Flan alla vaniglia e mirtilli


Mentre scrivo questo post, sono avvolta dall'inebriante profumo di crostata appena sfornata. Sabato mattina. Faccende domestiche sbrigate. Marito al lavoro. Piccola Peste a spasso col nonno. Io sola in casa coi miei hobby preferiti: cucinare e curare il mio piccolo blog. Chiedetemi se sono felice. A volte, la felicità, sta nel godere delle piccole cose e io lo sto facendo.
La ricetta che voglio proporvi oggi, l'avevo trovata su un vecchio numero di Sale e Pepe per poi adattarla alle mie fantasie. Fatta ormai l'anno scorso, riesco a proporvela solo oggi. Adatta ad ogni stagione, si può variare con la frutta che più vi piace. Originariamente era un flan di semolino. Io l'ho sostituito con la farina di mais chiamata "fumetto" (non il brodo di pesce, ehehehe!) delle Tenute Risicole Berneri, che ben si è prestata al cambio. E' un tipo di farina macinata finissima (ha la consistenza della fecola, per intenderci) ed è indicata per ricette di pasticceria.

Ingredienti:
600 ml di latte
80 g di farina di mais Fumetto
2 uova
150 g di mirtilli
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia home-made
150g di zucchero

Preparazione:
Sciogliete 90g di zucchero in un pentolino dal fondo spesso fino ad ottenere un caramello biondo.
Versatelo sul fondo di una pirofila (1 litro di capienza) con i bordi bassi e lasciate solidificare.
Accendete il forno a 170°.
Nel frattempo scaldate il latte con lo zucchero rimasto e l'estratto di vaniglia fino a quando avrà raggiunto il bollore, quindi versate il fumetto a pioggia e mescolate velocemente continuando a cuocere il composto per qualche minuto.
Lasciate intiepidire il tutto mescolando spesso, quindi togliete la vaniglia ed incorporate bene le uova.
Aggiungete i mirtilli (precedentemente infarinati per non permettere loro di cadere sul fondo) mescolando molto delicatamente.
Versate la purea di fumetto nella pirofila e cuocete per 40/45 minuti.
Lasciate raffreddare completamente il flan, quindi trasferitelo in frigorifero per almeno 3 ore.
Capovolgete il flan su un piatto da portata prima di servirlo.


4 commenti

consuelo tognetti
Molto carina anche la forma, in vista del San Valentino è un dolce da tenere in considerazione :-)
Arianna Frasca
Ah ah ah ^^ non te lo chiedo, mi sembra già di vederti!
E poi con questa meraviglia fra le mani (e i denti) come si fa a non essere felici ;-)
Batù Simo
mmm deve essere squisita! appena le mie pianticelle mi doneranno succosi mirtilli, la provo :-)
Rosy
Golosissimo,ne vorrei una fetta anche ora,senza ombra di dubbio è di una bontà unica,grazie mille per la ricetta Kiara,bravissima come sempre:)).
Un bacione:))
Rosy

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli