Caponata tiepida con capperi e mandorle tostate


Ho trovato questa ricetta per caso, sfogliando una rivista in chissà quale occasione.
Per chi mi conosce sa che sono difettosa. Quando trovo una ricetta che mi piace, stampata sulla carta patinata, che io mi trovi dal parruchiere, in spiaggia, dal dentista o altrove, ho il vizio di strappare furtivamente la carta per poi portarmela a casa, studiandola in ogni minimo particolare in tutta calma.
Così è stato per questa fantastica caponata.
La ricetta è dello chef autoctono e ingegnoso Maurizio Billardello, che lavora per esaltare gli ingredienti locali. In questo caso si parla di Pantelleria.
Non ci sono mai stata in questo paradiso, ma prima di morire gradirei farci un salto.  Pochissimi i ristoranti, discoteche, club: la vita sociale si svolge all'interno delle case, intorno a grandi tavoli. Dicono che se t'innamori di quest'isola l'amerai per sempre. Chissà cosa la rende così magica...

Ingredienti:
4 melanzane Bioexpress
1 cipolla media Bioexpress
50 g di olive nere Citres
50 g di mandorle tostate e tritate
20 g di capperi di Pantelleria sott'olio (per me capperi Citres)
15 cl di olio extra vergine di oliva
3 coste di sedano
3 cl di aceto di vino bianco
3 cucchiai di zucchero di canna
3 cucchiai di passata di pomodoro
1 bicchiere di acqua
olio di semi di arachide per friggere
sale qb

Tagliate le melanzane a cubetti di 2 cm circa (se preferite potete sbucciarle).
Saltatele in padella e lasciatele riposare per circa un'ora.
In una padella mettete il sedano e la cipolla tagliati a fettine, aggiungete l'olio e un bicchiere d'acqua e fate cuocere a fuoco moderato fino a che quest'ultima non è evaporata.
Unite i capperi, le olive, lo zucchero, l'aceto e la passata e cuocete ancora per circa 15'.
Friggete le melanzane, scolatele e asciugatele.
Aggiungete il condimento e servite con una manciate di mandorle tostate e tritate e una manciatina di capperi.


6 commenti

Tomaso
Cara Kiara, come si presenta bene questo tuo piatto, immagino la bontà e il sapore che deve avere, io lo sento già virtualmente!!!
Ciao e buona giornata cara mica, con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa bene!
Tomaso
Batù Simo
quanto amo la coponata! ricordi di infanzia... la tua versione è molto, molto golosa cara Kiara, complimenti :-) bacioni
andreea manoliu
Una caponata dove si può pucciare il pane di gusto. No ho capito bene e mi scuso con te, ma le melanzane si devono sia saltare in padella, sia friggere ? A presto !
Giuliana Manca
Sempre un gran bel contorno!!!!
Rosy
Davvero troppo sfiziosa e invitante questa versione di caponata,non immagini quanto mi piace e quanto la vorrei assaggiare:))grazie mille per la condivisione Kiara,bravissima:))
Un bacione:)
Rosy
Mila
Ecco io potrei cenare con una pagnotta di pane e questa delizia!!!

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli