Trippa Matta (Buseca Mata)

  
L'uovo è un ingrediente che entra in innumerevoli ricette tipiche della tradizione italiana.
Le uova di gallina sono le più comunemente consumate, fin dal passato, e sono altamente nutrienti. Sono inoltre uno degli alimenti singoli meno costosi contenenti proteine complete.
L'uovo quindi rappresenta, nella tradizione della famiglia contadina, una risorsa economica (poichè si potevano vendere o barattare) e un'integrazione allo scarso livello proteico della dieta degli anni indietro.
L'uovo, quale simbolo di questo periodo pasquale, diventa protanista di questa uscita di aprile de L'Italia Nel Piatto, con il tema: Le Uova, di tutto, di più.
Per la Lombardia ho pensato di proporvi la Trippa Matta (o Buseca Mata, nella lingua originale) che nulla ha a che vedere con la classica Trippa lombarda. In cucina infatti, il termine "matta" riporta a una preparazione ottenuta con un surrogato, ovvero ad un "falso", simulato con ingredienti poveri (nel nostro caso, l'uovo).


Ingredienti per 4 persone: 

5 uova
70 g di grana padano grattugiato
30 g di burro
50 g di pancetta
1 cipollotto biologico BioExpress
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 rametto di salvia
200 g di passata di pomodoro
sale e pepe qb

Rompere le uova in una ciotola, poi sbatterle con un pizzico di sale e un cucchiaio di grana grattugiato.
Fare sciogliere il burro in un'ampia pentola antiaderente, adatta per potervi cuocere una frittata grande e ben sottile: versare le uova, lasciare che si rapprendano, staccarle con una spatola dai bordi e voltare la frittata con l’aiuto di un coperchio.
Lasciare raffreddare.
Tritare finemente la pancetta e, separatamente, tritare anche il cipollotto.
In una casseruola scaldare l’olio, aggiungere il cipollotto e la pancetta tritati, il rametto di salvia, quindi lasciare sfrigolare per qualche minuto, mescolando ogni tanto.
Quando la cipolla tende a dorare, versare la passata di pomodoro, 1 dl di acqua e cuocere per una ventina di minuti.
Aggiustare di sale e di pepe.
Tagliare a striscioline la frittata, metterla nel condimento al pomodoro, mescolare e cuocere 10 minuti.
Servire la Trippa Matta nei piatti da porzione, cospargendo con il restante grana grattugiato e ciuffetti di salvia. 



E ora facciamo un salto nelle altre regioni d'Italia:

5 commenti

elena
pure la trippa matta ... questa mi mancava! Davvero curioso questo piatto e pure la preparazione! buona pasquetta!
Un'arbanella di basilico
La mia nonna preparava le uova in trippa, che somigliano molto alle tue (la mia nonna era romana), buonissime entrambe! Bacio
andreea manoliu
Una finta trippa, ci sta, molto interessante !
Antonella La Lucana in cucina
E io che pensavo alla vera trippa, che sfiziosa!!!!
Elisa Di Rienzo
ma dai??!! che sorpresa questa ricetta!!!! forte!
ciao
elisa

Instagram

Instagram

Disclaimer

L'autore di questo blog non utilizza cookie di profilazione, nè risponde di quelli eventualmente installati da terze parti ai quali non ha accesso. Ai sensi del punto 2 del provvedimento del Garante della privacy "Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie" - 8 maggio 2014 [3118884] Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.


Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.
Tutti i diritti relativi a fotografie e immagini presenti su questo blog, sono di mia esclusiva proprietà (Chiara Rozza) e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto in siti o in spazi non espressamente autorizzati da me.





>

Login | Privacy & cookie policy | Graphic design Sara Bardelli