Pane comune di Luca Montersino


La maggior parte dei Paesi ha un pane tradizionale, anche se con ricette diverse. In Russia il pane comune è sempre nero, e nel pranzo domenicale sono presenti in tavola almeno tre tipi di pane diversi. In India il pane viene preparato in casa, facilmente e velocemente, perché non è lievitato e viene cotto sulle piastre calde. In Francia il Il pane simbolo è la Baguette. In Scozia, in Irlanda e nel Nord dell’Inghilterra il pane viene preparato con la farina d’avena. In Cina il pane è sostituito dal riso, ma in occasioni speciali è preparato un insolito pane di piccole dimensioni, che viene cotto a vapore.
Io vi propongo una ricetta base, semplice, del Maestro Montersino: il pane comune.

Pane è la più gentile, la più accogliente delle parole. Scrivetela sempre con la maiuscola, come il vostro nome.
(Insegna di un caffè russo)



Ingredienti per 2 kg di impasto
1/2 kg di biga*
1 kg di farina bianca "0" (per me FARINA TIPO 0/00 BLU PER IMPASTI DIRETTI Molino Soncini Cesare)
450 ml di acqua
30 g di lievito di birra
25 g di sale

Per preparare l'impasto lavorate su un tagliere la farina con poca acqua tiepida in cui avrete sciolto il lievito, quindi unite l'acqua rimanente addizionata con il sale. Impastate per 5 minuti, quindi incorporate la biga (vedi sotto). Arrotolate l'impasto fino ad ottenere un filone e battetelo forte con il mattarello sul piano di lavoro affinchè acquisti morbidezza.

A questo punto arrotolate il filone su se stesso su un tagliere aiutandovi con il palmo della mano e fate lievitare.

Dopo 30' incidete l'impasto con un taglio e continuate a fare lievitare coperto con un panno umido e con pellicola fino al raddoppio del volume del pane. Dopodichè praticate una seconda incisione nello stesso punto.

Con lo stesso impasto si possono confezionare diverse forme di pane: pagnotte, trecce, filoncini, basta scegliere quella che si preferisce.

A questo punto infornare a 200-220°C fino a doratura; dopo 30' di cottura capovolgete il pane e continuate a cuocere per altri 15' a 190°C.

*Per la biga, ponete 500 g di farina bianca "0" in una ciotola, unitevi 5 g di lievito di birra e 240 ml di acqua.
Impastate velocemente mescolando con un cucchiaio di legno.
Ungete il panetto ottenuto con olio extra vergine di oliva (per me Dante) e fatelo lievitare finchè il volume sarà raddoppiato.
Copritelo poi con un telo umido e tenetelo a temperatura ambiente (l'ideale sarebbe tra i 16°C e i 18°C) per 15-24 ore.


3 commenti

Giuliana Manca
Deve essere buonissimo, brava!!!
andreea manoliu
Amo fare il pane in casa e tuo è venuto molto bene !
Maristella Maltinti
Che bello e che buono questo pane a treccia poi è favoloso! A presto

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli