Bacioni di Lodi o Gnam Gnam

I Bacioni di Lodi o Gnam Gnam rappresentano un dolce tipico di Lodi appartenente al passato. Forse c'è ancora una pasticceria che li produce, ma non ne sono tanto sicura e visti i tempi che corrono, non posso nemmeno accertarmi di persona. La ricetta di certe specialità, spesso e volentieri risulta introvabile. A tal proposito mi è tornata utile quella proposta anni fa da Cravatte ai Fornelli. Io ho dimezzato le dosi e il risultato è stato apprezzatissimo!

Con questa ricetta partecipo all'uscita di novembre de L'Italia nel Piatto: Pomeriggio uggioso: lo passiamo in cucina a preparare biscotti?

ingredienti per circa 12-15 bacioni:

350g di nocciole IGP
200g di zucchero a velo
100g di zucchero
40g di cacao amaro
35g di miele di tiglio Mielbio Rigoni di Asiago
3 albumi


Per la farcitura:
100g di panna
100g di cioccolato fondente

Per prima cosa tostate le nocciole e macinatele insieme allo zucchero di semola. Attenzione ad azionare il mixer a intermittenza, in modo tale da evitare che le nocciole rilascino il loro olio.
Montate gli albumi a neve con lo zucchero a velo poi, in maniera molto delicata, aggiungete le nocciole e il resto dello zucchero, il cacao e il miele. Mescolate con movimenti delicati dal basso verso l'alto e lasciate riposare qualche minuto.
Mettete l’impasto nella sac-à-poche e formate dei dischi da 4-5 cm sulla leccarda ricoperta di carta da forno. In cottura cresceranno leggermente quindi abbiate cura di distanziarli.
Lasciate asciugare l’impasto per almeno 3 ore e poi infornate in forno caldo a 200°C per 7 -10 minuti massimo.
Staccate i dischi quando saranno ben freddi. Un buon risultato si ottiene se all’esterno i dischi sono croccanti e dentro molto morbidi.
Per la farcitura, fate scaldare la panna senza portarla a ebollizione e, una volta tolta dal fuoco, aggiungete il cioccolato tritato. Mescolate bene con una frusta fino allo scioglimento di quest'ultimo.
Prendete due dischi e farciteli con la crema al cioccolato, schiacciateli e poneteli su un vassoio.



E ora vediamo cos'hanno preparato le altre regioni:
 

10 commenti

  1. Hanno un aspetto delizioso! Bello riscoprire e mantener vive le ricette del proprio territorio!

    RispondiElimina
  2. Davvero un peccato che non si trovino in giro. Grazie per aver scelto questo biscotto e aver pubblicato la ricetta, un abbraccio :)

    RispondiElimina
  3. Chiara non ho parole, ti dico che vado in cucina e li provo. Voglio vedere se riesco a farli in versione vegana, poi ti spiego se mi escono bene.

    RispondiElimina
  4. golosissimi e ricchissimi!! che buoni!

    RispondiElimina
  5. nonostante la vicinanza, mai sentiti, questa rubrica mi sorprende ogni volta, grazie di averli pubblicati!

    RispondiElimina
  6. Che nome simpatico hanno questi biscotti!!!! Adoro i dolci alle nocciole!

    RispondiElimina
  7. Il nome è tutto un programma!!
    Devono essere proprio buoni, possibile che nessuno li faccia più?
    Ciao

    Elisa

    RispondiElimina
  8. Oh mamma che gola mi fanno! Mi ricordano i Whoopie Pies. Bravissima!
    Baci,
    Mary

    RispondiElimina
  9. Chissà perché sono 'scomparsi' questi deliziosi biscotti. Un vero peccato. Brava a salvare la memoria di questi bacioni

    RispondiElimina

Ti ricordo che se commenti con l'account Google+ o Blogger acconsenti a pubblicare il link al tuo profilo tra i commenti. Prima di commentare consulta la PRIVACY POLICY per ulteriori informazioni.