ di scorza di limone grattugiata (ho usato la magnifica grattugia Microplane), i tuorli sodi passati al setaccio e lavorate fino a che l’impasto non diventa liscio ed omogeneo. Lasciatelo riposare avvolto nella pellicola per almeno 30’-40’. Sciogliete in una padella 25 g di burro con due cucchiai di zucchero semolato; quando comincia a caramellarsi, bagnate con il limoncello. Aggiungete poi 30 g di acqua e fate sciogliere i grumi di zucchero cristallizzato. Unite le fragole tagliate a spicchi e cuocetele per 5’. Quando il sughetto sarà diventato sciropposo, spegnete e allargatele su un vassoio a raffreddare. Stendete due terzi della pasta in un disco e con esso foderate una tortiera di 22 cm di diametro (per me la tortiera Keramìa Guardini), coprendo anche i bordi per circa 2 cm. riempite la torta con le fragole e chiudete la crostata con cordoncini di pasta ricavati dall’impasto avanzato. Spennellate  i cordoncini di pasta con l’albume leggermente sbattuto, spolverizza teli di zucchero semolato e infornate a 180°C per circa 10’ in forno ventilato. Togliete quindi la funzione ventilata e fate cuocere per altri 25’ in forno statico. Sfornate e lasciate raffreddare prima di servire. E' di una bontà disarmante...

25 commenti:

  1. 'Delicate come esili gigli, ma forgiati d'acciaio nelle fucine degli elfi'. Questa è una frase che porto nel cuore e che dice tanta verità.. Una fragilità che è forza, una tempra e una fibra davvero resistente, nonostante le avversità della vita. Non lo sanno? E' solo perchè qualcuno gli fa credere, le convince del contrario. Il giorno in cui questa consapevolezza emergerà.. sarà il giorno in cui non ce ne sarà per nessuno, tesoro. :) L'uomo ci teme. Lo sai? Sin dai tempi degli antichi romani.. E' più facile denigrare quello che si teme, per scaramanzia; non era questo lo scopo delle superstizioni?? :) Un abbraccio, corro subito da te per dividere questa meravigliosa crostata. Ovviamente ti porterò un bacione fortissimo :) TVTTTTB

    RispondiElimina
  2. Mi hai fatto venire voglia di crostata!che delizia!
    per quanto riguarda la frase che hai citato hai proprio ragione, abbiamo mille sfaccettature...e a volte non ce ne rendiamo conto..siamo fragili e allo stesso tempo forti...però siamo allo stesso tempo indipendenti e potremmo cavarcela da soli...

    RispondiElimina
  3. Meravigliosa crostata, complimenti!!! Mette una voglia...

    RispondiElimina
  4. il tocco col limoncello è azzeccatissimo secondo me.. buonissima!
    una goduria... tutta da gustare..
    ehm.. arrivo e metti su il caffè ;-)
    bacio cara

    RispondiElimina
  5. ...molto ricca e golosa..bravissima!!

    RispondiElimina
  6. Questo passo del libro è dannatamente vero!
    Buonissima la crostata ha un colore davvero invitante ^_^
    Felice we, guarda di coccolarti un po' mi raccomando!
    la zia Consu

    RispondiElimina
  7. La crostata é davvero irresistibile il dolce più buono in assoluto e la tua deve essere una vera bontàe quel passo che ci hai trascritto é vera in ogni sillabadavvero!!! Un bacione e forza tesoro un bel respiro profondo un sorriso anche se non hai nulla per sorridere il solo farlo da positività!
    Imma

    RispondiElimina
  8. un dolce semplicissimo, di quelli davanti ai quali non è proprio possibile stare a guardare con le forchette in mano!

    RispondiElimina
  9. La crostata è stupenda e golosissima!! La frase che hai citato, bellissima e vera, credo sia di Lorenzo Licalzi tratta da "Che cosa ti aspetti da me?
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  10. Un'insolita base per la crostata senza tuorli. Decisamente mi ha incuriosito! Il ripieno con le fragole e limoncello lo proverò alla prossima stagione delle fragole. Una volta l'ho fatta con fragole e gelatina di brachetto... fu una delizia irresistibile. Come mi sembra anche questa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La frolla è praticamente quella usata per preparare gli ovis molis...una goduria pazzesca!

      Elimina
  11. Ottimo ed insolito da provare grazie e buona domenica

    RispondiElimina
  12. la crostata, il dolce migliore che ci sia!!

    RispondiElimina
  13. Crostate di fragola con le fragole fresche???! Che bontà!!!

    RispondiElimina
  14. La base per la crostata è davvero interessante, Chiara. La crostata, come sempre sono le tue delizie, una meraviglia.
    Un abbraccio
    Mg

    RispondiElimina
  15. Ciao, buonissima questa torta!!!!! Grazie per la visita al mio umile blog. Ho dato vita ad un party dell'amicizia per far conoscere i nostri blog, se ti va di passare sei la benvenuta. Buona giornata Greta

    RispondiElimina
  16. Che aspetto magnifico questa crostata di fragole! Piena di frutta!

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  17. Grazie mille a tutte per i vostri generosi commenti! Fanno sempre così piacere....

    RispondiElimina
  18. Mai preparata la frolla con le uova sode... mi incuriosisce. E il limoncello è il tocco in più per rendere ancora più squisita questa crostata.

    RispondiElimina
  19. Ancora fragole..
    buonissima la tua crostata, non smetterò di ammirarla.
    Ma la voglio anche assaggiare no!
    Un abbraccio.
    Inco

    RispondiElimina
  20. libidinosa e nuova!!!! bravissima!!!!!

    RispondiElimina
  21. sembra delizioso.Grazie per questa ricetta
    http://restaau.it/Search/City/ristoranti-firenze.html

    RispondiElimina
  22. Peccato che non hai segnato i riferimenti.
    La crostata è ottima!

    Fabio

    RispondiElimina
  23. Bellissimo e particolare, il tuo blog!!!
    Mi segno subito tra i lettori fissi...

    Se anche tu vuoi passare a vedere le mie crostatine, le trovi su www.paneperituoidenti.it!

    A presto.

    Valeria

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...