mercoledì 29 gennaio 2014

Danubio salato

 
Eccovi una ricetta che proviene da Napoli il cui nome, forse, si deve alla terra d'origine di alcuni cuochi che operarono al servizio dei Borboni. Da quando l'ho scoperta, l'ho fatta e rifatta, riscuotendo ogni volta un successo straordinario. Qui trovate anche la versione dolce! Ma tra le due, la mia preferita è questa rustica! Versatile, la potete farcire come più vi piace! Io vi lascio questa versione, trovata su La Cucina Italiana.

INGREDIENTI

Pasta: 

farina g 500 (per me farina per pizza Molini Rosignoli)
burro g 100
lievito di birra g 15
zucchero g 10
un uovo
sale
burro e farina per lo stampo
un tuorlo leggermente sbattuto con due cucchiaini di latte

Farcia:
2 fette di prosciutto cotto g 200
fontina g 100
brie g 100
speck g 200


Preparazione:

Pasta: lavorate nell'impastatrice, munita di frusta a gancio, la farina, l'uovo, lo zucchero, il burro morbido, un pizzico di sale e il lievito sciolto in circa g 200 di acqua tiepida; appena la pasta sarà omogenea ed elastica, stendetela con il matterello a circa mezzo centimetro di spessore e ritagliatevi dei dischetti di cm 8 di diametro poi rimpastate gli avanzi e stendetela di nuovo, per ricavare altri dischetti, e così via, fino ad esaurimento della pasta. 

Farcia: distribuite su metà dei dischetti il prosciutto a dadini, sui restanti la fontina, in dadolata, quindi appallottolateli e sistemate le palline in cerchi concentrici, in uno stampo a cerniera di cm 20 di diametro, imburrato e infarinato (per me Guardini). Lasciate lievitare la torta "Danubio" per 30' in luogo tiepido, spennellatela con il tuorlo sbattuto insieme al latte, quindi infornatela a 160° per 40' circa; servitela tiepida. 

11 commenti:

  1. Molto sfizioso il tuo danubio, non l'avevo mai visto salato!
    A presto,
    Vale

    RispondiElimina
  2. è stupendo...chissà che buono.... sluuuuuuuuuurp!!!

    RispondiElimina
  3. Ti è venuto uno splendore, amica mia! Perfetto! <3 <3 Un bacione e bravissima!

    RispondiElimina
  4. Prima o poi devo provare a farla questa torta.. non l'ho mai provata neanche in versione dolce.
    La tua sembra eccezionale!
    Salvo la ricetta..
    Buona giornata Chiara!

    Laura

    RispondiElimina
  5. Prima o poi mi dovrò decidere a farlo, è uno spettacolo!!

    RispondiElimina
  6. E' una nostra ricetta classica, sempre apprezzata e divertente da mangiare. Hai ragione, forse la versione salata è ancora più intrigante.

    Fabio

    RispondiElimina
  7. Miiiiii quanto mi piacerebbe staccare due di queste palline ;-)

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...