Crostata con Oreo, Pere e Cioccolato


Oggi nella Kucina di Kiara una crostata golosissima. Il matrimonio tra pere e cioccolato, si sa, è solido e indiscusso. Ma per ravvivare un po' il rapporto, ho deciso di inserire il terzo incomodo e creare così un vivace "ménage à trois". Il successo è assicurato!

Con questo dolce ho voluto ringraziare le maestre d'asilo di Iris per avermi aiutata, supportata e infine vinto, nella battaglia contro l'inappetenza di Piccola Peste. Non vorrei urlarlo ai quattro venti, ma da tre settimane Iris ha iniziato a scoprire altri sapori, oltre a quelli stracollaudati della cotoletta e dei bastoncini di pesce.
Se Dio vuole...


Ingredienti per la pasta frolla (dosi per circa 900 g):

250 g di burro morbido
250 g di zucchero semolato
2 uova intere
4 g di sale
1 stecca di vaniglia
10 g di lievito in polvere
480 g di farina 00
 
In una planetaria con il gancio (oppure a mano), impastate il burro con lo zucchero e la vaniglia (da cui avrete estratto i semi).
Quando gli ingredienti saranno amalgamati, unite lentamente le uova, la farina 00, il lievito e il sale. Appena la farina è incorporata, smettete di impastare.
Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e riponetela in frigorifero per almeno 3 ore.
Con queste dosi otterrete 900 g circa di frolla.
Potete congelare quella in eccesso, così la prossima volta è già pronta!

Mentre la vostra frolla riposa in frigorifero, sbucciate tre pere Kaiser e tagliatele a tocchetti.
Fate sciogliere in una padella antiaderente una noce di burro, rosolatevi le pere e bagnatele con un goccio di vino bianco (io ho usato lo Zibibbo). Lasciatele intiepidire.

Estraete la pasta frolla dal frigorifero e stendetela a uno spessore di circa 3 mm.
Imburrate e infarinate uno stampo per crostate.
Disponete la frolla, bucherellate la superficie, rivestite con un foglio di carta da forno e ricoprite con gli appositi pesetti o con legumi secchi, infornate quindi in bianco a 180°C per circa 25 minuti o comunque fino a che la crostata non sarà bella dorata.


A questo punto fate raffreddare la crostata, riempite il guscio con le pere cotte, 7-8 biscotti Oreo ridotti a pezzetti e ricoprite con una ganache al cioccolato fatta come descritto sotto.

Ganache al cioccolato (dosi per 250 g):

110 ml di panna fresca liquida
150 g di cioccolato fondente 60% tritato
 
Se volete preparare una dose maggiore o minore della quantità indicata, vi basti sapere che dovrete usare sempre 1 parte di panna e 1,4 parti di cioccolato. 
Portate a bollore la panna in un pentolino, quindi unite il cioccolato e amalgamate con una frusta fino a quando la ganache non sarà del tutto emulsionata. 
Dovrete ottenere una crema liscissima e, soprattutto, lucida.

6 commenti

andreea manoliu
Che deliziosa e cremosa e poi, pere e cioccolato, un abbinamento perfetto !
consuelo tognetti
Che splendida notizia, c'era proprio bisogno di festeggiare :-)
Patalice
pere e cioccolato è un binomio che non si disdegna mai
Giuliana Manca
Mamma mia che golosità irresistibile!!!
Vale
che spettacolo questa crostata, e poi è un'ottima occasione per festeggiare :)

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli