venerdì 17 giugno 2011

NUOVA PAPPA AL POMODORO


Adoro i libri, quelli di carta, quelli le cui pagine si sfogliano e sfrigolano al contatto con le dita, quelli che ti colpiscono anche solo dalla copertina, quelli freschi di stampa perché hanno il loro inconfondibile profumo di nuovo, quelli vecchi perché sanno di vissuto, quelli usati perché qualcuno li ha letti prima di te e già conosce la trama, quelli d’amore o d’avventura, quelli di cucina…. Si, quelli di cucina, perché racchiudono al loro interno tutta la nostra passione, quella che accomuna tutti noi e che ci ha spinto ad aprire un blog. Alla fine è partito tutto da un ricettario, no? Niente contro tablet o biblet, ma per quanto mi riguarda, ogni volta che mi regaleranno un libro o entrerò in una libreria, resterò per sempre incantata dal magico fascino che un mucchio di carta può sprigionare…

 La ricetta che vi propongo oggi è stata pensata e creata appositamente per il contest di Cucinando con mia Sorella: Cucinando con il Pomodoro, in collaborazione con Mutti.





Guarda caso, l’ho trovata in un libro comprato in offerta speciale al ridicolo prezzo di 1,95 euro: le “Monografie del gusto: Il Pomodoro”. Appena ho trovato questa simpatica rivisitazione della mitica pappa al pomodoro, mi son detta che non potevo non provarla a fare! Però, tra gli ingredienti, c’era sto’ agar agar che io proprio non conoscevo né avevo mai visto nei supermercati. Ebbene si, ammetto tutta la mia ignoranza, ma c’è sempre da imparare a questo mondo! Sarete in pochi, ma per chi non lo sapesse, l’agar agar è una sostanza gelatinosa estratta da alghe marine. In commercio si trova in polvere, fiocchi, barre o filamenti (io, anzi, Caterina, l’ha trovato in polvere in un negozietto, nel centro di Lodi, che vende prodotti biologici). Superato l’ostacolo dell’alga misteriosa, mi sono dedicata alla realizzazione e quello che vedete è il risultato… carino, no?

Ingredienti per 4 persone:

360 gr di pane tipo casereccio raffermo
220 gr di pomodori pelati mediterranei Mutti
5 pomodori ramati
1 mazzetto di basilico
1 spicchio d’aglio
olio extra vergine di oliva
1 cucchiaino di agar agar in polvere
sale e pepe


In una padella antiaderente ((io ho usato la padella antiaderente Ballarini Greenline) fate imbiondire l’aglio e versate i pomodori pelati schiacciati con le mani; salate, pepate e aggiungete il basilico tagliato a listarelle. Cuocete dolcemente fino a quando i pelati si saranno asciugati bene. Togliete dal fuoco, aggiungete il pane casereccio tagliato a dadini e amalgamate il tutto facendo attenzione a non disfare il pane.

Versate il composto su di una pirofila rivestita con carta forno e, aiutandovi con dei coppapasta (io uso quelli della Guardini), versate il composto sul fondo e livellate (serviranno 4 coppapasta); coprite con la pellicola e mettete a riposare nel frigorifero.

Sbollentate i pomodori e spellateli, metteteli in un frullatore a bicchiere con un po’ d’olio, basilico, sale e pepe; frullate bene e passate il composto al setaccio. Mettete poi sul fuoco a scaldare.


Stemperate l’agar agar in un poco d’acqua (io sono andata ad occhio) che poi metterete a scaldare per 5 minuti sul fuoco. Fate intiepidire e versate sulla pappa. Mescolate bene e versate la pappa sul composto di pane, riponendo poi di nuovo in frigorifero per un’oretta circa. Sformate e passate la pappa sotto il grill del forno appena appena per scaldare la superficie. Servite con basilico tagliato a julienne.

Con questa rivisitazione di un classico come la pappa al pomodoro, partecipo anche al contest di Imma: La perla della cucina italiana, in collaborazione con Illa:



40 commenti:

  1. bellina questa presentazione... e interessante idea!

    RispondiElimina
  2. ma che splendida presentazione, davvero una signora ricetta!

    RispondiElimina
  3. Intrigante questa versione di pappa al pomodoro. E chi lo definirebbe un "piatto povero"?!?!?!
    Anch'io amo i libri, vecchi, nuovi tutti. Finirà che prima o poi mi cacceranno di casa ma tant'è!
    Un bacione, buon we

    RispondiElimina
  4. Tesoro trovo questa ricetta bellissima e lo sai che è perfetta per il mio contest "la perla della cucina italiana" perche è una rivisitazione di una ricetta classica della tradizione quindi kiaraaaaaaaaa perche nn partecipi??La puoi lasciare nel banner in alto a destra del blog....baciiiiiii,Imma

    RispondiElimina
  5. Come uno chef Kiara hai cambiato consistenza ad una ricetta, bravissima ciao

    RispondiElimina
  6. grazie per la bella ricetta e bellissima presentazione! Dessi

    RispondiElimina
  7. Kiara ma che dici carina, è bellissima la tua pappa col pomodoro, mi piace perché coniuga bene tradizione e modernità. un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
  8. Ma che strana che è.. interessante però!!!! smack e buon w.e. :-D

    RispondiElimina
  9. Carina sì e ben presentata. Mi incuriosisce molto l'agar, ma ancora non l'ho utilizzato.. dovrò fare superare la diffidenza del mio uomo che lo usa in laboratorio per fare crescere i batteri :)
    Un bacione

    RispondiElimina
  10. Bella presentazione...complimenti sei proprio brava

    RispondiElimina
  11. originalissima presentazione!! complimenti Kiara, brava come sempre!

    RispondiElimina
  12. complimenti, Kiara, è davvero originale questa pappa al pomodoro! strepitosa! (mi sono aggiunta ai tuoi followers!)
    un bacione e buon weekend! :)

    RispondiElimina
  13. la ricetta è davvero deliziosa.. una bellissima rivisitazione di un grande classico.. un abcio

    RispondiElimina
  14. Ricetta davvero interessante...mi piace molto!!
    Un bacione e buon week-end!!

    RispondiElimina
  15. Più che rivisitata, l'hai resuscitata, da piatto della cucina povera è diventata una portata adatta un pranzo chic! Bravissima!Baci e buon WE!

    RispondiElimina
  16. geniale la tua reinterpretazione! brava chiaretta!

    RispondiElimina
  17. VIVAAAAAA!..LA PAPPA..PA..PA..PAPPA..COL PO..PO..PO..PO..POMODORO!!E SI, LA CANTAVA RITA PAVONE, BEI RICORDI COL SUO GIAN BURRASCA, CON QUESTA RICETTA, CHE HAI RIVISITATO, CON GRAN MAESTRIA, MI HAI PORTATO INDIETRO NEL TEMPO, DOVE TUTTO ERA TERSO, DOVE TUTTI ERAVAMO FELICI, SPENSIERATI, DOVE CI ACCONTENTAVAMO DI COSE SEMPLICI COME QUESTA PAPPA COL POMODORO...MI HAI LETTERALMENTE COMMOSSO è TI RINGRAZIO DI QUESTO,CARA KIARA..RIPROPONENDO, IN TUTTA LA SUA è TUA SEMPLICITà, QUESTO PIATTO DAI MILLE RICORDI. DUNQUE LARGO AI GIOVANI, COME TE, CHE ORMAI SEI DIVENTATA UNA GRAN CHEF, DALLE QUALITà ILLIMITATE, DIMOSTRANDO DI GRAN LUNGA, LA TUA LODEVOLE PERSONALITà NEI PIATTI CHE PROPONI. NOI NAPOLETANI SIAMO ESPANSIVI è AFFETTUOSI E DIVENTIAMO TENERI DI FRONTE ALLE COSE GENUINE E CERCHIAMO DI CONTROCAMBIARE CON GESTI SEMPLICI E AFFETTUOSI. TI POSSO DONARE SOLO QUESTO, MIA DOLCE LODIGIANA..UN BACIO SULLA FRONTE è UNA CAREZZA, SFIORANDO IL TUO BEL VISO. CIAO KIARA..CON STIMA..BABBà.

    RispondiElimina
  18. sapori assolutamente estivi, che bello!!! :)

    RispondiElimina
  19. una hermosa receta y exquisita ,me gustó mucho muy original,cariños y abrazos grandes ,feliz fin de semana.

    RispondiElimina
  20. bellissima ricetta, complimenti tesoroooooooooo

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. Ciao cara, bellissima e freschissima ricetta! Complimenti! Buona domenica!

    RispondiElimina
  23. Ciao Kiara, grazie per aver partecipato al mio contest!
Ho inserito la tua ricetta nell’elenco dei partecipanti potrai vederla qui:
http://cucinandoconmiasorella.blogspot.com/p/le-ricette-del-contest-del-pomodoro.html
ti aspetto però con altre ricette fuori-concorso da inserire nel pdf!
un abbraccio, Chiara

    RispondiElimina
  24. anch'io adoto sfogliare i libri, soprattutto quelli di cucina....
    carinissima questa ricetta, dici che non è tanto difficile da trovare l'agar agar? lo cercherò...
    un bacione.

    RispondiElimina
  25. Un tocco di lusso in un piatto semplice. Cosa posso dire...fantastico!!
    Un bacione
    Lu

    RispondiElimina
  26. che bella questa interpretazione!!!ricetta davvero squisita! baci

    RispondiElimina
  27. Da toscana mi dovrei indignare, la pappa al pomodoro deve sembrare un pastone... ma come si fa a contestare questa versione, ha un aspetto così chic...

    RispondiElimina
  28. Che bella presentazione, davvero originale...foto bellissime. Un saluto.

    RispondiElimina
  29. Grande Kiara, mai fatta la pappa al pomodoro ma sempre sognata, la tua presentazione è perfetta per i miei gusti :-)
    Buona estate allora :-)

    RispondiElimina
  30. Che idea originale!Bellissima presentazione!Complimentoni,cara!Un bacio!

    RispondiElimina
  31. troppo bella questa presentazione!

    RispondiElimina
  32. La pappa al pomodoro mi piace molto e così ha anche un ottimo aspetto!

    RispondiElimina
  33. .....Io mi sento indietrissimo......ma non ho mai mangiato la pappa al pomodoro.......sembra splendida.....

    RispondiElimina
  34. Fantastica ricetta e splendida foto!!!

    RispondiElimina
  35. Che meraviglia questa ricetta. proprio quello che ci vuole con questo caldo.
    Bravissima!

    RispondiElimina
  36. originale !! il pomodoro è buono cucinato in qualsiasi modo

    RispondiElimina
  37. Grande Kiara, quetsa ricetta è sublime anche nella preparazione!! Veramente complimenti...^_^

    RispondiElimina

Stampa e PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...